MSC
HomeTrendDesignDal 2021 stop a piatti, posate e cannucce di plastica: approvata la...

Dal 2021 stop a piatti, posate e cannucce di plastica: approvata la nuova direttiva Ue

Dal 2021 non potranno più essere vendute stoviglie di plastica monouso. Non troveremo più sul mercato dunque piatti, posate e cannucce di plastica. Il via libera a questa misura è stato dato dal Consiglio Ue che ha emanato la direttiva che entrerà in vigore nel 2021.

Le misure da adottare

Una maggiore tutela dell’abiente e un imposizione necessaria per salvaguardare l’ecosistema. Gli Stati Membri non hanno soltanto deciso di dire stop alle stoviglie monouso di plastica ma a regolamentare l’uso della plastica in campo alimentare in generale. Gli impegni presi riguardano anche le bottiglie di plastica: aumento della raccolta, contenuto riciclabile per il 25% e successivamente del 30% entro il 2030.

Da sottolineare che dalla direttiva sono esclusi stranamente i bicchieri di plastica ma oltre a posate, cannucce e piatti sono inseriti oggetti di uso quotidiano come cotton fioc, bastoncini per palloncini, contenitori per alimenti e tazze in polistirolo espanso

I dati

L’utilizzo di plastica e il non riciclo della materia mette in pericolo non solo l’ecosistema marino ma anche quello sulla terra ferma. E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti, sulla base dei dati Eurobarometro, che evidenzia episodi i animali morti per aver ingerito prodotti ‘di moda’ come i resti delle lanterne cinesi.

Il voto del Consiglio segue quello del Parlamento europeo dello scorso 27 marzo e chiude definitivamente l’iter approvativo della nuova direttiva. Dopo il voto il testo sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea. Dall’entrata in vigore gli Stati membri hanno 2 anni per recepirla nei rispettivi ordinamenti.

In Italia

Secondo una stima di Coldiretti gli italiani negli ultimi anni hanno assunto un atteggiamento negativo verso i prodotti di plastica. Senza nessuna imposizione il 27% degli italiani ha già evitato di acquistare oggetti di plastica monouso come piatti, bicchieri o posate.

Addirittura il 68% degli intervistati ritiene che sarebbe opportuno pagare una somma aggiuntiva per questi prodotti, evidenziando così un comportamento virtuoso spinto da una crescente attenzione alla sostenibilità ambientale.

Must Read