MSC
HomeLifeStyleIl fantasioso mondo di Unique Sora, la cosplayer dai mille volti

Il fantasioso mondo di Unique Sora, la cosplayer dai mille volti

Il mondo dei cosplayer è un guizzo di colore mai uguale a se stesso.
Unique Sora sembra esserne una protagonista indiscussa per la naturalezza con cui si immedesima in ogni suo personaggio.

Reinventarsi in un mondo in cui l’immagine fa la differenza è un’opportunità che non tutti hanno la possibilità o la volontà di cogliere.

Non parliamo di persone incastrate un’esistenza insoddisfacente, ma di vere e proprie artiste nel modificare aspetto fisico e atteggiamento per “emulare” un personaggio.

Sono come tu mi vuoi

I termini “costum” e “play” trovano una sintesi originale e caratteristica in un trend già noto da qualche anno.  

Il cosplayer, appunto, si sofferma su ogni minimo dettaglio per impersonare, anzi “immedesimarsi” in un protagonista di una serie TV, di un manga, di un cartoon, di un videogioco.

Delineare uno “spessore” umano ad un personaggio di fantasia diviene difficile nel momento in cui, oltre all’immagine, occorre ricalcane i tratti di personalità talvolta estremi e bizzarri.

Un’occasione imperdibile per denudarsi della propria personalità

Sono, oramai, molto diffuse, le occasioni “a tema” in cui creatività, capacità e passione fanno di una essere umano la rappresentazione più realistica dei sogni.

Sono in molti a partecipare a questa sorta di raduni e ad investire ingenti somme di denaro per acquisto di materiali e cosmetici necessari per la “trasformazione”

Semplice passione o necessità?

La motivazione di fondo non è univoca e non sempre si riduce alla semplice dimensione ludica.

Può, infatti, capitare di imbattersi in cosplayer che finiscono per “tatuarsi” addosso la pelle evanescente del loro mito, allontanandosi, irrimediabilmente, dalla vera natura.

Non voglio addentrarmi in questo tortuoso cammino psicologico, né rischiare di gettare ombre di un patologico inquietante sui colori intensi e “spensierati” del mondo della fantasia.

Le insidie della depersonalizzazione

Tuttavia è bene tener presente che ogni processo di immedesimazione può celare delle insidie, nel momento in cui si perde, per strada, frammenti del proprio essere per assorbirne altri che non ci appartengono.

Donne e uomini che si prestano ad una creatività che non tralascia alcun particolare ed in casi estremi ricorrono anche ad interventi “estetici” permanenti pur di impersonare l’dolo che “invade” il loro mondo reale, non altrettanto soddisfacente.
Unique Sora

Le incredibili trasformazioni di Unique Sora

Non è il caso di Unique Sora (aka Jasmine), cosplayer particolarmente abile e versatile nel riproporsi nelle più svariate vesti.

Non è un semplice hobby, Sora si impegna nella diffusione di questa passione nell’etnia mulatta di cui lei è parte integrante.

Passa da un personaggio all’altro con una disinvoltura tale da appannare il suo vero aspetto, più volte messo in discussione a causa di pregiudizi razziali.

Lei stessa dichiara che la sua immagine, condivisa sui socia, ha subito, di sovente, alterazioni grafiche non gradite; in molti cambiavano il suo colorito naturale allo scopo di renderla “occidentale.

Ogni abito nasconde un’anima nuda

Una passione che sostiene un messaggio di ben altro spessore: cambiare restando se stessi!

Nessun abito può essere più convincente della pelle in cui siamo cresciuti e alcun accessorio seduce di più dell’orgoglio con cui si indossa.

Must Read