MSC
Home LifeStyle Nonno "adottivo", percorre, ogni giorno, 60 km per accompagnare a scuola un...

Nonno “adottivo”, percorre, ogni giorno, 60 km per accompagnare a scuola un bimbo non vedente

Un nonno “adottivo” per il piccolo Jaffar, bimbo di 6 anni non vedente; ogni giorno può andare a scuola solo grazie ad un anziano del paese che si è offerto volontario.

Sono ancora le barriere a rendere un Paese così piccolo e angusto da sembrare una stanza; che siano linguistiche o architettoniche impediscono quel passaggio necessario affinchè quando si parla di UMANITA’ si possa, ottimisticamente, generalizzare.

A subire un’inutile e dolorosa limitazione nel quotidiano è, questa volta, il piccolo Jaffar; un bambino di origini macedoni che, a Montemignaio (Arezzo), non può usufruire dello scuolabus perché privo dell’accompagnamento per disabili.

Gli Angeli, si sa, non temono barriere di alcun tipo e in questo caso, neanche di età. Il signor Romano Carletti non ha le ali, ma ben 84 anni di esperienza. Una storia che commuove e fa riflettere; ogni giorno, nonostante non sia proprio giovanissimo, accompagna a scuola il piccolo Jaffar. Un bimbo di 6 anni non vedente che ha voglia di imparare e non vuole arrendersi alle difficoltà. Suo padre, instancabile taglialegna, è impegnato per tutto il giorno e sua madre non è patentata.

Romano, affinchè Jaffar, possa accedere all’istruzione scolastica, si è offerto di accompagnarlo, ogni giorno. Un nonno adottivo che si accontenta di guardare il suo “nipotino” correre felice verso i suoi compagni di classe. Una moneta di scambio il cui valore è dato da buoni sentimenti ed altruismo.

Ogni mattina, alle 7,30, 60 chilometri che dividono Jaffar dalla sua opportunità di crescere imparando, come qualsiasi altro bambino. Un gesto normale e spontaneo per Romano, che non passa inosservato. Il 2 ottobre scorso, a Palazzo Chigi, Romano Carletti è stato insignito del “merito” di Nonno dell’anno

per il suo pronto spirito di solidarietà, per la sua dedizione nell’aiutare il prossimo, per la sua tenacia senza età, e per aver dimostrato, col suo esempio eccezionale di affettuoso altruismo, la sconfinata forza del grande cuore dei nonni

Anche il sindaco del borgo aretino, Roberto Pertichini, ha voluto chiosare la favola di Romano e Jaffar con un suo messaggio:

“Carletti, in un mondo così poco propenso ad aiutare l’altro ha dimostrato quanto invece è gratificante, con grande sacrificio e amore aiutare chi è in difficoltà. Lo ringrazio per il messaggio che ha dato, perché le persone che scelgono di vivere in montagna, in un contesto di dimenticanza, sono attaccate a valori semplici ma fondamentali.”

.

Must Read

Coronavirus: arriva la conferma del primo caso in Campania

La conferma del primo caso di coronavirus in Campania arriva oggi e ad annunciarla è il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De...

Torta al miele – Ricetta

La torta al miele è una soffice e golosa ondata di tenerezza.La sua delicata tinta bruna la rende unica e ci rivela...

Grande battesimo per Costa Smeralda, madrina d’eccezione Penelope Cruz

La nuova arrivata tra le navi da crociera, Costa Smeralda, è pronta ad iniziare il suo viaggio ed è stata ufficialmente battezzata...

Motomondiale: la startup Vivoqui diventa sponsor dell’MV Agusta

Vivoqui, la startup proptech che ha appena lanciato il portale dove è possibile cercare “La casa che vuoi con la rata che...

Miu Miu: nuova capsule collection di jeans dedicata a donne celebri

Miu Miu, marchio di abbigliamento del Gruppo Prada, celebra il capo più rivoluzionario ed intramontabile di sempre e lo fa con la...