MSC
HomeIn EvidenzaUber lancia ScUber: tour sottomarini nella Barriera Corallina

Uber lancia ScUber: tour sottomarini nella Barriera Corallina

L’ultima novità di Uber lascia sicuramente sorpresi.

Il 27 Maggio l’azienda ha lanciato un servizio di trasporto sottomarino, che sarà disponibile nel Queensland, in Australia, per un breve periodo di tempo, fino al 18 Giugno.

Questo nuovo e strambo servizio si chiama ScUber.
Si tratta di un tour subacqueo tra le meraviglie della Barriera Corallina, utilizzando appunto l’app di Uber.

Basta scegliere un punto di partenza sulla terra ferma, proprio come si fa per le corse in auto.
Questa esperienza, che può essere prenotata tramite l’app da qualsiasi utente, prevede il trasporto in auto, sia andata che ritorno, un giro panoramico in elicottero fino all’Heron Island o Port Douglas e un’ora di esplorazione sottomarina a bordo dello ScUber.

Fin qui sembrerebbe tutto fantastico, ma questo tour ovviamente ha un prezzo che non è per nulla modico.

A differenza infatti del servizio classico di Uber, che praticamente funziona come un taxi, ma ha una modalità molto più pratica e veloce di prenotazione e abbassa di molto i costi di una qualsiasi normale corsa in taxi, per ScUber è il contrario.

Parliamo di cifre extra lusso. Infatti il tour ha un costo di 3000 dollari per due persone.
Ma che fosse un servizio non accessibile a tutti era facilmente intuibile.

L’iniziativa è in partnership con l’ente Tourism and Events Queensland, che ha lanciato anche un contest online che mette in palio un viaggio sottomarino per due.
Un progetto così particolare tuttavia va premiato e ha preso i passi da un’idea.

Infatti in una recente intervista è stata proprio Susan Anderson, General Manager di Uber Australia e Nuova Zelanda, a dichiarare: “Noi di Uber crediamo che le cose buone accadano quando le persone si muovono, sia che vadano “da A a B” nella loro città sia che realizzino un sogno vivendo la più grande meraviglia naturale del mondo, la Grande Barriera Corallina”.

Che gli ideatori di Uber avessero delle idee alquanto innovative ci sembrava già scontato, forse però dopo quest’ennesimo colpo di genio sarà il caso di ragionare sul fatto che aziende così devono essere di esempio a tutti.

Lanciare progetti nuovi, unici e realizzarli, continuando a crescere negli anni e rinnovandosi sempre, è il modello aziendale al passo coi tempi, quello giusto, attuale e vincente, che solo in questo modo può permettersi di sopravvivere in questo nuovo millennio.

Must Read