domenica, Aprile 21, 2024
HomeArte e CulturaFRANCESCO FERRACIN La Leonessa

FRANCESCO FERRACIN La Leonessa

Berlino Est, 1964. La ventiduenne Friederike “Rike” Beck è una studentessa dell’Università di Potsdam. È madre di una bambina di sette anni, avuta da una relazione con il suo primo marito Klaus, uomo violento e pericoloso.

A Berlino conosce Alexander Onyemo, uno studente di ingegneria nigeriano. I due non potrebbero essere più diversi e, contro ogni convenzione sociale, iniziano a frequentarsi e dalla loro relazione nasce una bambina.
Decidono di sposarsi e trasferirsi in Nigeria. Il primo a partire sarà Alex, destinato a ricoprire una posizione di prestigio. Rike, determinata a raggiungerlo, finirà gli esami e dopo estenuanti peripezie burocratiche ed economiche riuscirà ad imbarcarsi con le due figlie.

Il viaggio sarà altrettanto travagliato e l’impatto con l’Africa al principio traumatico, ma in pochi mesi Rike entra a far parte dell’élite locale, composta soprattutto da bianchi provenienti dai più diversi paesi occidentali. Ed è proprio durante queste frequentazioni che Rike si rende conto che il paese è sull’orlo di una guerra civile.

La Leonessa è un romanzo di formazione, la storia di un amore che sfida le convenzioni e la guerra. Ambientato fra la Germania Est postbellica e la Nigeria degli anni ’60, attraversa avvenimenti epocali come la nascita della Repubblica Democratica Tedesca, la fallita insurrezione del 17 giugno del 1953, l’inizio della guerra fredda e i drammatici anni del muro di Berlino. La storia prosegue poi con i sogni e le illusioni d’indipendenza della Nigeria postcoloniale e le agghiaccianti dinamiche di un conflitto voluto dal calcolo cinico delle grandi potenze, che non hanno esitato a condannare a morte un intero continente.

Francesco Ferracin conduce il lettore nella mente della protagonista e – come con una macchina da presa – cambia progressivamente lo stile narrativo: dalla terza persona storica alla forma epistolare per poi passare alla prima persona fino a giungere a uno stile diaristico, serrato, per sfociare – al culmine del dramma umano della protagonista e dell’intero Biafra – in un duro flusso di coscienza.

Il romanzo unisce elementi storici ad una narrazione intensamente personale, esamina momenti chiave del XX secolo e il loro impatto sulle vite individuali e collettive e offre una riflessione profonda sull’umanità in tempi di conflitto.

La Leonessa è un romanzo liberamente ispirato ai diari di C.E.O. 

Francesco Ferracin nasce a Venezia nel 1973. Il suo debutto letterario avviene nel 2008, con il romanzo hard-boiled Una vasca di troppo (Fanucci). Nel 2009 comincia la sua collaborazione con Franco Battiato con il quale ha co-sceneggiato il film Handel e porta in scena il melologo L’incubo della farfalla, liberamente tratto dal suo omonimo poema. Per Linea Edizioni ha scritto i romanzi Technoshock (2018) Venezia Sunrise (2019) L’incubo della farfalla (2022) e Feroce (2023). Francesco vive fra Berlino e Venezia e si dedica allo sviluppo e alla scrittura di romanzi, film, serie televisive, opere teatrali, videogame e progetti transmediali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read