MSC
Home Travel Planning Travel Natale in Giappone, la festa dei cuori che si ritrovano

Natale in Giappone, la festa dei cuori che si ritrovano

Il Natale in Giappone è un tributo all’amore, un giorno in cui i cuori rapiti dall’amore hanno uno spazio speciale, dedicato. I fidanzati si ritrovano assecondando l’essenza dello stare insieme con uno scambio di doni. Una passeggiata romantica illuminati dalle luci natalizie fino al ristorante preferito, a quel tavolo in cui intimità e buona cucina avranno il sapore dell’amore. Diventa, di frequente, l’occasione per proposte di matrimonio, per progetti di vita comune che inizia con i cuori in giubilo.

Una tradizione in netto contrasto con quella occidentale che vede un Natale affollato di presenze, di familiari che si riuniscono intorno ad un desco imbandito e a profumi tipici. L’intimità è diluita nel ritrovarsi in seno a famiglie numerose e festanti, a regali coloratissimi che fremono sotto un albero addobbato. In Italia il Natale si lascia annunciare molto prima, nei progetti di una giornata che deve lasciare il segno e obliare un anno che sfuma. Luci per strada e nelle case che, ogni hanno, hanno un tepore diverso; come questo, che lascia troppo spazio alle ambiguità, alla paura, alla distanza.

In Giappone, ambire ad un appuntamento si traduce, paradossalmente, anche ad incontri con sconosciuti. Non si cerca ristoro nel passato, nelle certezze, ma si investe sul futuro, sui progetti, sulle premesse di un amore che vuole diventare viaggio e meta. Un San Valentino con le luci natalizie, un modo per mettere in gioco il cuore e scommettere sulla vita che verrà.

Natale con ali di pollo fritte

Si mangia pollo fritto assecondando un’operazione di marketing che ebbe un successo inaspettato nel 1974. Tutto ebbe inizio nella sala dei bottoni del KFC (Kentuchy Fried Chicken), una catena di fast food americana specializzata in pollo, che si trova un pò ovunque all’estero ma non qui in Italia.
A quei tempi il Natale s limitava ad una mera festività commerciale che prese vita solo dopo la guerra. Forse un bisogno diffuso di una tradizione fresca da assecondare negli anni successivi, la necessità di rimuovere i detriti di un conflitto con una festa dell’amore, dell’armonia. Cosa in realtà abbia attribuito al pollo fritto il protagonismo culinario è, tutt’ora, non chiarissimo. Quel che resta una certezza sono le file chilometriche davanti ai tipici fast food.

La sera della vigilia prevede un’altra deliziosa protagonista; è una torta di pan di spagna con panna e fragole con una decorazione tipica. Nota come “Christmas Cake” (クリスマスケーキ, Kurisumasu keki).

Si dice che debba la sua popolarità all’immediato dopoguerra, epoca in cui i dolci erano considerati un lusso destinato esclusivamente agli americani. Nonostante il pan di spagna fosse largamente noto nella gastronomia nipponica, i suoi ingredienti non erano ala portata di tutti; burro, uova erano merce rara e costosa laddove l’economia locale era stata severamente messa in discussione dal conflitto mondiale. Fu così che con la ricrescita economica e l’aumento delle importazioni, la tanto bramata shortcake non era più un dolce esclusivo; gradualmente le fu riconosciuto un ruolo emblematico nella fase di rinascita sociale ed economica.

Anche il suo aspetto non è casuale: il bianco e il rosso delle decorazioni sono colori molto cari alla tradizione nipponica e simbolo di buon augurio, oltre a essere presenti sulla bandiera nazionale. La forma rotonda, infine, suggerisce un’armonia ambita e raggiunta. Si evidenza un ulteriore aspetto emblematico celato dall’aggettivo “Christmas cake” che si riiferisce alle donne che hanno superato i 25 anni senza sposarsi. Le stesse torte, come le donne di “età avanzate” sarebbero svendute la sera del 25. Un triste retaggio delle rigidità sopravvissute della cultura nipponica.

Auguri di Natale in Giapponese

Ovviamente non esiste una parola giapponese che significhi “natale” ne un kanji per scriverlo, e l’augurio più utilizzato è l’inglese “Merry Christmas”, con una tipica pronuncia giapponesizzata, quindi “Merii Kurisumasu“, scritto in katakana (メリー・クリスマス) o molto spesso direttamente in alfabeto latino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Vola il mercato globale dei pc, +13% nel 2020

2021: un nuovo anno boom per il mercato dei Pc In attesa di...
video

Governo, Fiano “È il momento della responsabilità”

"È il momento di fare il massimo sforzo per il Paese, e migliorare anche le cose che non sono andate bene....
video

Emiliano a Lecce per l’attivazione di 16 posti in terapia intensiva

"Stiamo rafforzando ulteriormente il dispositivo di sicurezza Covid" ha detto il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano a Lecce per...
video

Sgarbi “In due giorni si può cambiare Governo”

"Se l'autista non è capace di guidare va cambiato, non c'è un momento in cui non si possa cambiare Governo"....
video

Gallera “Torno a fare il legislatore”

"Ora torno a fare il legislatore". Lo dice il consigliere lombardo di Forza Italia ed ex assessore al Welfare, Giulio Gallera, parlando...

Bonomi “Il Governo non ascolta le imprese, Recovery Plan senza visione”

ROMA – “Abbiamo buoni rapporti con singoli ministri, ma nel complesso questo è stato un governo molto chiuso su se stesso....
video

Governo, Tajani “Polverini è fuori da Forza Italia”

Governo, Tajani "Polverini è fuori da Forza Italia". "La Polverini ha votato a favore del Governo, quindi è fuori da Forza Italia, è un problema...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

Bonus Tiroide 2019, ecco come richiederlo

E' di 500 euro il bonus tiroide 2019 con l'esenzione ticket. Possono richiederlo gli invalidi civili almeno al 33% e si ha...