A cura dell’Arch. Marco Minichiello – La parola “ Street Art” considerata nei suoi primi “scatti” come inquietudine giovanile, viene divulgata dai mass media, portandola all’attenzione del mondo giovanile, ma al tempo stesso allontanandola dal pensiero di una vera e propria forma d’arte, come se   questa forma di manifestazione artistica  rimanesse su una  linea sottile che separa l’arte dal vandalismo.

La street art evoluzione della “Pop Art” ( arte popolare) e della “Graffit Art”, si manifesta negli anni ’70 nella città di New York, e solo negli anni 2000 esplode all’interesse del pubblico, grazie anche a personaggi come Banksy; infatti con i suoi stencil sono stati stampati svariati libri a riguardo, rendendola la street art un’azienda di marketing.

Negli ultimi anni questa forma d’arte ha iniziato ad influenzare il panorama culturale, attraverso mostre, workshop in tutto il mondo, esposizioni, tanto da creare vere e proprie “star” del campo, a colpi di “spray”. Infatti veri Maestri dall’estro imprevedibile, hanno iniziato a creare opere di grandi dimensioni per un impatto visivo, ed emotivo notevole.

Vediamo, dunque, gli street artist  più famosi e influenti al mondo ;

Jorit Agoch

Artista italiano specializzato in street art principalmente a Napoli, ed conosciuto per i max-ritratti di personaggi famosi come Diego Armando Maradona, ed il Che.

Il  suo intento è quello di riqualificare aree periferiche e non solo.

Nei suoi murales sono “nascoste” delle scritte che tendono ad amplificare il significato delle sue opere spesso di protesta.

Banksy

Artista inglese rimasto – finora – anonimo, conosciuto in tutto il mondo per il forte carattere sociale e politico delle sue opere.

I suoi primi stencil sono apparsi negli anni novanta sui muri, nei suoi locali di Londra, ma nel decennio successivo hanno varcato i confini del Regno Unito, per diffondersi in tutta Europa. Oggi è uno degli street artist più famosi (e criticati) di tutto il mondo.

Invader

Artista francese, noto per i suoi riconoscibilissimi disegni che rimandano al videogame Space Invaders, famoso negli anni settanta. Le sue prime opere compaiono a Parigi, ma ben presto arriva ad ‘invadere’ ben sessanta città in tutto il mondo: le sue location preferite sono luoghi alti, ben visibili e di forte impatto.

Shepard Faire

Artista poliedrico, dedito non soltanto alla street art classica, ma anche molto attento alla politica: il suo appoggio alla campagna promozionale di Obama, attraverso la significativa opera Hope, lo ha reso uno dei personaggi più discussi, e a volte contestati, del panorama mondiale. Oggi gestisce anche la linea di abbigliamento dal marchio Obey

Miss Vann

Artista di origini francesi, trasferitasi in seguito in Spagna, realizza opere che vedono protagoniste conturbanti figure femminili, che ricordano a tratti le donne del Settecento. Il suo stile seducente e provocatorio l’ha resa una delle street artist più quotate al mondo negli ultimi tempi.

JR

Artista anticonvenzionale, divenuto celebre grazie alla particolarità delle sue opere, a metà tra un dipinto e uno scatto fotografico: JR, infatti, realizza gigantesche fotografie, che poi incolla – letteralmente – su muri, palazzi o ponti, con un risultato davvero unico e sorprendente. Le sue foto, piene di significato e passione, potrebbero farlo rientrare anche tra i fotografi più influenti dei nostri tempi.

Blu

Artista italiano conosciuto in tutto il mondo per le sue opere dal significato politico crudo e diretto; le immagini, così come le tematiche scelte, sono molto esplicite: scene di guerra, inquinamento, globalizzazione. Attraverso i suoi dipinti, mette a nudo tutto il marcio del capitalismo.

Clare Rojas

Predilige immagini astratte, figure geometriche dai colori accesi e linee dritte, inserendo solo di rado altri oggetti. È stata definita una delle street artist più innovative degli ultimi tempi e le sue opere la fanno rientrare tra gli street artisti più importanti del mondo.

Alice

Alice Pasquini, in arte AliCè, street artist italiana apprezzata in tutto il mondo – un po’ meno nel nostro paese, dove si è beccata addirittura una multa per aver ‘imbrattato’ un muro! Grande contestatrice, le sue opere toccano temi forti, con uno stile colorato, che a tratti ricorda quello dei fumetti.

Gonzalo Borondo

Gonzalo Borondo, di origini spagnole, è conosciuto per i suoi dipinti dai toni macabri e inquietanti, incentrati su corpi nudi, volti e scheletri, spesso appena abbozzati. Grazie al suo innegabile talento, Borondo è divenuto famoso a soli 18 anni, partecipando ad una manifestazione di street art ad Istambul.G

ROA

Concludiamo con ROA, artista originario del Belgio, che predilige animali e figure gigantesche in bianco e nero. I temi raffigurati si combinano alla perfezione con l’architettura della location e con le caratteristiche del luogo: gli animali scelti, ad esempio, sono spesso quelli tipici della zona geografica in cui opera. Grande viaggiatore, ROA ha contribuito a diffondere la street art anche nelle aree più remote e arretrate del pianeta.

Che sia una manifestazione giovanile, oppure una visione di pensiero molto varia ed alta, resta di fatto una espressione artistica intrisa di “luce” e di messaggi che conducono verso sentieri di libera interpretazione, ma che comunque lasciano sempre una emozione nell’ “IO” di ogni individuo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here