MSC
Home Trend Breaking News Corigliano Calabro: minacce e percosse a moglie e figli

Corigliano Calabro: minacce e percosse a moglie e figli

I Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno eseguito nei confronti di un coriglianese di 29 anni la misura cautelare detentiva degli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Castrovillari, su richiesta della locale Procura.

Tutto aveva inizio con la denuncia della donna, nella quale la stessa esponeva una grave e perdurante situazione di maltrattamenti familiari da parte di suo marito, che a far data dal lontano 2009 sottoponeva lei ed i suoi due figli minorenni a periodiche offese, minacce, percosse e violenze fisiche.

Le indagini a Corigliano Calabro

Le indagini dei Carabinieri della Stazione di Corigliano Calabro Scalo avevano acclarato come fin dall’inizio della vita coniugale il 29enne, per futili motivi, fosse solito aggredire verbalmente e fisicamente la consorte, incurante che le sue condotte avvenissero davanti ai figli minorenni.  In uno degli ultimi episodi era arrivato a colpirla al torace e causargli grossi lividi per farla rincasare, solo perché stava giocando con i propri figli in giardino. La stessa aveva da sempre taciuto questa continua sopraffazione, fino a quando nel settembre scorso, dopo l’ennesimo gesto di violenza immotivata verso la sua persona, aveva deciso di scappare di casa con i propri figli e denunciare il tutto ai Carabinieri. La donna si era anche rivolta ai centri antiviolenza, che riuscivano a portarli al sicuro in una località protetta.

Messaggi e video: testimonianza delle minacce

Sulla base dei fatti descritti e del grave impianto accusatorio, fondato non solo sulla denuncia  della vittima, ma anche sui riscontri dei messaggi e video contenenti gravi minacce da parte dell’uomo verso la donna e sulle dichiarazioni testimoniali, l’A.G. applicava la misura cautelare degli arresti domiciliari all’uomo, con l’obbligo di non comunicare con persone diverse da quelle conviventi, ritenendo la stessa l’unica proporzionata sia alla presunta entità della pena da erogare sia all’entità dei fatti contestati che evidenziano la pericolosità sociale dell’indagato, ricavabile dalla continuità e durata della condotta illecita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

La Galleria Minima di Mario Tosto presenta il progetto Nero Profondo

“Nel mio contemporaneo sociale il mare è simbolo di tragedia ma anche luogo generoso di vita. Il suo destino immutabile dona il senso d’infinito...

Covid, Conte “Non possiamo consentire vacanze sulla neve”

ROMA (ITALPRESS) – “Sullo spostamento tra regioni a Natale, ci stiamo lavorando ma se continuiamo così a fine mese non avremo più zone rosse....

Ice e Alibaba Group, nasce Made in Italy Pavilion

ROMA (ITALPRESS) – L’Agenzia ICE e Alibaba Group hanno siglato oggi un Memorandum of Understanding (MoU) per la creazione del “Made in Italy Pavilion”...

George Clooney e il regalo di 14 milioni di dollari ai suoi migliori amici

Un milione di dollari a ciascuno dei suoi 14 amici più cari è quanto elargito da George Clooney per ringraziarli di essergli...

Teora – 40 anni dopo il Terremoto del 1980

Teora, in provincia di Avellino dopo 40 anni dal grande sisma che distrusse letteralmente le vite di migliaia di persone. Un paese...

G20, Conte “Costruiremo una leadership per abbattere le emissioni”

ROMA (ITALPRESS) – “Abbiamo bisogno di una nuova visione per il mondo di domani, e non c’è dubbio che i giovani avranno il diritto...

Messina (Intesa Sp) “Formazione giovani sia al centro agenda politica”

ROMA (ITALPRESS) – “Occorre investire nel capitale umano del futuro”. Ne è sicuro Carlo Messina, Ceo di Intesa Sanpaolo, come ha spiegato...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

Bonus Tiroide 2019, ecco come richiederlo

E' di 500 euro il bonus tiroide 2019 con l'esenzione ticket. Possono richiederlo gli invalidi civili almeno al 33% e si ha...