martedì, Giugno 18, 2024
HomeRubricheErosInfedeltà, quel "terzo incomodo" che ti mette in discussione

Infedeltà, quel “terzo incomodo” che ti mette in discussione

L’infedeltà apre i confini della coppia ad un “terzo incomodo” che, reale o fantasticato, mette in discussione gli equilibri di coppia.

Qualcuno direbbe che il triangolo amoroso sia una “possibile” interpretazione della realtà, soggetta a differenti punti di vista; ovviamente quel qualcuno avrebbe una “coda di paglia” e le abilità oratorie per occultarla.

In ogni caso, un tradimento non è un’esperienza univoca, vissuta in modo differente nelle culture in cui si esprime e per le potenziali attenuanti che è possibile concedere all’accaduto.

Differente è, di certo, il modo di gestirlo da chi lo mette in atto rispetto a chi lo subisce.

Le mille sfumature dell’infedeltà

Il percorso esperenziale ed emotivo che conduce alla coppia influenza il modo di amare e di tradire; in alcuni casi è perdonabile se si valuta il contesto e tutte le variabile e motivazioni che intervengo.

Nella maggior parte dei casi è una ferita difficilmente rimarginabile, un affronto che non può trovare alcuna soluzione.

La complessità delle emozioni che entrano in gioco difficilmente possono essere descritte in maniera “lineare”.

I triangoli amorosi sembrano rispondere a delle necessità inconsce molto sottili, a delle lacune, talora non riconusciute, che chiedono a gran voce di essere colmate.

Infedeltà reale o fantasticata

In condizioni “ideali” la coppia vive il “terzo” come fantasia che può ravvivare il rapporto, lasciare un filo “teso” che richiama ad una forma di corteggiamento rinnovato.

La gelosia può essere un ingrediente sano quando se ne assapora il retrogusto, ma non condisce l’intera pietanza. In caso contrario, soprattutto se immotivata, porta ad un inevitabile logorio insano e doloroso per entrambi.

Quando giustificata, spinge chi subisce il tradimento in un baratro senza fondo; in rari casi conduce ad una riflessione sulle possibili mancanze che hanno spinto alla ricerca di avventure.

Nel momento in cui l’insicurezza diviene la trama principale del rapporto, proietta fantasmi e fantasie morbose sul partner.

Incastri amorosi

Può, inoltre, succedere che entrambi i partner si incastrino in tresche; in questi casi gli equilibri di coppia sono ambigui, i confini ferocemente sfumati.

Spontanea è la domanda: ma se si tradiscono perchè restano insieme?

La risposta non è così scontata; una relazione non è solo l’incastro di emozioni, sentimenti, attrazione, sessualità.

In realtà concorrono altre componenti ben più complesse; vissuti personali e motivazioni inconsce rendono complesse quelle che sembrano semplici dinamiche di attrazione di corpi e anime.

Come sottolineava Battisti, in ogni tradimento, protagoniste assolute sono le lacrime, che siano cristalline come acqua di fonte o false come la più triste delle bugie.

Non mi interessa se tu delle false lacrime ora berrai.
Ti posso dire sono salate le ho già bevute oramai
comunque, tutto quello che dice lei non è verità
la sua dolcezza è stata ancor più forte della mia onestà

Must Read