MSC
Home Rubriche SurfCityStylise Il borgo di Tellaro, amato dai poeti

Il borgo di Tellaro, amato dai poeti

Censito tra i Borghi più Belli d’Italia, Tellaro è un piccolo borgo marinaro arroccato su di una scogliera, in provincia di La Spezia. Per raggiungerlo si percorre una via panoramica affacciata sul mare, che – partendo da Lerici – passa da Maralunga e poi da Fiascherino. I più avventurosi, invece, possono scegliere uno dei tanti sentieri che partono dai borghi sovrastanti, e che scendono verso il mare.

“C’era una volta e c’è ancora oggi, il villaggio di Tellaro. È tutto costruito sulle rocce di un promontorio che sporge sul mare, ai piedi di una grande collina ricoperta da boschi di ulivi”. Così lo scrittore Mario Soldati parla di questo borgo nelle prime righe del suo romanzo “Il polpo e i pirati”. Tellaro è infatti rinomato per essere un borgo molto amato da grandi scrittori e poeti, fra cui, oltre a Soldati, D.H. Lawrence e Tomlinson.

Tellaro: un piccolo museo a cielo aperto

Questo piccolo museo a cielo aperto è una vera e propria perla della Liguria, in cui poter scoprire la vera essenza della regione; e perdersi fra storie leggendarie, come quella del polpo gigante che salvò gli abitanti del paese dall’attacco dei pirati saraceni.

Il nome del borgo di Tellaro ha origini non certe. Potrebbe derivare dalla parola “tela”, per via dei commerci di tele e stoffe, oppure dal latino “telus“, che indica invece il dardo usato per difendersi; o ancora dall’etrusco o paleo-ligure “tular“, che significa invece “confine del villaggio”.

La storia del borgo di Tellaro è molto legata a quella di Lerici. Nel VII secolo a.C. gli etruschi occupano il golfo e danno origine alla città di Luni; solo nel X secolo d.C. però Berengario conferma al vescovo Adalberto i possedimenti che già erano stati concessi alla chiesa di Luni; fra cui Barazzano, un antico insediamento romano. Proprio quest’ultimo rappresenta il nucleo originario di Tellaro, di cui oggi rimangono dei ruderi.

Nel 1152 Lerici entra a far parte del territorio della Repubblica di Genova, anche se rimane contesa con quella di Pisa. Fino al 1398 Barazzano segue gli andamenti politici della vicina Lerici; proprio in quell’anno in un documento viene citato fra i possedimenti di Genova il castello di “Telaro”, detto anche di San Giorgio; e divenuto successivamente una chiesa. Nel 1400 il borgo di Barazzano, rimasto senza la protezione di pisani e genovesi, viene raso al suo dai saraceni durante la notte di Natale. I sopravvissuti si rifugiano a Tellaro, che entra così nella storia. È solo però nel 1564 che Tellaro riesce ad avere il suo primo rettore.

Una tradizione culinaria che si ispira ai prodotti tipici della Liguria

La tradizione culinaria di Tellaro trae ispirazione sia dai prodotti tipici della Liguria che dalla storia del borgo. La leggenda del polpo, ad esempio, ha influenzato la creazione di uno dei piatti tipici del luogo, il polpo alla tellarese. Il polpo viene fatto lessare con le patate e condito poi con l’olio locale; olive snocciolate e un trito di aglio, prezzemolo, sale e succo di limone.

Il polpo viene proposto poi anche in un’altra versione, ovvero il polpo “all’inferno”; il pesce viene stufato con foglie di alloro, maggiorana, peperoncino, pomodoro e con una spruzzata di vino bianco. Un’altra prelibatezza culinaria tipica del luogo è la focaccia dolce con uvetta, pinoli e canditi; si tratta di una versione più morbida della famosa focaccia genovese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Papa Francesco “Tra giovani e anziani una nuova alleanza”

ROMA (ITALPRESS) – “Una nnuova alleanza” tra giovani e anziani, per “condividere il tesoro comune della vita, sognare insieme, superare i conflitti tra generazioni...
video

Tg Ambiente – 25/7/2021

In questo numero del Tg Ambiente, prodotto dall'Italpress in collaborazione con TeleAmbiente: Waidy Wow, a Roma un'app unisce sostenibilità e turismo; L'idrogeno per...
video

Tg Giovani – 25/7/2021

In questo numero del Tg Giovani prodotto dall'agenzia Italpress in collaborazione con ScuolaZoo: MaBasta, studenti contro il bullismo; "E tu come stai?",...

Per chi vuole andare in vacanza serve anche il PLF. Ecco cos’è

In questi giorni stiamo sentendo parlare di Green Pass, ma anche di PLF. Questa sigla che indica il Passenger Locator Form, sta...
video

Sorsi di Benessere – Un modo alternativo per preparare le tisane

Nella nuova puntata di Sorsi di Benessere un’idea alternativa per preparare tisane “panciapiatta”, digestiva e diuretica e drenante. Ci dice come fare...

Rse, a Milano area sperimentale per studi su ricarica elettrica

MILANO (ITALPRESS) – Taglio del nastro a Milano per l’area sperimentale RSE (Ricerca Sistema Energetico) per la ricarica di veicoli elettrici con sistema centralizzato...

Inail, nel 2020 infortuni in calo ma crescono morti

ROMA – I dati sulle denunce di infortunio nel 2020 registrano, rispetto all’anno precedente, un calo dei casi in complesso e...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

La rinascita dei borghi tra storia, cultura e design

A cura dell'Arch. Marco Minichiello - Il crescente mercato del turismo sostenibile deve e può essere il valore aggiunto, la spinta...