MSC
Home La posta di Myra "Odio mia sorella, lei tutta perfettina e io..."

“Odio mia sorella, lei tutta perfettina e io…”

Odio mia sorella! E’ la mia bella copia, quella perfetta, quella impeccabile! Mi fa rabbia la sua pelle senza imperfezione, la sua linea perfetta nonostante cioccolata e bibite gassate. Non sopporto la sua voce quando racconta ai miei i suoi successi. Io, brutto anatroccolo, mi chiudo nel mio livore e mi sento ancora più brutta …

La risposta

“Odio” è un termine troppo forte per essere rivolto ad una sorella; inconsistente se ti soffermi a riflettere sul peso che gli dai. Vorrei solo offrirti uno spunto riflessivo: mi hai elencato tutte le caratteristiche che ti mettono al cospetto al tuo doloroso senso di inferiorità. Un malessere che ha, esclusivamente, a che fare con te, molto poco con tua sorella. Ti parlerei di “proiezione” rischiando di cadere in uno “sterile” tecnicismo o meglio nel “psicologichese”. Ti semplifico con una sana provocazione: e se tua sorella fosse uno specchio, cosa di quell’immagine vorresti per te? Ogni aspetto che di lei “odi” è quello che in te senti carente. Lavora, affinchè tu possa piacerti quanto “credi” che tua sorella piaccia al mondo. Anzi, pulisci il tuo specchio appannato e impara a cogliere quei riflessi solo tuoi che ti rendono unica.

Tua sorella ti sta facendo un piacere, aiuta a conoscerti nei tuoi riflessi ancora opachi! Impara a splendere e tua sorella sarà tua alleata nella conquista del tuo piccolo, grande mondo!

Carissima Myra, da un pò di tempo mi succede una cosa strana, qualcosa che proprio non riesco a tollerare. Quando mi siedo a tavola inizio a sentire mio marito che mastica i cibi come se fossero ferro e vetro. Mi pare di udire ogni frammento che di sgretola sotto i suoi denti. Iniziano a tremarmi le gambe dalla rabbia, vorrei prendere il suo piatto e farglielo ingoiare per intero, senza che passi per le sue fauci rumorose. Il momento del pranzo è diventato un supplizio e mio marito, d’un tratto diventa il peggiore dei miei nemici. Aiutami a capire cosa mi succede. Forse non amo più mio marito e questo è il primo segnale di insofferenza?

La risposta

Mia cara, sorrido non per sminuire la tua sofferenza, ma perchè, forse, posso dare un nome al tuo disagio. Non temere, non è in discussione il tuo trasporto emotivo nei confronti di tuo marito. Lui è il malcapitato bersaglio di un vero e proprio disturbo noto come “misofonia”. Leggi questo articolo al riguardo, ti chiarirà le idee…

Chiedi l’aiuto della dott.ssa Myra

La dott.ssa Myra accoglierà i dubbi che vi attanagliano, addolcirà, con voi, il volto delle paure, lenirà gli spigoli dei cuori infranti. Sarà preservato l’anonimato, qualora richiesto e l’attenzione che meritate.

Scrivete all’indirizzo: redazione@stylise.it e una risposta non tarderà ad arrivare!

Must Read

Coronavirus, Letta “Su riaperture decisione unanime”

ROMA (ITALPRESS) – “Quelle di oggi sono state decisioni prese unanimemente. Sono decisioni importanti che danno fiducia al Paese”. Lo dice il segretario del...

Moda: è un omaggio a Prato la nuova collezione di Eleonora Lastrucci

È un omaggio all'arte e alla preziosità della sua città, Prato, fonte di ispirazione per la Collezione "Un ballo in foglia d'oro". Nasce...
video

Covid, Letta “Decisione unanime dà fiducia al Paese”

"Quelle di oggi sono state decisioni prese unanimemente. Sono scelte importanti che danno fiducia al Paese". Lo dice il segretario del PD Enrico...
video

Covid, Tajani “Con Draghi incontro positivo”

"Abbiamo confermato la nostra posizione assolutamente favorevole alle decisioni per quanto riguarda le riaperture, ma e' giusto che si torni, la' dove si...

Recovery, Tajani “Giusto mantenere il tetto del 40% per il Sud”

ROMA (ITALPRESS) – “Abbiamo detto al presidente Draghi di essere favorevoli al mantenimento del tetto del 40% del Pnrr dedicato al Sud”. Così il...

Bagnaia sfreccia nelle seconde libere del Gp Portogallo, sesto Marquez

PORTIMAO (PORTOGALLO) – Francesco Bagnaia è stato il più veloce dopo la seconda sessione di prove libere del Gran Premio del...
video

Salvini “Chiediamo riaperture e soldi alle imprese”

"Soldi alle imprese direttamente sui conti correnti in base ai cali di fatturato, riaperture e ritorno alla vita in base...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

La rinascita dei borghi tra storia, cultura e design

A cura dell'Arch. Marco Minichiello - Il crescente mercato del turismo sostenibile deve e può essere il valore aggiunto, la spinta...