MSC
Home Prima Pagina Bolzano imbiancata dalla grandine, una città in ginocchio

Bolzano imbiancata dalla grandine, una città in ginocchio

Clima impietoso a Bolzano, con violente grandinate, forti raffiche di vento e bombe d’acqua; i vigili del fuoco sono oberati di lavoro.

Venti fortissimi e bomba d’acqua si imbatte sulla città del Trentino Alto Adige già da ieri.

Immagine di Meteo.it

La giornata odierna sembra allontanare le immagini di Bolzano imbiancata dalla grandine per una temperatura tipicamente estiva sul resto della Penisola; soleggiata quasi tutto il Paese con nubi sparse solo sul settendrione.

In realtà già nei giorni scorsi abbiamo avuto qualche avvisaglia che ha messo in ginocchio l’Italia.

Venti forti, violente grandinate e pioggie da diluvio universale hanno provocato non pochi incidenti con morti tragiche.

La città di Bolzano è sconvolta da un uragano con forti temporali, potenti raffiche di vento e grandine. Un nubifragio da record che ha, repentinamente, mutato l’aspetto della città.

Le strade sono totalmente ricoperte di grandine; un paesaggio che ricorda un inverno impietoso, ma in realtà siamo nella prima decade di agosto.

La grandine ha completamente invaso ogni angolo della città rendendo impraticabile l’intera città.

Importanti i disagi per la circolazione anche per svariati alberi abbattuti dal vento; le strade sono state, momentaneamente, interdette al traffico.

Anche camminare a piedi sembra essere impossibile per disagi dovuti alla pioggia copiosa e per il concreto pericolo di essere colpiti da rami e tegole.

I telegiornali locali raccomandano di non uscire di casa.

Una pioggia così abbondante da essere definita “una vera e propria bomba d’acqua“; situazione che peggiora con grandinate diffuse e violente raffiche di vento con punte fino a 72 chilometri orari.

Da ieri Bolzano è invivibile, così distante dalla canicola che surriscalda il resto della penisola.

Il centralino dei vigili del fuoco è intasato per le svariate chiamate che segnalano allagamenti vari, tombini tracimati, rami spezzati e alberi abbattuti sulla strada.

I social sono oberati di immagini allarmanti; nessuno è per strada per il timore di essere investito dalla potenza della Natura.

Must Read

Mercato nero di organi, baratti di vite, di anime e denaro intriso di sangue

Il mercato nero degli organi è una realtà quasi taciuta, sotterranea, ma particolarmente diffusa; i donatori "involontari" sono spesso bambini.

E’ iniziata l’ora X, Conte al Senato che farà chiarezza sulla crisi di governo

Le 15 di questo pomeriggio segnano l'ora X; il presidente del Consiglio Conte è già al suo posto: il Senato. Quel Senato...

Paul Kaptein, lo scultore del legno, tra materia, vuoto e potenziale

Paul Kaptein è un artista che scolpisce nel legno un'idea complessa; esprime il vuoto ed il potenziale trasformativo nella materia.

Artista scolpisce la vita negli alberi morti, l’arte nella foresta

Un artista giapponese restituisce la vita ai tronchi di alberi oramai morti; diventano graziosi animali della foresta e spopolano sui social.

Ansia da prestazione: un nemico sotto le lenzuola da mettere alla porta

L'ansia da prestazione è la chiave emblematica per riconoscere l'insicurezza che la alimenta; è possibile affrontare la difficoltà e risolverla.