MSC
Home Rubriche Psiche Le sedie vuote di Natale, un sacrificio necessario?

Le sedie vuote di Natale, un sacrificio necessario?

Sedie addobbate e tavola imbandita come sempre, perchè le tradizioni ci soccorrono quando gli equilibri non smettono di essere minacciati. Gli stessi commensali, con qualche lieto evento che affolla i cuori. Un fuoco acceso, l’odore dei mandarini misto alla scia di frittura che si aggrappa, tenace, alle tende e alle anime in festa. La musica di sottofondo, magari solo una volta all’anno, il pino addobbato di ricordi e luci. Tutto uguale, ogni Natale, ma mai monotono anche se prevedibile; ogni Natale, ma non questo.

Quelle sedie vuote che ci accaniamo a lasciare intorno alla tavola. Una solitudine nuova che trova conforto nelle immagini del passato. Tante solitudini tra le mura domestiche e quei pranzi interminabili che finiranno prima del solito. Qualcuno ha saputo razionalizzare, ma piange in silenzio e senza lacrime.

Cosa sarà mai un Natale rispetto ad un’intera vita che corre il rischio di essere interrotta?!

Un mantra che non smettiamo di ripetere a noi stessi per rimandare al mittente quell’amarezza che mal si sposa con l’atmosfera che tutti attendiamo, ogni anno. Eh già, questo maledetto virus ha spento le luci di Natale, è stato anche più potente di quella riserva di calore, senza compromessi, a cui attingiamo quell’unico giorno dell’anno. Ora dove andremo ad ammantarci di quelle illusioni vitali che allegeriscono la vita!? Avremo torroni e panettoni, canditi e film a tema, ma quelle sedie vuote resteranno a ricordarci quanto siamo fragili.

Come Babbo Natale, il Covid, ora, ha quasi le fattezze umane, con quel ghigno che non smette di farci sentire impotenti. Impariamo a riconoscerlo tra le assenze dei “morti in battaglia”, tra le ansie del futuro, tra i dati confusi e mai troppo confortanti. Cerchiamo la speranza in fondo al sacco dell’omone vestito di rosso; infiliamo entrambe le mani e tiriamo fuori la forza necessaria per non cedere. Lasciamo che qual sacco senza fondo sia l’immagine di tutto ciò che di positivo sopravvive a questo triste Natale. Tutto questo finirà tra le grigie pagine di storia, ma il Natale tornerà, ogni anno, più caldo e tenero di sempre. Senza tanti regali, ma con le sedie tutte occupate e quei pranzi interminabili …

Buon Natale, nel cuore, ovunque voi siate…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

video

Tg Ambiente – 19/9/2021

In questo numero del Tg Ambiente, prodotto dall'Italpress in collaborazione con TeleAmbiente: - Palazzo Chigi e Carabinieri insieme per tutelare la biodiversità...

A Misano Bagnaia concede il bis davanti a Quartararo, 3° Bastianini

MISANO ADRIATICO (ITALPRESS) – Francesco Bagnaia concede il bis nel GP di San Marino. Dopo la prima vittoria in MotoGP ad Aragon, ‘Peccò va...

Salvini “Autonomia la porteremo a casa con prossimo Governo”

ROMA (ITALPRESS) – “La porteremo a casa l’autonomia con il prossimo Governo di centrodestra, perchè farla con Pd e M5S sarebbe un eccesso di...

La Samp vince 3-0 a Empoli, doppietta per l’ex Caputo

Nel segno di Ciccio Caputo. Prima vittoria in campionato per la Sampdoria, che espugna il ‘Castellani' di Empoli per 3-0 grazie alla...

Il “chakra della corona” da bere, per scavare nel proprio io…

Il drink ideato da Giuseppe Marzovilla - proprietario e bartender del ParlaPiano Bistrot di Mola di Bari - prende il nome di Sahasrara e si ispira al...

4.552 casi di Covid e 66 decessi, prosegue discesa ricoveri

ROMA – Diminuiscono i casi Covid in Italia. Dalla lettura del bollettino del ministero della Salute si evince che i...

Scaroni “Prematuro parlare di scudetto, cauto ottimismo su Kessie”

ROMA – Va bene l’entusiasmo, ma guai a volare troppo alto, soprattutto quando la stagione è appena iniziata. “E’ stato un...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

La rinascita dei borghi tra storia, cultura e design

A cura dell'Arch. Marco Minichiello - Il crescente mercato del turismo sostenibile deve e può essere il valore aggiunto, la spinta...