MSC
HomeLifeStyleScaricare tensione e rabbia in strada: da New York l'idea "rivoluzionaria"

Scaricare tensione e rabbia in strada: da New York l’idea “rivoluzionaria”

Mentre la New York City Design Week 2019 ha scosso la Grande Mela, centinaia di artisti e designer si sono riversati in città per mostrare le loro opere.

Numerosi eventi, mostre e installazioni, hanno come sempre stupito i visitatori di tutto il mondo. E mentre la maggior parte dei pezzi d’arte e opere di design sono state esposte in luoghi prestabiliti come gallerie e parchi, alcuni si sono ramificati in spazi inaspettati e sono diventati dei veri e propri cult.

L’idea per scaricare emozioni

Grazie alla rapida segnalazione via social l’idea più innovativa e apprezzata è stata quella applicata agli angoli delle strade della Grande Mela.

Il progetto, intitolato “Public Punching Bags”, si propone di affrontare il modo in cui le emozioni umane sono esposte e trattate in un ambiente pubblico.

Un concetto che una volta esposto sembra banale ma che ha avuto un grande eco mediatico. Quando siamo in strada, in zone affollate, in città in cui troppo spesso regna il caos siamo attraversati da diverse emozioni. Lo stress e la rabbia oltre alla tensione provacata da eventi improvvisini ci pervadono. Il sacco giallo posto agli angoli della strade ci ricorda che possiamo mettere da parte queste sensazioni negativi. Un pugno, un calcio per liberarci.

L’idea del team di donttakethisthewrongway spera che il progetto possa, forse, aiutare le persone a trovare un modo più sano per “affrontare questioni personali e collettive in un ambiente pubblico”

I riscontri online sono positivi. L’installazione in diversi punti della metropoli ha avuto un fiume di commenti positivi sui social. Il concetto non finisce soltanto nel dare un colpo agli obiettivi posti per strada ma le persone spiegano che basta vedere quel “cuscino giallo” per capire l’inutilità e l’ingerenza negativa di alcune emozioni che ci portiamo dentro.

Must Read