MSC
HomeLifeStyleFashionRiccardo Tisci, un italiano al "timone" di Burberry

Riccardo Tisci, un italiano al “timone” di Burberry

Classe 1974, nato a Taranto, Riccardo Tisci è considerato uno dei migliori fashion designer al mondo, avendo rilanciato il marchio francese Givenchy ed essendone stato alla guida per 12 anni e per essere diventato nel 2018 direttore creativo di Burberry.

Se guardiamo un pò la sua storia la prima cosa che può colpirci è che Riccardo rimane orfano di padre quando era ancora un bimbo e si trasferisce con la madre, rimasta vedova e le sue 8 sorelle in un paesino della Lombardia. Lascia a 17 anni Cermenate in provincia di Como e si diploma al Central Saint Martins College di Londra.

Da questo momento inizia la sua carriera, fatta di tanti successi, di crescita, di raggiunta di obiettivi sempre più elevati.

Tra le tappe più importanti prima del successo vero e proprio c’è nel 2004 la presentazione di una propria collezione (che porta il suo nome) per la Settimana della moda di Milano nell’autunno 2004/2005.

La svolta

Viene contattato dalla maison francese Givenchy e ne rilancia il marchio. In breve diventa direttore creativo, curando haute couture, prêt-à-porter e accessori.

Tisci si distingue subito nell’ambito della moda per le sue idee moderniste, in anticipo ai tempi. Donatella Versace lo definisce “agitatore, ribelle, qualcuno sempre all’avanguardia che sfida le convenzioni e unisce moda, arte e le culture del mondo”, quasi come se possedesse una visione anticipatoria del futuro.

Nel 2010 viene messo al centro di polemiche per la sua scelta della modella transessuale Lea T come testimonial per la campagna Autunno/Inverno 2010 di Givenchy. Il tutto invece poi si rivela un’idea geniale, considerato il fatto che Lea T viene ospitata da Oprah Winfrey, dalle televisioni di tutto il mondo e in breve si trasforma in una vera e propria icona della moda.

Nel 2014 Kanye West, Kim Kardashian e North West scelgono Givenchy by Tisci per il loro matrimonio, nel 2015 in collaborazione con Marina Abramović, Tisci organizza la sfilata Givenchy Primavera/Estate 2016 presso il Pier 26 di New York come tributo all’attentato dell’11 Settembre e nell’aprile 2016 compare nella lista per la categoria “Artists” tra le 100 persone più influenti del 2016 secondo TIME.

Nel 2017 Riccarrdo lascia Givenchy e nel 2018 viene nominato Direttore Creativo di Burberry.

Tisci al “timone” di Burberry ci ha già messo la sua firma,  avendo cambiato lo storico marchio e avendolo reso più moderno e semplificato, ispirandosi agli archivi del marchio stesso che è stato usato per affissioni su edifici, taxi e orsacchiotti di plastica giganti realizzati per Instagram.

Ma anche il suo debutto in passerella mostra chiaramente una rivoluzione, avendo unito high luxury e streetwear, bon ton e avanguardia.

Orgoglio italiano, Riccardo Tisci è la dimostrazione che una forte motivazione può portarci dove vorremmo essere e ci fa capire che le agiatezze o delle solide basi economiche sono solo degli alibi. Concetto forse ridondante, ma assolutamente dimostrato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read