MSC
Home Trend I criteri che rassicurano gli imperfetti, puntando il dito altrove

I criteri che rassicurano gli imperfetti, puntando il dito altrove

Sono troppi i criteri imposti sopra le necessità individuali; li chiamiamo “canoni” per ingentilire certi autoritarismi sociali che devono essere condivisi. La rigidità con la quale, talora, sono “ricamati” a tavolino, ha la funzione precisa e subdola di lasciarli immutati a lungo. Si intravede un lavoro certosino dietro la “pianificazione” di uno stereotipo che siamo “geneticamente” programmati per rispettare. Una società “specchio” la cui piena adesione aderisce ad una “potenza” di massa a cui il singolo può far fronte al costo di uno scialbo adattamento.

Polemiche sterili intorno alla copertina della Incontrada, vessata per i suoi chili di troppo (rispetto a chi? rispetto a cosa?). Vanessa, che ha sempre incarnato la semplicità in un mondo in cui apparire è fatto di intimità rubate, quel che offre è lo stesso sorriso di sempre. Un’espressione forse più consapevole, presente anche meno “leggera” dietro le sue lentiggini sottolineate dal sole.

Lei ha scelto la sua catarsi, si è liberata dei vestiti e con essi della pressione di uno stereotipo che non le apparteneva più. Bella, senza dubbio, ma in primis professionalmente più matura. Quel che, comunque, risalta e stride è quel rotolino tra immagine e insicurezza relazionale; la stessa che, di qualche pigmento di troppo, le appannava il suo sguardo cristallino. Coraggiosa? Forse no, solo capace di accettare l’immagine che gli altri hanno finito per imporle. Nessuna dieta drastica, solo un messaggio liberatorio alla sua anima che si è evoluta lasciandosi alle spalle le zavorre dei pregiudizi.

Nulla cambia per chi, per dimensioni drasticamente soggettive, la inchioda al pubblico scherno. Grassa lei? Non aveva altri modi per assicurarsi una ribalta evanescente? Non la trovate volgare? Ecco, io mi domando, quanto può essere superficiale la sola lettura di un’immagine?

Vanessa vuole raccontare la sua storia, con le parole che ha maturato nel tempo, con un corpo che vuole la rappresenti senza veli. Non è carne da desiderio, ma un’anima nuda che gli altri decidono, ogni giorno, come vestire. Non si è spogliata, ma si è vestita di quella dignità necessaria per dire a se stessa che può bastare a se stessa.

Chi sa vedere tutta la complessità di una donna, diventa cieco il tempo necessario di ignorarne le imperfezioni. Urlo forte a chi ancora non vuol sentire:

Ditemi, quale è, secondo voialtri imperfetti, la perfezione?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

La nostalgia di chi non riesce più a sognare

Chi non può sognare ripiega sulla nostalgia, quella che sedimentata nelle foto di appena qualche mese fa. Un gruppo di amici con...

Champions, Pirlo “CR7? Dobbiamo aspettare l’esito del tampone”

TORINO (ITALPRESS) – “Credo che dobbiamo aspettare l’esito, ha fatto il tampone come tutti gli altri giocatori e in serata avremo l’esito definitivo”. Lo...

Coronavirus, per Gentiloni economia rallenta ma fiducia nel futuro

MILANO (ITALPRESS) – La seconda ondata del Covid-19, che ha colpito gran parte dei paesi europei, provocherà sicuramente un ulteriore rallentamento economico. E’ quanto...

Coronavirus, Renzi “Siamo in maggioranza ma non saremo mai ‘yes man’”

ROMA (ITALPRESS) – “Leggo polemiche sulla nostra semplice richiesta al Premier di rivedere il DPCM. Chiudendo ristoranti alle 18 e chiudendo i luoghi della...

Consumi, con lockdown a Natale si brucerebbero 25 miliardi di spesa

ROMA (ITALPRESS) – Nella convivenza con il virus, il rilancio dei consumi è una priorità assoluta. Lo ha ribadito Confimprese, che insieme al Censis,...

Il Parma rimonta due gol e pareggia 2-2 contro lo Spezia

PARMA (ITALPRESS) – Parma e Spezia pareggiano 2-2 al termine di una gara caratterizzata da gol, emozioni e rimpianti. Inizio vivace di entrambe le...

Recovery, Sanfratello (Ance): “Puntare subito su opere cantierabili”

ROMA (ITALPRESS) – L’emergenza Covid ha colpito duramente anche l’edilizia, settore trainante dell’economia italiana. Si stima che nel 2020 sia andato in fumo il...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

Bonus Tiroide 2019, ecco come richiederlo

E' di 500 euro il bonus tiroide 2019 con l'esenzione ticket. Possono richiederlo gli invalidi civili almeno al 33% e si ha...