Il piacere di piacersi: come evitare le macchie del sole sulla pelle

0
70

L’estate è la stagione in cui la pelle può macchiarsi più facilmente. Viviamo le nostre giornate maggiormente all’aperto, ci esponiamo al sole, spesso senza protezione adeguata. Il risultato è quello di ritrovarsi a settembre con molte più  macchie solari  di quelle che si ricordavano.

 Si tratta di discromie, ovvero alterazioni della pigmentazione della cute, che possono presentarsi in diverse zone del corpo. Per ovvie ragioni però si catalizzano maggiormente nelle zone più esposte del corpo, e quindi viso, décolleté e mani.

Le macchie solari sono il frutto di un mal funzionamento dei nostri melanociti che, per difendere la pelle producono più melanina del dovuto. La melanina, infatti, è la sostanza che è naturalmente predisposta alla protezione della pelle dai raggi UV e che, quando compare in modo omogeneo ci regala la tanto desiderata abbronzatura. Il problema però è che, con l’andare del tempo il meccanismo dei melanociti tende a non funzionare più a dovere. Nel momento in cui l’abbronzatura va via quindi, lascia dietro di sé macchie e iperpigmentazioni irregolari, sulle zone del corpo più colpite dal sole. 

La colpa però non è tutta del sole. Ci sono molti fattori dietro la formazione delle macchie solari: dalla genetica agli ormoni che, soprattutto in gravidanza, possono rendere la pelle più suscettibile a macchiarsi. 

Si parla, infatti, di melasma o cloasma quando si notano macchie sotto forma di chiazze marroni più o meno scure e dalla forma irregolare, concentrate in particolare su zigomi, guance, fronte e labbro superiore. Si tratta di macchie che possono presentarsi anche in età giovanile e che spessissimo sono dovute alla sensibilità data dagli ormoni. Spesso, infatti, si verificano in gravidanza o quando si assumono contraccettivi. 

Ci sono altri fattori dietro la formazione delle macchie solari? Come possiamo intervenire?

A tutti questi interrogativi risponderà la nostra esperta, Antonietta Pascuccio, in diretta da Milano. Buona visione!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here