MSC
HomeTravelLa cascata nota come “Capelli di Venere” nel cuore del Cilento

La cascata nota come “Capelli di Venere” nel cuore del Cilento

Una cascata nota come “Capelli di Venere”, il cui eco delle sue acque “danzanti”, si ode nel cuore del Cilento.

Non molto distante da Morigerati, una dimensione in cui perdere qualsiasi riferimento con la realtà. Non stupirebbe nessuno se ad indicare il sentiero ci fosse una fata, orgogliosa di ospitarvi nel suo mondo.

Un bosco nei pressi di Casaletto Spartano, immerso in una natura lussureggiante che sembra non subire il frastuono del mondo fuori dalla fiaba.

Cinquettii e fruscio delle foglie corteggiate dal vento, sono il tappeto ritmico ideale per il “frizzante” fluire della cascata; le sue acque originano dal Rio Bussentino, un affluente del fiume Bussento il cui nome si ispira alla rigogliosa diffusione della pianta Capelvenere, nota anche come “chioma della Dea”.

Una cascata di emozioni

Casaletto Spartano è ubicato nell’entroterra del Golfo di Policastro; a piedi, è possibile muoversi dal centro del borgo fino a raggiungere Area Capello.

Punto di ritrovo per escursionisti e amanti di merende all’aperto, è il punto di partenza da cui si diramano due suggestivi sentieri.

Uno di loro conduce alla nota cascata e ai resti di un vecchio mulino ristrutturato che sfida le intemperie e le ingiurie del tempo insieme all’ antico ponte “Normanno” che sovrasta le acque cristalline. 

Una natura che accoglie e stupisce

Le cascate convergono in pozze naturali in cui è possibile immergersi; l’acqua è limpida e fresca, seduce persino il più reticente alle avventure.

I Capelli di Venere lambiscono un roccione completamente ammantato di muschio; sembrano essere l’antro di un reame inesplorato che si dischiude ai soli puri di cuore.

Must Read