domenica, Aprile 14, 2024
HomeBenessereTerremoto SSC Napoli. Esonerato Mazzarri, Calzona nuovo allenatore

Terremoto SSC Napoli. Esonerato Mazzarri, Calzona nuovo allenatore

a cura di Marcello Rocco. Dopo il pareggio in casa contro il Genoa a Napoli è la volta di un nuovo psicodramma.

Nella giornata di ieri Aurelio De Laurentiis, con un ennesimo colpo di scena, ha esonerato Walter Mazzarri sostituendolo con Francesco Calzona.

Nonostante in tanti nell’ambiente del Napoli credevano che con Mazzarri si potesse risollevare una stagione disastrosa i numeri, in maniera impietosa, hanno dimostrato il contrario.

Se si confrontano infatti le sedici partite che hanno visto Garcia come allenatore con le prime sedici gare dove invece il tecnico è stato Mazzarri emerge un quadro a dir poco desolante. Il Napoli è passato dal 4* posto al 9* posto in classifica totalizzando 6 vittorie, 2 pareggi e 8 sconfitte, con una media punti totale di 1,25, rispetto a quanto fatto nell’era Garcia il quale nonostante avesse ottenuto 8 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte, con una media punti totale di 1,75, è stato messo alla porta, in malo modo, dal patron del Napoli.

Ecco i motivi per i quali per il Napoli e De Laurentiis è cosi importante vincere contro il Barcelona

Quello che lascia perplessi tifosi e addetti ai lavori non è tanto l’esonero di mister Mazzarri ma la tempistica.

A 24 ore dalla partita di Champions League contro il Barcelona Calzona deve provare a fare un vero e proprio miracolo sportivo per cercare di salvare una stagione che rischia di vedere non solo il Napoli fuori dalla prossima edizione della Champions ma peggio ancora anche dalla Coppa del Mondo per Club FIFA .

Infatti solo la qualificazione alla prossima edizione della Champions permetterebbe al Napoli di incassare 18,6 milioni di euro oltre al prestigio che ne deriva ed eventuali grossi contratti con gli sponsor. 

Da un’analisi condotta da “Calcio & Finanza” emerge che la SCC  Napoli è la squadra che ha registrato i numeri più alti in questa prima fase con oltre 67,13 milioni di euro.

Per la Champions League in corso il bonus fisso di partecipazione è stato di 15.64 milioni di euro (cifra annuale per il triennio 2021/24) ai quali vanno aggiunti le variabili dettate da ranking, market pool e risultati ottenuti.

Il ranking viene calcolato sui risultati ottenuti nelle coppe europee dell’ultimo decennio. I partenopei hanno infatti raggiunto i risultati migliori andando così ad incassare 22,8 milioni di euro, a seguire l’Inter con 20,5 di euro, il Milan con 19,3 milioni di euro e infine la Lazio 15,9 milioni di euro.

Stesso ragionamento quindi per il Mondiale per Club

Per accedere a questa competizione e scalzare la Juventus il Napoli dovrebbe ottenere la qualificazione ai quarti di finale battendo il Barcelona.

Competizione alla quale De Laurentiis tiene in modo particolare non solo per il lato economico, aspetto assolutamente non secondario, ma anche perché permetterebbe al Napoli di porre un ulteriore passo in avanti nell’internalizzazione del suo brand avendo una vetrina a cui il Presidente mira da tempo e cioè quella statunitense dove per l’appunto si terranno i Mondiali.

A differenza di quanto successo con Garcia il Presidente congeda Mazzarri con parole di stima

Intanto in una nota, diffusa sui canali ufficiali della SSC Napoli, il Presidente De Laurentiis ha così commentato l’ennesimo cambio sulla panchina azzurra:

“Ringrazio Walter Mazzarri, amico della famiglia De Laurentiis e del Napoli, per aver sostenuto la squadra in un momento complesso. Resterà nel cuore dei napoletani e della nostra famiglia. Bentornato a Francesco Calzona, che ha già lavorato con noi sia con Sarri che con Spalletti”.

A Walter Mazzarri va anche il ringraziamento di tutti i tifosi per aver dimostrato, a prescindere dai risultati, di averci sempre creduto e d’aver lottato fino alla fine per cercare di venire a capo di una situazione già drammatica prima del suo arrivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read