MSC
Home Prima Pagina 20 maggio 1973: il terribile incidente di Renzo Pasolini e Jarno Saarinen

20 maggio 1973: il terribile incidente di Renzo Pasolini e Jarno Saarinen

Sono passati 48 anni dal terribile incidente al Gran Premio delle Nazioni di Monza, in cui persero la vita Renzo Pasolini e Jarno Saarinen. Era in corso di svolgimento la gara della classe 250 quando i due piloti non ebbero scampo a causa della dinamica dell’urto. Pasolini, nativo di Rimini, aveva un grande seguito di tifosi, per il suo modo di correre senza calcoli; e veniva contrapposto ad Agostini, sebbene non avesse mai provato la gioia di un titolo mondiale. Saarinen, finlandese di Turku, era il campione del mondo in carica della classe 250; e aveva iniziato il 1973 con due successi su tre gare nella 500.

Il Gran Premio motociclistico delle Nazioni 1973

Il Gran Premio motociclistico delle Nazioni 1973 fu il quarto appuntamento del motomondiale 1973. Si svolse il 20 maggio 1973 all’autodromo Nazionale di Monza, ed erano in programma tutte le classi.

L’inizio di quella terribile giornata

La giornata si aprì alle 9.00 con una gara del campionato italiano juniores della classe 250. Seguì alle 10.00 la classe 50, agevolmente dominata dalle Kreidler ufficiali di Jan de Vries e Bruno Kneubühler.

La classe 125 (in programma alle 11.00) vide la quarta vittoria consecutiva stagionale di Kent Andersson.

La gara della classe 350 (ore 14.00) fu caratterizzata dal duello tra Giacomo Agostini e Renzo Pasolini

La gara della classe 350 (ore 14.00) fu caratterizzata dal duello tra Giacomo Agostini e Renzo Pasolini; il romagnolo, partito male (15º al primo giro), recuperò fino ad andare in testa, segnando il record sul giro ad oltre 200 km/h; prima di ritirarsi per un “dritto” alla parabolica (conseguenza di un grippaggio).

L’Harley-Davidson di Pasolini, impostando il “curvone”, perse aderenza scivolando

Al primo giro della gara della classe 250 (ore 15.15) l’Harley-Davidson di Pasolini, impostando il “curvone”, perse aderenza scivolando; sia il “Paso” che la moto si schiantarono contro il guard-rail. La moto perse la sella e il serbatoio (che sparse miscela sulle balle di paglia poste a protezione dei guard-rail, incendiandole); rimbalzando poi in pista centrando in pieno Jarno Saarinen, che sopraggiungeva. Il finlandese fu sbalzato di sella e cadde rovinosamente sull’asfalto, finendo poi investito dalle moto che sopraggiungevano.

L’annullamento della gara

Oltre a Pasolini e Saarinen, per i quali non ci fu niente da fare, caddero a terra altri dodici piloti, alcuni dei quali gravemente feriti. La gara fu annullata, così come quelle della classe 500 (prevista alle 16.30) e dei sidecar (ore 18).

Le cause dell’incidente furono molteplici: la pericolosità del circuito, circondato da guard-rail e con un asfalto mal riasfaltato; l’olio in pista, perso dalla Benelli di Walter Villa durante la gara della 350 e non tolto; (alcuni giornalisti che lo fecero notare al direttore di gara furono consegnati alla Polizia come “facinorosi”, mentre il pilota John Dodds fu minacciato di essere trattenuto e di non partecipare alla gara); il grippaggio della moto di Pasolini (certificato da una perizia del Tribunale).

Quaranta giorni dopo il GP, durante la “500 Km di Monza” (gara del campionato italiano juniores della classe 500), morirono nello stesso punto di Pasolini e Saarinen altri tre centauri, Renato Galtrucco, Carlo Chionio e Renzo Colombini[2]. A seguito di questi incidenti non vi furono gare motociclistiche sul circuito brianzolo per due anni e il “Nazioni” ritornò a Monza solo nel 1981.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Ungheria, Sassoli “Commissione Ue applichi regolamento su stato diritto”

BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) – Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, ha scritto alla presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, chiedendo alla...

Elton John, a Milano ultima data italiana tour addio

MILANO (ITALPRESS) – Elton John annuncia le date finali del suo trionfale Elton John Farewell Yellow Brick Road:The Final Tour in Regno Unito, Europa...

Barelli “Paltrinieri è affetto da mononucleosi”

ROMA (ITALPRESS) – Tegola per il nuoto azzurro in vista di Tokyo2020. “Gregorio Paltrinieri è affetto da mononucleosi, seppur avverta leggeri sintomi. Conosceremo gli...
video

Giustizia, Salvini: “L’Anm teme di perdere privilegi”

“Minacciare forti reazioni di fronte alla volontà popolare mi sembra improprio di un paese libero, civile, trasparente e democratico". Lo ha detto il...
video

Lavoro, Orlando: “Dal G20 messaggio in sintonia con i contenuti del Pnrr”

“Dal G20 passa un messaggio molto in linea e in sintonia con i contenuti del Pnrr appena approvato nella sua prima tranche dalla...

Verstappen vince in Francia davanti a Hamilton, male Ferrari

LE CASTELLET (FRANCIA) (ITALPRESS) – Max Verstappen trionfa sul circuito “Paul Ricard” di Le Castellet ed è sempre più leader del Mondiale di Formula...

Mazzarri “L’Italia può arrivare in fondo, bravo Mancini”

ROMA (ITALPRESS) – “Da allenatore non mi piace fare proclami, ma questa nazionale dà la sensazione di poter arrivare fino alla fine, anche vedendo...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

La rinascita dei borghi tra storia, cultura e design

A cura dell'Arch. Marco Minichiello - Il crescente mercato del turismo sostenibile deve e può essere il valore aggiunto, la spinta...