venerdì, Maggio 24, 2024
HomeBenesserePer il Napoli ora tutto è possibile

Per il Napoli ora tutto è possibile

a cura di Marcello Rocco.

Dopo la vittoria, per 6 a 1, contro il Sassuolo e la successiva affermazione, in casa, nei confronti della della Juventus per 2 a 1 ora per il Napoli tutto è possibile.

Sarebbe sbagliato lasciarsi andare a toni trionfalistici a seguito di due risultati positivi dopo una stagione, a dir poco, disastrosa ma quello che è cambiato negli ultimi 180 minuti di gioco è stato l’atteggiamento della squadra.

La cura Calzona

Mister Calzona sembra avere avuto un effetto terapeutico. Più che un allenatore, alla squadra, serviva uno psicologo, cioè una figura professionale che prima ancora che dal punto di vista atletico riuscisse a sbloccare i calciatori del Napoli mentalmente.

La squadra ha dimostrato di avere di nuovo un gioco fluido, come si è visto dall’atteggiamento in campo dei singoli, a cominciare da Khvicha K’varatskhelia che, oltre ad aver ritrovato la rete, sembra aver ritrovato anche se stesso.

Ogni partita della SSC Napoli sarà quella della vita

Ora il Napoli non può più sbagliare. Ogni match sarà quello che deciderà le sorti di una stagione intera.

Questo ragionamento vale sia per la Champions League, dove la prossima partita contro il Barcellona, sarà determinante per l’accesso ai quarti di finale del torneo e, soprattutto, alla “Coppa del Mondo per Club FIFA” , sia per il campionato, dove ognuna delle prossime 11 partite determinerà se i partenopei riusciranno ad accedere ad una delle competizioni europee.

Gli scontri diretti con gli avversari, che competono per avere un posto in prima fila nelle coppe europee, saranno decisivi ma non sono assolutamente da sottovalutare e prendere, quindi, sottogamba partite come quella contro il Torino, in programma il prossimo venerdì 8 marzo allo Stadio Diego Armando Maradona.

Ancora episodi di razzismo che non fanno ben sperare

“Voi non siete napoletani!” 

Questo il coro di risposta da parte della Curva A dello stadio Maradona agli slogan razzisti provenienti dai supporter bianconeri in occasione di Napoli – Juventus.

I tifosi juventini durante tutto il corso del match hanno rivolto ai partenopei cori ingiuriosi come: “Noi non siamo napoletani!” “Odio Napoli!”  

Episodi di razzismo che nel 2024 non dovrebbero avere luogo!

Ci si aspetterebbe come minimo l’assoluta condanna e severe sanzioni da parte della Federazione Italiana Giuoco Calcio, a partire proprio dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A, invece assistiamo ogni volta ad un silenzio assordante come abbiamo già avuto modo di raccontarvi nel recente passato.

Noi continuiamo a pensare, invece, che il calcio debba rappresentare una palestra di vita, soprattutto per i giovanissimi, dove la cultura dell’inclusione e del rispetto delle “diversità” siano la base fondante dello sport più bello del mondo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read