MSC
Home Prima Pagina L'intramontabile Grace Kelly: il suo ricordo a 39 anni dalla sua scomparsa

L’intramontabile Grace Kelly: il suo ricordo a 39 anni dalla sua scomparsa

Nata negli Stati Uniti nel 1929, Grace Kelly apparteneva a una delle famiglie più in vista di Filadelfia. Un vantaggio, però, di cui non volle approfittare. Cattolica e di saldi principi, infatti, decise di non stare con le mani in mano godendosi la fortuna ereditata ma, piuttosto, di investire il suo talento. Dove? Nel cinema. In fondo, bellezza e talento non le mancavano. E l’opposizione della famiglia, ostile a questa sua scelta, non era così forte da impedirle di fare carriera.

Grace Kelly: dal primo film ad un’intensa carriera

Il suo primo film fu “14esima Ora” (1951), del regista Henry Hataway, che gli confezionò solo una piccolissima parte. Ma la sua prima grande prova d’artista arriva l’anno successivo nel leggendario “Mezzogiorno di Fuoco”, dove la giovane attrice interpretava l’altrettanto giovane moglie di uno sceriffo (impersonato da Gary Cooper). Il suo film successivo le procurò un contratto con l’importante casa di produzione MGM: il film in questione era “Mogambo” (1953), e il coprotagonista era il mitico Clark Gable.

L’incontro di Kelly con Hitchcock

Diventata star internazionale a tutti gli effetti, Grace cattura l’attenzione del maestro della suspense, Alfred Hitchcock. E fu proprio il grande regista a scoprire e valorizzare in pieno il suo talento quando, un anno dopo, le affidò il ruolo di protagonista in “Delitto Perfetto”. In seguito, girano insieme anche “La finestra sul Cortile” e “Caccia al Ladro”. Il successo dei film del Maestro del brivido, la sua presenza scenica e la sua algida bellezza le fruttarono il soprannome di “Ghiaccio bollente”.

… e quello con il grande amore Ranieri

Durante la sua successiva partecipazione al film festival di Cannes, Grace venne invitata a un incontro con il Principe Ranieri di Monaco. Ranieri, invaghitosi pazzamente di lei al primo incontro, fece di tutto per conquistarla, coprendola di attenzioni e di lettere d’amore. Entro la fine di quello stesso anno venne ufficialmente annunciato il loro fidanzamento. Era il 5 gennaio del 1956.

Un matrimonio da fiaba

Il fastoso matrimonio venne fissato per la primavera e segnarono l’addio di Grace non solo al set ma anche all’America. Le loro furono definite dalla stampa di tutto il mondo “le nozze del secolo”. La cerimonia civile venne celebrata il 18 aprile, mentre quella religiosa il giorno successivo in St. Nicholas Church. Quel giorno la chiesa e i suoi dintorni venne letteralmente presa d’assalto da giornalisti (i già famosi “paparazzi”) e telecamere da tutto il mondo. Grace nascose al meglio il suo nervosismo, cercando di essere sempre affabile e naturale. Ad ogni buon conto, da quel giorno Grace divenne per tutto il mondo la Principessa Grace di Monaco.

Il 23 Gennaio 1957 diede alla luce Caroline mentre l’anno successivo, il 14 marzo, nacque il suo secondogenito, il Principe Alberto. Sette anni dopo, il primo di Febbraio, fu la volta della Principessa Stephanie.

Donna e madre forte e coraggiosa

Fino a quando fu in vita, Grace cercò sempre di far crescere i propri figli come ragazzi normali anche se dovette combattere, oltre che con i giornalisti, anche contro il temperamento ribelle di alcuni di essi. Nel 1978, ad esempio, Caroline si sposò, ma il suo matrimonio non durò a lungo, cosa che non stupì affatto i genitori, che si erano dimostrati contrari fin dall’inizio.

Il 13 settembre 1982, Grace e la figlia Stephanie furono coinvolte in un terribile incidente stradale mentre con la propria macchina si dirigevano dalla Francia a Monaco. Stephanie riuscì a uscire in tempo dalla vettura precipitata in un pendio, a differenza della madre che venne ritrovata priva di sensi. Era già in coma quando fu trasportata in ospedale, dove morì 36 ore dopo a soli 52 anni.

Grace Patricia Kelly, Principessa di Monaco, si spense insieme ai sogni di milioni di persone. I funerali furono celebrati nella cattedrale di Monaco, al cospetto di personalità come Nancy Reagan, la principessa Diana e del popolo intero, e trasmessi in diretta televisiva.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

video

Tg Ambiente – 19/9/2021

In questo numero del Tg Ambiente, prodotto dall'Italpress in collaborazione con TeleAmbiente: - Palazzo Chigi e Carabinieri insieme per tutelare la biodiversità...

A Misano Bagnaia concede il bis davanti a Quartararo, 3° Bastianini

MISANO ADRIATICO (ITALPRESS) – Francesco Bagnaia concede il bis nel GP di San Marino. Dopo la prima vittoria in MotoGP ad Aragon, ‘Peccò va...

Salvini “Autonomia la porteremo a casa con prossimo Governo”

ROMA (ITALPRESS) – “La porteremo a casa l’autonomia con il prossimo Governo di centrodestra, perchè farla con Pd e M5S sarebbe un eccesso di...

La Samp vince 3-0 a Empoli, doppietta per l’ex Caputo

Nel segno di Ciccio Caputo. Prima vittoria in campionato per la Sampdoria, che espugna il ‘Castellani' di Empoli per 3-0 grazie alla...

Il “chakra della corona” da bere, per scavare nel proprio io…

Il drink ideato da Giuseppe Marzovilla - proprietario e bartender del ParlaPiano Bistrot di Mola di Bari - prende il nome di Sahasrara e si ispira al...

Giovannini “Su monopattini interventi in sede conversione DL Trasporti”

ROMA – “Quando ho proposto al presidente Draghi di cambiare il nome del ministero avevo chiaro l’idea che non era un...
video

Roma, nuova illuminazione per Porta San Sebastiano

Un nuovo impianto di illuminazione artistica per Porta San Sebastiano, una delle porte più importanti e meglio conservate di Roma. Il progetto...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

La rinascita dei borghi tra storia, cultura e design

A cura dell'Arch. Marco Minichiello - Il crescente mercato del turismo sostenibile deve e può essere il valore aggiunto, la spinta...