MSC
Home Rubriche Psiche Arte e suggestione: un processo psichico in divenire

Arte e suggestione: un processo psichico in divenire

Che l’arte sia soggetto, oggetto, pensiero in divenire è un assioma a cui solo i miopi possono opporsi; un percorso senza partenza, né traguardo.

Una tela, i cui colori ne fanno un dialogo senza corollario definitivo, si offre come ispirazione per un processo ulteriore; la sublimazione di istanze interne, esperienze estetiche, inclinazioni naturali che fanno del soggetto osservato un oggetto interiorizzato e rielaborato.

L’arte di interpretare

C’è chi, al cospetto dellaGioconda, si arrende al giudizio comune e le attribuisce un sorriso, chi nota un velo di nostalgia, chi una parola sospesa nel tempo.

Una tela è lo specchio in cui immergersi, un riflesso che attende di essere accolto e personalizzato.

Chiunque tenti un’interpretazione univoca impone una forzatura capace di depredare l’opera della sua intensità.

Estro artistico: dono o condanna?

Gli artisti sono geniali, tormentati, spinti da un demone interiore che vuole essere riconosciuto ed esternato.

La loro è quella “follia” produttiva che non ripiega al dolore, lo sublima.

Gli estimatori ne colgono l’essenza, i colori, prospettiva e dimensioni; rimescolando la tavolozza ne fanno un’opera personale.

Nel memorizzare l’esperienza visiva ed emotiva, aggiungiamo elementi nuovi, intimi che resteranno legati al ricordo per sempre.

L’arte che non perdona distrazioni

Ogni particolare diviene fondamentale e tra questi, il gioco di luci con cui viene esposta un un’opera.

È un affronto minimizzare tutte le condizioni con l’illusione che l’arte basti a sé stessa.

Immaginate ‘Il Pensatore‘ di Rodin, esposto in un luogo angusto, buio, in cui anche la polvere sembra un arredo.

Potrebbe indurci un’altra, seppur erronea, suggestione: la NOIA!

Il pensiero diventerebbe statico, una triste resa al “vuoto“. I nostri processi interpretativi sarebbero deviati dalla “cornice” legando, inesorabilmente, il pensatore, ad una suggestione “altra”.

Lasciate che l’arte vi possieda

Lasciate che l’arte vi invada e rapisca ogni vostro senso.

La sensibilità non è sempre una dote innata; va coltivata, corteggiata, accolta come la più fragile ed intensa delle creature.

Ognuno di noi contribuisce nel rendere un’opera la più complessa e preziosa delle magie in divenire.

Oggi avrà il colore del cielo che ci sovrasta, domani le sfumature dell’emozione che ci pervade.

Must Read

Svizzera, gallo condannato dal tribunale

A causa dei rapporti di vicinato difficili alcune persone hanno fatto causa a un gallo e l'hanno vinta. Un tribunale svizzero ha...

Il regime delle agevolazioni fiscali sulla prima casa

Il momento dell'acquisto della prima casa è molto importante. Gli oneri fiscali che gravano al momento dell'acquisto di...

In ricordo dell’intramontabile Andrea Camilleri: grazie

Solo uno scrittore A cura di Monica Cecere. Se Andrea Camilleri fosse stato solo uno scrittore – di successo certo...

Il ritorno di Gossip Girl, alla scoperta del nuovo cast

"Buongiorno Upper East Side, sono Gossip Girl e devo darvi una notizia sensazionale" Da un paio di giorni si...

I 50 anni dell’uomo sulla Luna: il ricordo di un pezzo di storia

A cinquant'anni dal primo atterraggio sulla Luna. Armstrong fu il primo-grande uomo a compiere il primo-grande passo dell’umanità, posando il piede sulla...