domenica, Aprile 14, 2024
HomeIn EvidenzaElezioni europee 2019: trionfa la Lega

Elezioni europee 2019: trionfa la Lega

Alle elezioni europee 2019 il partito di Matteo Salvini si conferma la prima forza in Italia.
Il Partito Democratico supera il Movimento 5 Stelle, poi Berlusconi e Fratelli d’Italia.

La Lega ottiene il 30 per cento ed è il primo partito in Italia. In merito a questa schiacciante vittoria, soprattutto nei confronti del Movimento 5 stelle, il vicepremier e ministro dell’Interno ha dichiarato: “Usiamo questi consensi non per regolamenti di conti interni: il mio avversario è la sinistra. Si torna a lavorare serenamente”.

Ma non sono state queste le uniche dichiarazioni di Matteo Salvini.
Il vicepremier ha infatti aperto la conferenza stampa indetta per commentare il grande successo elettorale della Lega alle europee, con in mano un crocifisso.
Lo ha baciato e ha dichiarato: “Ringrazio chi c’è lassù, e non aiuta Matteo Salvini e la Lega, ma aiuta l’Italia e l’Europa a ritrovare speranza, orgoglio, radici, lavoro, sicurezza e quindi io non ho mai affidato al Cuore immacolato di Maria un voto, o il successo di un partito, ma il futuro e il destino di un paese e di un continente”.
Un gesto seguito da numerosi commenti e polemiche.

Per quanto riguarda invece gli altri risultati di queste elezioni c’è un dato altrettanto molto significativo, la netta sconfitta del Movimento 5 Stelle, crollato al 17 per cento e superato dal Partito democratico.
Di Maio a tal proposito ha invece voluto rassicurare i suoi elettori motivando questa retrocessione con la bassa affluenza.

Rispetto al resto d’Europa, infatti l’affluenza nel nostro Paese ha fatto registrare una flessione di due punti rispetto alla chiamata alle urne del 2014, con una quota di partecipazione al voto al 56,10 per cento.
La Lega quindi diventa il primo partito in Italia quintuplicando i voti su scala nazionale rispetto al 2014 e attestandosi, così, al 34,33 per cento.
Il Partito Democratico diventa il secondo partito e torna a crescere con il 22 per cento e il terzo posto invece è del Movimento 5 Stelle, penalizzato pesantemente con il 17,07 per cento.
Il Partito dei grillini ha infatti perso oltre il 10 per cento dei consensi rispetto alle politiche del 2018, con un crollo clamoroso al Sud dove meno di un elettore su due è andato alle urne.

Gli altri dati

Questi gli altri dati:
Forza Italia si attesta all’8,79 per cento, Fratelli d’Italia al 6,46, +Europa di Emma Bonino con il 3,09 per cento non passa la soglia di sbarramento del 4 per cento, fuori dal Parlamento europeo anche i verdi (2,29%) e la sinistra (1,74%), il Partito comunista (0,88%).
Fuori anche il Partito Animalista (0,60%), Svp (0,53), il Popolo della Famiglia-Alternativa Popolare (0,43), Casapound Italia-Destre Unite (0,33%), Popolari per l’Italia (0,30%), il Partito Pirata 0,23%), Forza Nuova (0,15%), Autonomie per l’Europa (0,07%), il Ppa Movimento politico Pensiero Azione (0,02).
Per quanto riguarda i risultati e le statistiche nelle varie parti d’Italia, la Lega ha trionfato al Centro e al Nord.
Invece il Movimento 5 Stelle resta il primo partito con il 29,2 per cento al Sud.

Must Read