Erdi Shino: Mio padre morto a causa della malattia rara di Creutzfeldt-Jakob

0
378

La storia di Erdi Shino racconta l’amore di un figlio nei confronti di un padre venuto a mancare a causa di una malattia rara. Una testimonianza che tocca profondamente i cuori di molti e solletica le coscienze di tanti.

La vita di Robert Shino è stata strappata da un rara malattia: Creutzfeldt-Jakob. Un mostro latente che consuma piano piano la persona e non lascia possibilità di vita.

Robert Shino muore a causa della malattia di Creutzfeldt-Jakob

shino

Robert Shino, 59 anni è venuto a mancare il 9 aprile 2021, da solo senza l’affetto dei suoi cari. La malattia lo ha consumato pian piano. Tutto è iniziato tra agosto e settembre, quando Robert ha iniziato ad avere un apparente innocuo prurito sul corpo. Man mano perdita di memoria sulle piccole cose quotidiane, fino ad arrivare alla perdita della mobilità. Sintomi che inizialmente sono stati associati dapprima ad un Ictus, poi ad una Demenza Senile, per poi giungere al referto del 20 febbraio, in cui si riscontrava la malattia di Creutzfeld-Jakob.

Creutzfeldt-Jakob e la vita che si consuma pian piano

  • La malattia si manifesta solitamente spontaneamente, ma può essere causata dal consumo di manzo contaminato o da un gene anomalo ereditario.
  • Inizialmente, la maggior parte delle persone è confusa e ha problemi di memoria, poi i muscoli iniziano a contrarsi involontariamente e si perde la coordinazione.
  • La maggior parte delle persone muore nel giro di 4 mesi-2 anni.
  • La diagnosi può essere confermata con un elettroencefalogramma, un’analisi del liquido cerebrospinale e una risonanza magnetica per immagini.
  • Non esistono cure, ma i farmaci possono alleviare alcuni dei sintomi.

I sintomi iniziali più comuni della malattia di Creutzfeldt-Jakob (perdita di memoria e stato confusionale) possono assomigliare a quelli di altre forme di demenza, come la malattia di Alzheimer. Questi sintomi sono i primi a manifestarsi nella maggior parte delle persone con CJD, ma alla fine si sviluppano in tutti gli individui colpiti. Per altri il primo sintomo è la perdita di coordinazione muscolare (atassia). Nelle persone affette dalla variante della CJD, i primi sintomi tendono ad essere di tipo psichiatrico (come ansia o depressione), piuttosto che perdita di memoria.

I muscoli iniziano solitamente a contrarsi in modo involontario e rapido nei primi 6 mesi dopo l’insorgenza dei sintomi. I muscoli possono tremare e le persone possono diventare goffe e scoordinate. La deambulazione diventa instabile e barcollante. I movimenti possono essere rallentati. Può derivarne una compromissione del controllo dei muscoli in posture insolite, come rotazione del tronco o degli arti in avanti o di lato. I muscoli possono contrarsi quando allungati. Alcuni hanno allucinazioni e crisi convulsive.

La maggior parte delle persone con CJD muore entro 6-12 mesi dalla comparsa dei sintomi. Circa il 10-20% sopravvive per 2 anni o più. Chi è affetto da variante CJD di solito sopravvive per 18 mesi. Spesso la causa del decesso è la polmonite

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here