MSC
Home In Evidenza Tre ore di delirio nel mondo: i social network smettono di funzionare

Tre ore di delirio nel mondo: i social network smettono di funzionare

Per tre ore il mondo si è disconnesso. I più noti social network hanno smesso di funzionare.

Qualcuno vedrà sfumare la propria identità, altri si sentiranno così soli da essere costretti ad interagire con persone in carne ed ossa.

Momenti di delirio e di panico e tentativi di connessione fino ai crampi delle dita.

Sono stati avvistati gli ufo, ma in realtà era qualche disperato temerario che tentava di raggiungere il cielo nella speranza di intercettare un like.

Svenimenti e pallori diffusi, isterie tra gli amanti del selfie da postare.

Artisti per strada hanno cercato di immortalare questi momenti drammatici nella speranza di sostituirsi ad una diretta facebook.


Social network in prognosi riservata

Son stati fin troppo evidenti i malfunzionamenti dei social network; per 3 lunghissime ore Zuckerberg ha tradito la fiducia di tutte le vite che dipendono dalle sue “creature” sociali.

Facebook, Instagram e WhatsApp hanno presentato, dalle 12 di questa mattina alle 15 del primo pomeriggio diagnosi infauste con prognosi riservate.

Tuttora sconosciute le cause dei “facebookdown“, “instagramdown” e “whatsappdown“. Pare sia stata un’epidemia che ha colpito l’Europa intera fino a raggiungere il sud-est asiatico.

Restiamo in attesa di ulteriori notizie, onde scongiurare altre “tragedie” simili.

Oltre il web

Nel frattempo è stato avviato un complesso e stratificato filone di ricerca per indagare come, chi è rimasto sospeso per ben 3 ore, abbia passato il suo tempo.

Qualcuno, i casi più gravi, ha osato scrivere un’epistola ad un amico lontano.

Libri rispolverati che, tuttavia, si sono polverizzati al sole.

Si vocifera, addirittura che per strada incauti “passeggiatori” abbiano incrociato lo sguardo del loro interlocutore e ne siano rimasti ipnotizzati.

I ragazzi, a scuola, hanno stiracchiato le dita delle loro mani e hanno scoperto di averne cinque, tutte funzionanti.

Una nuova era ci attende: il telefono a gettoni e la penna sfera. Brrr, qualcuno sente già i brividi lungo la schiena.

SAVE THE ZUCKERBERG … per carità!!!

Must Read

I copriletto che trasformano i sogni dei vostri bimbi in realtà

Quando un bambino va a dormire sogna di essere un astronauta, un supereroe o una ballerina. Niente è impossibile nel sogno ma...

La casa in legno, da Leonardo da Vinci ai nostri Dì..

A cura dell'Arch. Marco Minichiello - Correva l'anno 1494 quando Leonardo da Vinci  progettò una casa mobile per il parco della duchessa...

Ad ogni sposa la sua acconciatura: tutte le tendenze del 2019

Lunghi, corti, raccolti o sciolti poco importa: l’acconciatura scelta nel giorno del matrimonio deve rappresentare la personalità della sposa.  Le acconciature...

Rinviata la vendita del Samsung Galaxy Fold: ecco i problemi del telefono che si piega

Doveva essere l'anno dell'assoluta novità nel campo della telefonia. Il Samsung Galaxy Fold, il telefono cellulare di nuova generazione che ha la...

Winnie the Pooh, zone d’ombra oltre i colori pastello

Ogni zona di luce accecante teme le tenebre. Il candore dai colori pastello di Winnie-the-Pooh  è tratteggiato da cornici di dolore che...