MSC
Home LifeStyle Studente disabile si imbatte in una buca e perde la vita

Studente disabile si imbatte in una buca e perde la vita

Studente disabile che pensava di andare incontro alla vita e si imbatte in una morte inaspettata e prematura. Succede a Firenze, appena tre giorni fa. Cade per una buca sul manto stradale e per un destino crudele e beffardo, perde la vita.

Niccolò Bizzarri, studente universitario, si era recato all’università, come quasi ogni giorno. Lui che non si era fatto avbbattere dalla sua disabilità, ne rimane ucciso, per una semplice ed inopportuna irregolarità del manto stradale.

Una corsa in ospedale, un timore superato poco prima di una fatale arresto cardiaco.

Aveva solo 21 anni, lo studente di Lettere Antiche e rappresentante d’Ateneo per Lista Aperta. Una presenza attiva e sentita, un’assenza che pesa come il più grosso dei macigni; i suoi colleghi lo hanno voluto ricordare con un’accorata lettera affidata ai social.

Niccolò era affetto dalla sindrome di Duchenne, una malattia degenerativa che lo aveva progressivamente costretto alla disabilità motoria; negli ultimi 10 anni si muoveva esclusivamente sulla carrozzina.

Erano le 13,30 quando Niccolò usciva dalla biblioteca di Lettere di piazza Brunelleschi. Poco distante dal Duomo incontra la morte. Poteva essere evitata la tragedia? Forse si, ma a posteriori non si ammettono miracoli o un passo indietro nel tempo. Dichiara Filippo Ungar, suo amico e rappresentante degli studenti in Senato accademico per Lista Aperta:

Niccolò era sulla strada, perché lì il marciapiede è molto stretto. Su una buca, la carrozzina si è ribaltata. Nicco, cadendo in avanti, si è ferito in faccia, tanto da perdere un dente. Non riusciva poi a muovere il braccio destro. Immediata la corsa in ospedale, a Santa Maria Nuova, dove è stato trattenuto tutto il pomeriggio.

Una corsa in ambulanza, un sospiro di sollievo e il ditro front del mezzo di soccorso allertato per il repentino peggioramento.

Popo poco ha avuto un arresto cardiaco. Il mezzo di soccorso ha fatto subito dietrofront, ma ogni tentativo di rianimazione è stato vano. Così, il nostro amato Niccolò se n’è andato, lasciando in noi un vuoto profondissimo.

Pur consapevole che il futuro gli mancasse, era sempre pieno di speranza e di proposte. Era un segno di vita per tutti, nonostante la fatica e il dolore». 

La procura ha aperto un fascicolo in cui si ipotizza l’omicidio colposo. L’indagine al momento è contro ignoti; ha poi disposto di acquisire eventuali immagini delle telecamere in strada e l’autopsia per chiarire le cause del decesso.

Must Read

Coronavirus: arriva la conferma del primo caso in Campania

La conferma del primo caso di coronavirus in Campania arriva oggi e ad annunciarla è il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De...

Torta al miele – Ricetta

La torta al miele è una soffice e golosa ondata di tenerezza.La sua delicata tinta bruna la rende unica e ci rivela...

Grande battesimo per Costa Smeralda, madrina d’eccezione Penelope Cruz

La nuova arrivata tra le navi da crociera, Costa Smeralda, è pronta ad iniziare il suo viaggio ed è stata ufficialmente battezzata...

Motomondiale: la startup Vivoqui diventa sponsor dell’MV Agusta

Vivoqui, la startup proptech che ha appena lanciato il portale dove è possibile cercare “La casa che vuoi con la rata che...

Miu Miu: nuova capsule collection di jeans dedicata a donne celebri

Miu Miu, marchio di abbigliamento del Gruppo Prada, celebra il capo più rivoluzionario ed intramontabile di sempre e lo fa con la...