domenica, Febbraio 25, 2024
HomeIn EvidenzaCercasi ninja professionisti. Una città giapponese lancia l'annuncio

Cercasi ninja professionisti. Una città giapponese lancia l’annuncio

La cittadina di Iga è una delle più famose, insieme a Koga, culle storiche in epoca medievale dei ninja e ha lanciato questo annuncio.

A Iga ogni anno c’è un festival dei ninja che attira oltre 30mila turisti, non diversamente dal successo delle rievocazioni di Medioevo e Rinascimento con parate in costume, pali e tornei che ogni estate attraggono sempre più visitatori nelle città storiche italiane.

Purtroppo Iga soffre di un problema che negli ultimi anni sta sentendo molto, ossia la continua decrescita di ninja.

La città conta una popolazione di 100mila abitanti, ma questa sta calando sempre più dato che i giovani abbandonano le zone rurali per trasferirsi in città più grandi e con più opportunità, inoltre influisce anche il problema del calo delle nascite, che da qualche anno affligge tutto il Giappone.

In questo modo i ninja esperti stanno scomparendo pian piano dalla zona, e ciò mette a rischio anche il turismo su cui la cittadina basa parte dei suoi guadagni.

L’annuncio

Il sindaco di Iga, per trovare una soluzione al problema, ha indotto un concorso per assumere nuovi ninja, promettendo una paga che può andare dai 23mila euro agli 85mila euro annui.

Un salario davvero ottimo per chi deciderà di sottoporsi a questi allenamenti intensivi.

In realtà diventare un ninja di oggi servirebbe principalmente a intrattenere i turisti con acrobazie e capacità tipiche di questi guerrieri. Qualcosa quindi di molto distante da quello che poteva significare essere un ninja nel Medioevo, un guerriero temibile ed onorato.

Oltre questo il sindaco sta anche cercando di rendere sempre più appetibile ai turisti questa città, allo scopo di sfruttare il boom turistico che il Giappone ha avuto negli ultimi anni (nel 2017 c’è stato un incremento del 20%), di cui ne giovano soprattutto le città più famose dell’arcipelago nipponico.

Tra i progetti in corso c’è infatti anche la costruzione di un secondo museo dedicato ai ninja all’interno della città.

Must Read