martedì, Giugno 25, 2024
HomeFood e DrinkKetchup biologico, una ricetta facilissima per palati più esigenti

Ketchup biologico, una ricetta facilissima per palati più esigenti

Immancabile il ketchup sulle nostre tavole, soprattutto se preparato in casa! Insaporisce anche le ricette più tradizionali e dono un tocco di colore.

Alla ricerca spasmodica del biologico, degli alimenti privi di conservanti o coloranti e poi ci lasciamo tentare alla prima occasione!

Il connubio patatine e ketchup è inevitabile e rinunciare ad una leccornia tale sembra un sacrilegio tale da perdonarci uno strappo alla regola.

In realtà la soluzione è a portata di palato.

E’ possibile, senza particolare difficoltà, preparare l’amata salsa con le nostre sagge manine.

I vantaggi sono duplici, oltre che concederci un’alternativa più sana.

Ad ognuno il suo palato

Possiamo dosare gli ingredienti a nostro piacimento, aggiungere una nota piccante o sottolinearne le sfumature agrodolci.

Quando i nostri bambini, inoltre, avranno la tentazione di versare il ketchup ovunque non sarete costretti a limitarne l’uso.

Gli ingredienti previsti, per raggiungere risultati analoghi o addirittura migliori, sono semplici e genuini; molti sono reperibili nel nostro orto, per cui di provenienza più che controllata.

Il ketchup da “cogliere” nel nostro orto

Pomodori maturi, cipolla rossa, bianca o ramata, olio extravergine di oliva, tutti presenti abitualmente sulle nostre tavole.

Insieme ad altre componenti, ugualmente naturali, vanno amalgamati come colori su una tavolozza per deliziare il nostro palato.

Sostituiamo il più “commerciale” concentrato di pomodoro con un ortaggio fresco in grado di rilasciare un aroma più stimolante e le sue note proprietà antiossidanti, antitumorali e rimineralizzanti.

Superando lo stereotipo del panino o delle patatine fritte, sodalizi irrinunciabili con il ketchup, è possibile arricchire tante altre pietanze, dalla carne al pesce.

Inutile proseguire con gli aspetti positivi rispetto all’ homemade ketchup, basterà la semplicità nel realizzare la ricetta e reperirne gli ingredienti a convincervi.

Ingredienti

  • 1 kg di pomodori maturi
  • 1/2 cipolla
  • 40 gr di olio extravergine d’oliva
  • 1/2 tazza di aceto di mele
  • 2/3 di tazza di zucchero di canna grezzo
  • q.b. sale
  • 1 cucchiaino di amido di mais

Preparazione

Lavate, asciugate e tagliate i pomodori a dadini eliminandone i semini contenuti al loro interno. Deporli in uno scolapasta e lasciare che riducano il liquido di vegetazione.

Mettere a soffriggere la cipolla in una casseruola con un filo d’olio di oliva, dopo averla accuratamente tritata.

Leggermente “appassita”, amalgamarla con i pomodori, l’aceto, lo zucchero e il sale.

A fuoco lento e mescolando con costanza, lasciare che il composto cucini per circa 50 minuti.

Una volta ottenuta una salsa densa e di un colore rosso scuro, assicurarsi che tutti gli ingredienti si siano” sciolti”; l’effetto vellutato sarà, comunque, assicurato con l’utilizzo del mixer.

Aggiungete l’amido di mais e proseguire con l’amalgama.

Riponete, nuovamente, la salsa nella casseruola e riprendere la cottura per altri 20 minuti.

Un tocco di fantasia

Per chi ama i sapori più decisi e aromatizzati, e’ possibile arricchire la salsa con paprika, peperoncino o aceto balsamico.

Lasciate raffreddare e versate il tutto in un contenitore ermetico per riporlo in frigorifero.

Per una conservazione più lunga potete utilizzare il sottovuoto con barattoli capovolti, preventivamente sterilizzati.

Ulteriore passaggio d’obbligo: inserire l’indice nella salsina e leccarlo con gusto; fate, però, attenzione a chi vi osserva senza esser visto, nell’attesa trepidante di fare lo stesso!

Must Read