MSC
HomePrima PaginaWallis Simpson: la donna che fece innamorare re Edoardo VIII

Wallis Simpson: la donna che fece innamorare re Edoardo VIII

Il 3 giugno 1937 ci fu uno dei matrimoni più famosi e discussi del Novecento; quello tra Wallis Simpson e il duca di Windsor, l’ex re del Regno Unito Edoardo VIII. 

Nel 1931, quando i due protagonisti di questa storia si conobbero, nel Regno Unito regnava Giorgio V, nonno di Elisabetta II. Giorgio V aveva sei figli ma il primogenito ed erede al trono era Edward (italianizzato in Edoardo), aveva 37 anni; e non si era mai sposato. La Simpson invece era una cittadina statunitense che viveva a Londra con il suo secondo marito, Ernest Aldrich Simpson, direttore di un’azienda di trasporti marittimi.

Wallis: una ragazza con le spalle forti

Wallis Simpson, che era nata 35 anni prima in Pennsylvania ed era stata cresciuta in una situazione di difficoltà economiche dalla madre; era già stata sposata con l’ufficiale dell’aviazione statunitense Earl Winfield Spencer, uomo violento e con problemi di alcolismo, da cui aveva divorziato nel 1927. Con nessuno dei suoi due mariti Wallis aveva avuto dei figli.

L’opposizione ferrea di re Giorgio V e della regina Mary

Il rapporto di Edoardo con Simpson deteriorò quello con il re, che disapprovava in generale le relazioni del figlio; e in particolare questa, dato che era con una donna divorziata. Re Giorgio V e la regina Mary si rifiutarono di incontrare Simpson quando Edoardo la portò per la prima volta in visita a Buckingham Palace; andando contro il protocollo che prevedeva che persone divorziate non potessero essere ricevute a palazzo.

Malvista dal governo e dall’opinione pubblica britannica, Wallis non si lascia affossare

Il 20 gennaio 1936 re Giorgio V morì ed Edoardo divenne re con il nome di Edoardo VIII. Il suo regno però fu brevissimo – durò meno di un anno – proprio a causa della relazione con Simpson; che nel frattempo stava divorziando dal suo secondo marito. Il re intendeva sposarla anche se come capo della Chiesa di Inghilterra non avrebbe potuto unirsi in matrimonio con una donna divorziata i cui precedenti mariti fossero ancora in vita. In generale, poi, Simpson era malvista dal governo e dall’opinione pubblica britannica.

Abdicare per amore: il gesto di re Edoardo

Per questo l’11 dicembre 1936 Edoardo VIII abdicò volontariamente, diventando il primo e unico sovrano del Regno Unito a farlo. Come motivazione per il suo gesto disse che non avrebbe mai potuto essere un buon re senza il sostegno della «donna che amava». Fu uno scandalo tale che Edoardo e Simpson divennero la coppia più discussa sulle riviste di pettegolezzi; nel 1936 Wallis Simpson fu addirittura eletta persona dell’anno della rivista Time. Il giorno dopo l’abdicazione, il nuovo re Giorgio VI nominò suo fratello duca di Windsor, e lui e Wallis Simpson divennero noti come il duca e la duchessa di Windsor, dopo essersi infine sposati.

Il matrimonio avvenne quasi sei mesi dopo l’abdicazione. Fu una cerimonia privata, che si tenne nel castello di Candé, vicino a Tours, in Francia. Simpson indossava un abito azzurro disegnato per lei dallo stilista Main Rousseau Bocher usando il cosiddetto “blu Wallis”. L’abito, che col tempo ha perso il suo colore originale, si può vedere al Metropolitan Museum di New York.

La mia è una storia semplice, o almeno è quello che mi piace pensare: è la storia di una vita ordinaria che divenne straordinaria”.

Con queste parole Bessie Wallis Warfield ribadì più volte nel corso degli anni, che fu molto “difficile vivere la più grande storia d’amore del secolo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read