mercoledì, Aprile 17, 2024
HomeTrendBreaking NewsSi dà il via alla politica "no-smoke" sulle spiagge italiane

Si dà il via alla politica “no-smoke” sulle spiagge italiane

Dilaga la politica del “no-smoke” sulle spiagge italiane. Sulla scia di Porto Torres e di Stintino, numerose località aderiscono. Lo stop non ha solo il fine di tutelare la salute pubblica e rispettare i non fumatori, ma anche quello di diminuire l’impatto ambientale del turismo. Quindi divieto assoluto di gettare rifiuti prodotti dal fumo sul suolo e nelle acque.

Puglia

L’ordinanza antifumo firmata il 26 marzo arriva a pochi giorni da quella che ha messo al bando anche contenitori e stoviglie monouso in plastica. “Così a piccoli passi – spiega il sindaco di Bari – cerchiamo di rendere il territorio più vivibile”

Proprio nella città pugliese sarà vietato fumare in spiaggia. Dal 1° giugno Porto Cesareo mette al bando sigarette (e relativi mozziconi abbandonati) sulle spiagge date in concessione ai lidi o sulla spiaggia libera a 10 metri dalla battigia.

Il divieto sarà esteso anche alle aree soggette a una particolare tutela naturalistica, anche al fine di prevenire incendi, e in particolare nel parco regionale Palude del conte e duna costiera, nell’area marina protetta di Porto Cesareo, sul cordone delle dune e negli isolotti.

Porto Cesareo inoltre si dichiara, secondo l’ordinanza firmata dal sindaco Salvatore Albano, una città ‘no-smoke’. Sarà inoltre vietato fumare su tutto il territorio comunale in presenza di minori o donne incinte. In caso di violazione, scatteranno sanzioni dai 25 ai 500 euro.

Sardegna

La regione sarda vede numerosissimi i comuni portare avanti da anni politiche contro la plastica e le sigarette in spiaggia. “La plastica monouso sarà vietata da questa estate sulle spiagge di Badesi, Aglientu, Trinità d’Agultu e Vignola, Arzachena, Olbia, Loiri Porto San Paolo, e San Teodoro.

Nelle spiagge della Costa Smeralda – comprese tutte nel comune di Arzachena – la plastica monouso è diventato un ricordo da pochi giorni. Per il fumo il divieto sarà più leggero in quanto sono previste aree di tolleranza o, come nel caso di Olbia, i fumatori dovranno stare a più di otto metri dalla battigia quando avranno la sigaretta accesa.

All’elenco dei comuni galluresi dovrebbe aggiungersi entro poco tempo La Maddalena, pronta a vietare l’uso della plastica nelle spiagge di tutto l’arcipelago.

Lazio

Per quanto riguarda il Lazio, è vietato fumare sulle spiagge di Anzio, Ladispoli, Ponza, Sperlonga e Gaeta.

Must Read