martedì, Giugno 18, 2024
HomeRubricheErosIl desiderio che sparisce e la coppia che latita

Il desiderio che sparisce e la coppia che latita

A cura di Paolo Anania Laudisi – La scomparsa del “desiderio” spesso determina la crisi della coppia. Nelle sue molteplici forme, rappresenta sempre il superamento dell’ “IO”. E’ sempre qualcosa di esorbitante rispetto all’ Io.

Qualcosa che ci attraversa, ci pervade, ci entusiasma, ci strazia, ci anima, ci potenzia, ci porta via, sfuggendo al potere di governo della nostra volontà. Si viene totalmente spossessati dal governo di se stessi e attraversati da una forza che oltrepassa il potere di controllo dell’Io.

Dove c’è il desiderio l’ Io viene sovrastato, ridimensionato, depotenziato fino a scomparire. Pertanto il va sempre associato alla figura dell’ “Altro”. Dove c’è il desiderio scompare l’Io-padrone, l’ Io-autoreferenziale, l’ Io narcisista e compare, emerge e si afferma l’ Altro. Il desiderio “verso” l’ Altro (desiderio sessuale, amoroso) e “con” l’Altro ( desiderio progettuale) cementa il rapporto di coppia, lo rinsalda, lo solidifica fino a renderlo indissolubile.

La sua scomparsa , invece, determina il riemergere dell’ Io in tutta la sua folle credenza narcisistica, protervia e prepotenza. L’ Altro è sminuito, indebolito, rimpicciolito, annichilito, annientato, totalmente annullato. Di qui nascono le incompatibilità, le incomprensioni, le intolleranze, i tradimenti che conducono irrimediabilmente alla crisi della coppia. Anche in un cielo senza stelle, de-sidera, è necessario ricercare sempre ed appassionatamente l’infinito. Questo vale non solo per la coppia ma per la vita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read