MSC
Home Rubriche Psiche I retroscena del negazionista: sindrome del "burattino" o folie à deux?

I retroscena del negazionista: sindrome del “burattino” o folie à deux?

Quali siano i retroscena di quel movimento noto come “negazionismo”, non è così chiaro se vogliamo dipanarne l’evidente manipolazione mediatica. E’ ovvio che, sulla scia delle fragilità umane, si incastri un meccanismo che lambisce solo in parte la dimensione psichica. Gran parte di quel che si muove nel sottosuolo è meditato, strategicamente “mosso” affinchè certe realtà vagamente sociali possano prendere piede in modo “velatamente” fazioso. Ovvio che vada ad intercettare una fetta, anche piuttosto cospicua, di persone che hanno bisogno di credere che una pandemia mondiale sia solo il bandolo di una cospirazione di “forze” politiche latenti.

Quel che è interessante osservare quali siano le tipologia di persone su cui hanno avuto un’evidente ricaduta. Parliamo dei negazionisti, ossia di tutti coloro che, per ironica definizione, si affidano ad un meccanismo di natura psicotica. Una difesa che non si esime da una compromissione dell’esame di realtà; una dimensione patologica che conduce fino alla completa scotomizzazione dalla coscienza del dato di fatto conflittuale o intollerabile, senza alcuna consapevolezza di ciò. Quantomai curioso che nessuno di loro si sia posto alcun problema nel riconoscersi come tale; anzi si sia preoccupato di alzare la voce affinchè sia udito ovunque. Sono scesi in piazza, hanno invaso i social, si sono uniti confermando un’ulteriore condizone di sofferenza psichica.

I retroscena della natura umana

Assistiamo ad un’affascinante, quanto rara manifestazione di folie à deux (letteralmente, “follia condivisa da due”); è una sindrome psichiatrica nella quale un sintomo di psicosi (spesso una convinzione delirante, di tipo paranoica) viene trasmessa da un individuo all’altro. Succede, pertanto, che un asino che vola sia visto da una folla di persone che, a riprova della loro verità delirante, mette in pegno dignità e posizione sociale, oltre che l’equilibrio psichico. Come un virus, meno potente del Covid, ma altrettanto pericoloso, dilaga come un’enorme e vischiosa macchia d’olio. Ciò non per le persone che ne restano coinvolte, ma per la convinzione che le accomuna.

E’ chiaro che ogni meccanismo di difesa, in fondo, serva a coprire e a contenere una realtà persino più intollerabile; altrettanto confermato che l’equilibrio che sostiene è il più funzionale possibile, ma per un “ecosistema” che poggia, comunque, su fondamenta fortemente instabili. Se accettiamo questa tesi occorre considerare che anche il negazionista ha una funzione, se lo spogliamo di quella di “burattino sociale”. Una controparte necessaria ad evidenziare quanto sia pericolosa una società che traduce le evidenze scientifiche in un tentativo di sudditanza che porterebbe a cosa? Beh, se allora si inneggiava alla supremazia della razza ariana, ora potremmo addirittura immaginare ad una selezione dei più forti, magari di un esercito di invincibili con un’ovvia ricaduta positiva sulle casse dello Stato.

La natura dei deliri è sempre relativa, soprattutto se condivisi. Oggi un esame di realtà compromesso deve necessariamente partire da una precisa contingenza storica e svilupparsi dalla stessa. Dal terrorismo dei “bombaroli” a quello batteriologico è un attimo. La materia prima è una mente suggestionabile e una comunicazione mediatica ad hoc e il dado è tratto.

Eh già, in fondo non esiste un vaccino per tutto perchè la follia non produce anticorpi!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Legge elettorale, Zingaretti “Soglia 5% non è discutibile”

ROMA (ITALPRESS) – “E’ errato dire che siamo a metà legislatura e il tempo è breve, in due anni di legislatura è cambiato tutto....

Coronavirus, Conte “Proroga emergenza fino a fine gennaio”

ROMA (ITALPRESS) – “Ieri in Cdm abbiamo fatto un aggiornamento sul punto e abbiamo convenuto che allo stato della situazione, che non è critica...

Sfuma il progetto del più grande museo del mondo dedicato a Picasso per una singolare clausola!

Nel febbraio 2018, Catherine Hutin-Blay, la figliastra di Pablo Picasso, figlia di Jacqueline Roque, sua seconda moglie, ha annunciato il suo progetto...

Acqua Lete premium partner Federscherma per il prossimo quadriennio

ROMA (ITALPRESS) – Acqua Lete e Federscherma insieme. Sottoscritto l’accordo che vedrà la celebre azienda nelle vesti di premium partner della Fis per il...
video

Il pallone racconta… Inter e Atalanta gol a raffica

Per la rubrica "Il pallone racconta..." l'editorialista di Italpress, Franco Zuccalà, commenta il campionato italiano di calcio, ricco di gol e di emozioni,...
video

Fca-Psa, Elkann presidente di Stellantis

Il cda di Stellantis, la società che nascerà dalla fusione tra Fca e Psa, sarà composto da 11 consiglieri. Presidente John...

Veronafiere Restart, evento in presenza per prima iniziativa 100% online

VERONA (ITALPRESS) – Un’iniziativa in presenza per lanciare il primo evento 100% online organizzato da Veronafiere. E’ quella che la Spa di viale del...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

Bonus Tiroide 2019, ecco come richiederlo

E' di 500 euro il bonus tiroide 2019 con l'esenzione ticket. Possono richiederlo gli invalidi civili almeno al 33% e si ha...