MSC
Home LifeStyle Green Quel che il cavallo morto ci ha sussurrato prima di esalare l'ultimo...

Quel che il cavallo morto ci ha sussurrato prima di esalare l’ultimo respiro

Ma su! Tutti a sfoderare la sensibilità sui social e lo facciamo con i titoli cubitali… la foto del cavallo stramazzato al suolo con l’immancabile cornice di “sigh” che diviene processione di commenti, tutti uguali. Il bambino scomparso, probabilmente tra le maglie oscure di una depressione materna, resta in sospeso per qualche ora. C’è un’altra opinione da sfoderare sul bianco pallido della pagina fb.

Uno scempio, anzi un empio esempio di un’umanità con il cuore di moneta tonante. Il cavallo, altero e “coriaceo” come i suoi zoccoli si accascia al suolo e muore. Troppo caldo, troppo fatica, un padrone insensibile e lui perisce sotto il sole di agosto e gli occhi dei turisti. E lo fa nei giardini vanvitelliani, dove il fascino della storia e della cultura italiana fa dimenticare persino le responsabilità nei confronti di un altro essere, si dice, non dotato di parola. Ebbene, li lasceremo parlare e noi tutti ascolteremo quel che il povero cavallo ha sussurrato poco prima di morire:

Ho troppa sete per proseguire, la saliva mi si è asciugata nella gola e trattiene il mio respiro. L’ultima chiassosa turista che ho trasportato, pur essendo dotata delle sue gambe, aveva mangiato un piatto di troppo. Pensavo facesse salire i suoi bambini, invece si è accomodata l’intera famiglia dopo in ritratto di Botero. Mentre arranco a fatica, hanno coperto i miei lamenti con un vociare insulso, un frenetico entusiasmo in cui quel che udivo si riassumeva con “IO”.

Eh già, nel mio ultimo viaggio neanche un timido accenno alla mia andatura esitante, ai miei occhi che diventavano vitrei. Eppure si sono persino preoccupati che venissi bene nel loro selfie. La mia ultima foto, quella in cui chiedevo, a chiunque si fosse soffermato a guardarmi davvero, di fermare il mondo per un istante. Nulla accadeva per voialtri, ma io morivo per una scodella di acqua negata, per un salita di troppo.

Ora vi leggo, tutti contrito ed indignati! Proprio voi che ho visto salire sulla mia “coscienza” , senza sporcare la vostra. Non sono un eroe, solo una vittima e non sapete quanto male mi faccia. Avrei saltato steccati con un’eleganza che nessuno di voi si sogna di avere, neanche dopo un decennio di danza classica e tutù in seta francese. Avrei attraversato radure in fiore, lasciando libera la criniera di sposare il vento.

Ora vi lascio, mi dicono che sono finalmente libero di raggiungere le verdi praterie….

Avrei … ma sono solo un ingombro da rimuovere sull’asfalto e dai vostri “accorati” ricordi. Qualcuno avrà avuto almeno l’arguzia di non postare le mie ultime immagini, quelle in cui sono ancora vivo. I miei occhi parlavano, senza mezzi termini; eh si, avreste “udito” , miei ipocriti amici, che non volevo morire così, senza dignità alcuna. Io che di virtù ed eleganza sono nato per essere maestro. Una bestia da soma con la bocca asciutta ed il cuore umido di lacrime….

o

cavallo caserta

google

Caserta. Forse un malore nella feroce calura estiva d’agosto ha stroncato un cavallo che trasportava turisti in carrozza all’interno del giardino della Reggia di Caserta. Le foto dell’animale stramazzato a terra hanno fatto subito il giro dei social e monta lo sdegno tra i gruppi animalisti. Ad assistere alla scena decine di turisti, e anche bambini, che passeggiavano lungo i viali del palazzo vanvitelliano.

Caserta, cavallo stramazza a terra

“Denunceremo il titolare della carrozza. E’ qualcosa di vergognoso. Chiediamo ordinanze in tutti i comuni che mettano fine a tutto ciò. Con le condizioni di caldo estremo dei prossimi giorni i cavalli non devono circolare”, è la richiesta che il consigliere regionale campano di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli pubblica sul suo profilo Facebook. “E’ da tempo – aggiunge – che denunciamo questo sfruttamento dei cavalli, che ovviamente non avviene soltanto all’interno della Reggia di Caserta. E’ un modo barbaro di utilizzare gli animali”inlineadvrelated

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Roma-Juve 2-2, doppio Veretout e doppio CR7

ROMA (ITALPRESS) – Le doppiette di Veretout e Cristiano Ronaldo decidono un bel Roma-Juventus caratterizzato da tanti errori, due rigori e un’espulsione (Rabiot). All’Olimpico...

MIRABILANDIA, IL MOSTRUOSO DIVERTIMENTO DI HALLOWEEN

Zucche, streghe, zombi, creature malefiche e show a tema per terrorizzare grandi e piccini Ravenna, 21 settembre 2020 –...

Napoli tennistico, schiacciato il Genoa 6-0

NAPOLI (ITALPRESS) – Il Napoli “si diverte” e batte 6-0 il Genoa al San Paolo. L’inizio della squadra di Gattuso è il preludio alla...

Serie A. Kessie e Diaz, il Milan vince 2-0 a Crotone

CROTONE (ITALPRESS) – Il Milan vince 2-0 a Crotone nella seconda giornata di Serie A. I rossoneri vanno in vantaggio con il gol di...

Rospo del suriname, il suo modo bizzarro di riprodursi

La natura ha modi bizzarri di manifestarsi o di adattarsi ad esigenze di pura sopravvivenza. Quale sia la ragione di questo "fenomeno"...

Il Cts boccia la riapertura degli stadi al 25% della capienza

ROMA (ITALPRESS) – Riapertura degli stadi, “Oggi non esistono le condizioni per ulteriori aperture” al pubblico nelle manifestazioni sportive. E’ questa...
video

Regionali Puglia, Emiliano “Con Lopalco lanciata sfida sanità”

"Ho lanciato la sfida perché il sistema sanitario pugliese diventi nei prossimi quindici anni il migliore d'Italia. E' una sfida alla...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

Bonus Tiroide 2019, ecco come richiederlo

E' di 500 euro il bonus tiroide 2019 con l'esenzione ticket. Possono richiederlo gli invalidi civili almeno al 33% e si ha...