domenica, Aprile 14, 2024
HomeArte e CulturaElena Molini racconta come è nata la sua Farmacia letteraria

Elena Molini racconta come è nata la sua Farmacia letteraria

Nella farmacia letteraria ci si cura con i libri: questo è un progetto imprenditoriale nato da Elena Molini a Gavinana, in via di Ripoli. Un’idea originale e dal gusto retrò insieme, che cerca comunque di stare al passo con i tempi, dando la possibilità di ordinare anche telefonicamente i romanzi non disponibili nella farmacia letteraria. All’ingresso è possibile consultare una sorta di almanacco delle varie malattie che possono tormentare l’animo umano e a fianco un ricco catalogo di testi presenti fisicamente in libreria.

Una libreria che propone “soluzioni letterarie per problemi reali”, presentando un catalogo ragionato, suddiviso tra sessanta categorie di stati d’animo e di malanni fisici. Ma non pensate che si viri solo sul negativo. Non mancano libri per chi vive il primo grande amore. E, ancora, volumi che possono rappresentare pillole d’energia per chi soffre di pigrizia cronica. “Ho voluto rivisitare l’aspetto del libro come opera d’arte”, dice Elena. Così, se vi trovate ad affrontare una situazione ingestibile, ‘Dolore’ di Zeruya Shalev è quello che fa per voi. Se invece siete innamorati, eccovi servito ‘Sono un poeta, cara’ di Guido Catalano.

La storia

Elena Molini prima di mettersi in proprio lavorava per una grande catena di librerie e grazie alla sua esperienza ha trovato l’idea. “Mi sono resa conto che le persone cercavano libri per trovare risposte o conforto in base a quello che stavano vivendo: c’era chi usciva da un amore travagliato, chi amava e non era corrisposto, chi cercava qualcosa che lo facesse sorridere in un periodo buio e chi semplicemente chiedeva consiglio su cosa leggere.

Must Read