Forte Diamante, una passeggiata tra storia e natura

0
1402

In questa nuova puntata di StyTravel restiamo in Liguria e raggiungiamo Forte Diamante, uno dei sedici Forti di Genova. I forti di sono un insieme di fortificazioni militari risalenti a varie epoche. La Repubblica di Genova edificò a difesa del territorio urbano del capoluogo ligure nel corso della sua storia.

Il Forte Diamante è raggiungibile, esclusivamente a piedi. Bisogna percorrere un lungo e antico sentiero che inizia dal Forte Sperone e tocca il Forte Puin, passando a breve distanza dai Due Fratelli. Ci si può arrivare anche dal quartiere di Righi percorrendo via del Peralto, dalla quale si distacca una breve strada che porta all’ingresso principale.

Nella primavera del 1800, durante l’assedio austriaco della città, Forte Diamante fu teatro di violentissimi combattimenti tra i Francesi e le truppe degli Asburgo. Alla battaglia parteciparono anche alcuni patrioti italiani tra cui il giovane poeta Ugo Foscolo. Ai tempi in servizio come luogotenente della Repubblica Cisalpina, ferito durante l’assalto alle posizioni austriache dei Due Fratelli.
Dopo l’annessione di Genova al Regno di Sardegna e la fine dell’era napoleonica, Forte Diamante subì delle trasformazioni ad opera del Genio Militare Sardo e anche degli ampliamenti, che gli hanno fatto assumere il suo aspetto odierno. L’ultimo fatto di rilevanza che vide protagonista il Diamante si ebbe nel 1857: un gruppo di mazziniani tentò di occupare il forte dopo aver ucciso un sergente. 

La fortificazione fu abbandonata definitivamente dal demanio militare nel 1914 e mai più utilizzata, abbandonando la struttura al degrado, salvo alcuni interventi conservativi a cura del comune di Sant’Olcese nel cui territorio è compreso il forte, unico a non essere all’interno del comune di Genova.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here