lunedì, Giugno 17, 2024
HomeEventiTanti auguri Repubblica Italiana!

Tanti auguri Repubblica Italiana!

Come il 14 luglio in Francia o il 4 luglio negli Stati Uniti, il 2 giugnoè la festa istituzionale più importante d’Italia. E’ un po’ come il compleanno della nostra Repubblica. Questo stesso giorno, 73 anni fa (1946), attraverso un referendum popolare, all’indomani della Seconda Guerra Mondiale, si sancì il passaggio della nostra Nazionedalla Monarchia Costituzionale alla Repubblica Parlamentare.

Il risultato del referendum venne reso pubblico il 18 giugno 1946, con questi numeri: 12.718.641 votarono a favore della Repubblica, 10.718.502 per la Monarchia, mentre 1.498.136 furono le schede fra nulle e bianche. 

Ci vollero 15 giorni per contare tutte le schede e solo il 18 giugno la Corte di Cassazione proclamò ufficialmente la nascita della Repubblica Italiana.Fu un cambiamento enorme, che pose fine al Regno d’Italia che per 85 anni era stato governato dalla famiglia reale dei Savoia.

Donne al voto e il primo presidente della Repubblica.

Fu anche la prima votazione dal 1924, dopo la parentesi del regime fascista, e per la prima volta furono ammesse al voto anche le donne. Tutti i cittadini che avevano compiuto i 21 anni d’età hanno potuto votare per eleggere i deputatidell’Assemblea Costituente. L’organo che ha poi ideato e scritto la Costituzioneitaliana. La stessa è entrata in vigore il 1 gennaio del 1948. Il primo presidente della nostra Repubblica fu Enrico De Nicola, mentreAlcide De Gasperi fu il primo presidente del Consiglio dei Ministri.

La cerimonia oggi

Intorno alle 10.00 il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si recherà in via dei Fori Imperiali dove si terrà la consueta parata militare con tanto di esibizione delle Frecce Tricolori.Il tema della parata di quest’anno sarà l’inclusione.

Le celebrazioni continueranno nel pomeriggio presso il Palazzo del Quirinale con le esibizioni musicali tenute dalle bande dell’Esercito Italiano, della Marina Militare Italiana, dell’Aeronautica Militare Italiana, dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, del Corpo di Polizia Penitenziaria e del Corpo Forestale dello Stato.

Must Read