venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeLifeStyleGreenCome il risparmio energetico incide sulla sostenibilità ambientale

Come il risparmio energetico incide sulla sostenibilità ambientale

Adottare atteggiamenti volti al risparmio energetico permette non solo di aiutare il pianeta, riducendo le emissioni di C02 ma garantisce inoltre un importante risparmio  sulle bollette domestiche. Vediamo come il risparmio energetico può incidere sulla sostenibilità ambientale e quali abitudini ecologiche possiamo adottare nella quotidianità per ridurre la nostra impronta sull’ambiente.

H2 Sostenibilità e risparmio energetico

Complice la crisi climatica che stiamo vivendo, la sostenibilità ambientale sta diventando una tematica sempre più importante per i consumatori. Adottare un atteggiamento ecofriendly nella vita di tutti i giorni, permette di ridurre i propri consumi e limitare le emissioni energetiche a beneficio del pianeta.

Essere sostenibili significa agire e soddisfare i propri bisogni senza gravare in modo eccessivo sulle risorse del pianeta: è fondamentale quindi, per parlare di sostenibilità ambientale, che si verifichino alcune condizioni, tra cui la compensazione delle risorse non rinnovabili con fonti di energia pulite e che la velocità con cui si sfruttano le risorse rinnovabili sia inferiore a quella necessaria per la loro rigenerazione.

Il concetto di sostenibilità e risparmio energetico condividono lo stesso obiettivo, ovvero la riduzione delle emissioni di C02: diminuire i propri consumi non solo favorisce il pianeta ma garantisce anche un importante risparmio sulle bollette domestiche. Ci sono diversi modi per ottenere un risparmio energetico, sia all’interno dell’ambito domestico, grazie all’ottimizzazione energetica degli impianti e un uso consapevole dell’energia, sia fuori casa, adottando pratiche eco sostenibili volte a minimizzare la propria impronta di C02.

Prestare attenzione ai propri consumi energetici è un’abitudine molto importante perché permette di avere una panoramica chiara e aggiornata in merito a quanto consumiamo ogni giorno e cosa possiamo modificare per ridurre gli sprechi di energia dentro casa.

Ad oggi, grazie all’informazione e alle nuove tecnologie, abbiamo a disposizione moltissimi strumenti per ottenere un risparmio domestico e diverse opportunità per essere più sostenibili verso il pianeta.

Scegliere elettrodomestici ad alta efficienza, installare un’illuminazione al led, impostare una temperatura interna più bassa e ottimizzare l’isolamento dell’abitazione sono tutte pratiche che garantiscono un importante risparmio energetico, riducendo i consumi domestici e di conseguenza anche le emissioni di C02 in atmosfera.

Incentivare le energie rinnovabili

Per essere ancora più sostenibili possiamo incentivare l’utilizzo delle energie rinnovabili. Non è necessario installare un impianto fotovoltaico domestico, ma possiamo selezionare una tariffa green per i nostri consumi di luce e gas: moti fornitori del mercato libero mettono a disposizione convenienti tariffe sfruttando l’energia rinnovabile di fonti pulite, allontanandosi dai combustibili fossili tradizionali.

Il trasloco in una nuova casa può essere spesso un’occasione per modificare il proprio piano tariffario e sceglierne uno più conveniente e più adatto alle proprie esigenze di consumo. Quando si trasloca in una nuova casa e si deve procedere con il trasloco delle utenze, occorre sempre chiarire di quale operazione avremo bisogno. Se stiamo traslocando in una casa di recente costruzione, dunque sprovvista dei contatori di luce e gas, dovremo fare richiesta per un allaccio luce e gas: questa operazione permette di installare un nuovo contatore in un edificio che prima ne era sprovvisto. É un’operazione fondamentale per attivare le utenze domestiche, ha un costo medio intorno ai 450 euro e può richiedere una tempistica dai 30 ai 60 giorni lavorativi. Se invece il contatore è presente e attivo dovremo semplicemente fare richiesta per una voltura luce e gas, andando a modificare i dati dell’intestatario: la tempistica per la voltura richiede dai 4 ai 7 giorni, ma è sempre consigliabile muoversi per tempo per non rischiare di prendere possesso della nuova abitazione senza le utenze allacciate. Se dobbiamo anche effettuare il trasferimento della linea internet, dovremo prima fare la verifica della copertura, per assicurarci che anche la nuova abitazione sia raggiunta dalla fibra ADSL.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read