MSC
Home LifeStyle Fashion Il foulard: accessorio sempre di moda

Il foulard: accessorio sempre di moda

Pur avendo attraversato gli anni è rimasto sempre presente nella moda come sinonimo di eleganza e perfezione. L’origine del foulard si perde nella storia.

Il foulard: una lunga storia di moda e dettagli

Le origini del foulard si perdono nella notte dei tempi; accessorio antichissimo visto che appare in Oriente, già in sculture cinesi della dinastia Chu mille anni prima di Cristo; mentre sono le statue di terracotta dell’esercito dell’imperatore Qin Shihuang a ricordarci come già nel III secolo a.C. la loro divisa comprendesse una specie di sciarpa morbida e spessa; di cui talvolta si indovinavano i vivaci colori. A Occidente è la Colonna Traiana del II secolo d.C. a raccontarci di come i soldati romani si proteggessero la gola dalle intemperie mediante il “focale”; una striscia di tessuto fermata da passanti; indumento che però, soldati a parte, era considerato femminile. I romani portavano anche il sudarium infilato alla cintura per detergersi il viso e il collo; e l’orarium legato al polso sinistro per manifestare tripudio al Circo Massimo, per applaudire i campioni o per sottolineare i passaggi migliori dell’arte oratoria.

Secondo alcuni studiosi del costume, il foulard per eccellenza trae però ispirazione dal foulard indossato dai soldati di Napoleone. Un accessorio maschile che comunque fa impazzire le suffragette dei primi decenni del secolo.

Ma la vera patria del foulard (dal provenzale ÒfoulatÓ, riquadro di stoffa) come lo intendiamo oggi nasce nel 1937, a Lione; grazie al genio di due produttori di sellerie e di accessori per l’equitazione, Emile Hermès e Robert Dumas. Il prodotto non era all’altezza delle aspettative qualitative dei due soci, che vennero tuttavia interrotti nella loro ricerca dalla guerra.E’ con il dopoguerra, nel 1948 che Hermès inizierà a produrre gli esclusivi ‘carrè”. Il foulard diventa voce importante anche nel prestigio delle griffe più affermate: in Francia le celebri Dior, Saint-Laurent, Chanel, Givenchy e Louis Vuitton. In Italia nomi antesignani del foulard d’autore sono stati Gucci, Ferragamo, Valentino e Roberta di Camerino; seguiti poi da tutti gli stilisti d’alta moda pronta, da Mila Schon ad Armani, a Ferrè.

Negli anni sessanta Audrey Hepburn portava il foulard annodato sotto al mento e spesso abbinato ad un paio di occhiali scuri; Jacqueline Kennedy in barca e Catherine Deneuve e Grace Kelly non ci rinunciavano mai facendone una vera e propria divisa. L’abitudine di portarlo sulla testa era anche di Sofia Loren. Forte di questo fascino retrò il foulard si ripresenta in questi ultimi anni sia sulle passerelle della moda, interprete privilegiato di un’eleganza senza tempo; sia incorniciato come quadro da collezione per abbellire ambienti di uffici, case e barche.

Ed oggi continua ad essere amato; accessorio che dà eleganza e tocco di personalità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

video

Eolie “Covid free”, Caudo: “Iniziativa straordinaria”

Un'iniziativa straordinaria. Così il presidente dell'Ordine dei Medici di Messina, Giacomo Caudo, definisce l'operazione Eolie "Covid free" che, a partire da Salina, nei...
video

Vaccino, Costa: “A fine agosto saremo al 70% della popolazione”

"L'obiettivo delle 500mila dosi somministrate è stato raggiunto. Se ragioniamo in questi termini, ogni mese vaccineremo 15 milioni di persone, e quindi a...
video

Imprese, a maggio previste 389 mila assunzioni

Sono oltre 389mila le assunzioni programmate dalle imprese per maggio. È quanto emerge dai dati del Bollettino mensile del Sistema informativo Excelsior, realizzato...
video

96 mila mamme hanno perso il lavoro nel 2020

In occasione della Festa della Mamma, Save the Children ha diffuso il 6° Rapporto "Le Equilibriste: la maternità in Italia 2021", da cui...

Draghi “Italia non è come dovrebbe essere, con Pnrr cambio di passo”

OPORTO (PORTOGALLO) (ITALPRESS) – “Già prima della pandemia la nostra società e il mercato del lavoro presentavano delle spaccature profonde, le diseguaglianze di genere...
video

Misiani “Un nuovo decreto per aiutare lavoro, imprese e professionisti”

“Il Senato ha approvato misure importanti, ora avanti con un nuovo provvedimento”. Lo dice il senatore del Pd Antonio Misiani.

Visco “Clima e pandemia problemi globali, serve cooperazione”

ROMA (ITALPRESS) – “Il cambiamento climatico e la pandemia sono i problemi globali più importanti dei nostri tempi. I due fenomeni sono correlati, in...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

La rinascita dei borghi tra storia, cultura e design

A cura dell'Arch. Marco Minichiello - Il crescente mercato del turismo sostenibile deve e può essere il valore aggiunto, la spinta...