MSC
Home In Evidenza Co.N.A.P.I. : un sogno, un'idea.. diventata realtà

Co.N.A.P.I. : un sogno, un’idea.. diventata realtà

La storia e i servizi di Co.N.A.P.I. Nazionale

Co.N.A.P.I. – Confederazione Nazionale Artigiani e Piccoli Imprenditori
è una Confederazione Sindacale Datoriale riconosciuta dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali come Confederazione Datoriale a “Carattere Nazionale” ; in data 28/10/2010 con prot.5/IV/0022123/MA002A003 ai sensi della legge 11/1973.

Co.N.A.P.I. nasce nel 2006 per la volontà dei suoi fondatori di realizzare un’organizzazione sindacale datoriale che promuovesse in maniera efficace, welfare; servizi aziendali e sicurezza nei luoghi di lavoro; differenziandosi dalla consuetudine di affiancare quel settore dell’imprenditoria rappresentata dalle piccole e medie imprese in maniera sterile e virtuale; senza fornire veri strumenti e opportunità di crescita.

Piccole e Medie Imprese: la forza trainante dell’economia Italiana

Le Piccole e Medie Imprese, le cosiddette PMI, costituiscono la forza trainante dell’economia Italiana; e sono costrette ad affrontare numerose difficoltà che ne rallentano la crescita o ne riducono i cicli di vita e ne limitano gli exploit produttivi.

La sfida di Co.N.A.P.I. consiste nel valorizzare il ruolo della datorialità, promuovere il Sistema della Bilateralità; e avvalersi di professionalità ed innovazioni tecnologiche per supportare le aziende nel fronteggiare le difficoltà quotidiane del fare impresa e del produrre reddito e profitto.

Obiettivo Co.N.A.P.I. Nazionale : eccellere in Welfare, Servizi Aziendali e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro

La Confederazione ha, pertanto, l’ambizioso e non semplice obiettivo di eccellere in Welfare, Servizi Aziendali e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro; e, a tal fine, ha intrapreso una politica di partnership con realtà consolidate ed emergenti in questi settori; in modo da poter garantire sempre qualità, efficacia ed efficienza a qualsiasi interlocutore.

Una realtà consolidata che abbraccia circa 14.000 aziende e 44.000 dipendenti

Co.N.A.P.I. è una realtà consolidata che abbraccia circa 14.000 aziende e 44.000 dipendenti; e conta su una rete territoriale composta al momento da 170 sedi, che supportano le aziende fornendo servizi e assistenza attraverso l’adesione al Sistema della Bilateralità; e in conformità alla politica di associazionismo perseguita da Co.N.A.P.I., che mette i fabbisogni aziendali al primo posto nell’ottica dell’ottenimento di una crescita costante e comune; e di uno sviluppo della qualità dei servizi forniti; creando partnership con realtà consolidate ed emergenti in modo da poter garantire sempre qualità, efficacia ed efficienza a qualsiasi interlocutore.

Oggi Co.N.A.P.I. è parte costituente di 4 Enti Bilaterali convenzionati con l’INPS per la riscossione dei contributi di adesione al Sistema della Bilateralità. Co.N.A.P.I. è Parte costituente dell’O.P.N. Co.N.A.P.I. Organismo paritetico Nazionale, costituito ai sensi dell’Art. 2 comma 1 lett. ee) del D.Lgs. 81/08 e s.m.i..

Inoltre la Confederazione è firmataria di 34 Contratti Collettivi Nazionali del Lavoro assieme a diverse sigle sindacali; ed ha istituito, tramite gli Enti Bilaterali di cui è parte costituente, le Commissioni Nazionali per la Certificazione dei Contratti; ai sensi dell’articolo 76, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 276/2003.

170 sedi in 17 regioni italiane

Il processo di crescita ed espansione della Confederazione è giunto al punto di contare ben 170 sedi (tra sedi dirette e sportelli lavoro); diffuse in 17 regioni italiane.

Co.N.A.P.I. offre una serie di servizi tra i quali la sicurezza sul lavoro ai sensi del D.Lgs.81/08, formazione, contrattazione collettiva; la consulenza per la redazione dei Modelli Operativi Gestionali e quella legata all’applicazione del Regolamento Europeo 679/2016 (GDPR), riguardante la Privacy. Inoltre la Confederazione ha costituito le Commissioni di Certificazione dei Contratti ex D.Lgs.81/08 in seno ai propri Enti Bilaterali e l’Organismo Paritetico Nazionale.

Come tutte le confederazioni, Co.N.A.P.I. si configura come un ente che opera anche nei campi del welfare generato dalla Contrattualistica di 2° Livello. Infatti il ruolo attivo di Co.N.A.P.I. all’interno degli Enti Bilaterali, permette alla Confederazione di garantire alle imprese aderenti una efficace rete di servizi per il lavoro.

Co.N.A.P.I. Nazionale e Fenapi

Il 21 febbraio 2019 è stato sottoscritto l’accordo quadro tra Co.N.A.P.I. Nazionale Fenapi; con il quale le parti hanno concordato di collaborare al fine di creare una proficua sinergia diretta a promuovere le attività del fondo interprofessionale Fondo Conoscenza; presso le aziende iscritte alla Confederazione.

Fondo Conoscenza

Fondo Conoscenza è un fondo paritetico interprofessionale nazionale per la Formazione Continua autorizzato ad operare con D.D. 54/Segr.D.G./2015 del 02/03/2015, promuove e finanzia piani formativi finalizzati all’acquisizione e allo sviluppo delle competenze professionali dei lavoratori.

L’ XI Commissione (Lavoro pubblico e privato) della Camera dei Deputati

Co.N.A.P.I., a testimonianza dell’importanza assunta dalla Confederazione nel panorama nazionale delle organizzazioni di rappresentanza datoriale, è stata convocata presso la XI Commissione (Lavoro pubblico e privato) della Camera dei Deputati; per procedere ad una audizione nell’ambito dell’esame delle proposte di legge Polverini e Gribaudo; in materia di rappresentanza sindacale nei luoghi di lavoro, di rappresentatività delle organizzazioni sindacali e di efficacia dei contratti collettivi di lavoro; nonché delega al Governo per l’introduzione di disposizioni sulla collaborazione dei lavoratori alla gestione delle aziende, in attuazione dell’articolo 46 della Costituzione.

Nessun fine di lucro

La Confederazione Nazionale Artigiani e Piccoli Imprenditori non si prefigge fini di lucro e ispira la sua azione all’adozione di misure che sono intese a valorizzare le attività del panorama economico italiano in genere; da parte di imprenditori, artigiani, commercianti, professionisti, lavoratori autonomi in attività ed in pensione; nonché consumatori in tutte le loro espressioni; perseguendo anche il pieno riconoscimento di quei lavori morali e culturali che sono fondamento e alimento della civiltà dei popoli.

Com’ è nata questa associazione

Ogni volta che nasce un’associazione di rappresentanza essa si fonda e si cementa, inevitabilmente, su un aggregato di interessi; che poi danno vita e forma all’iniziativa.

E’ qui che si situa la diversità della Confederazione Nazionale Artigiani e Piccoli Imprenditori (Co.N.A.P.I.) che è nata, invece, per appagare un sogno e coltivare una speranza che facevano capolino tra magici borghi medievali, fiumi impetuosi, valli e colline verdeggianti, macchiate da uliveti e vigneti; che invocano da sempre una richiesta di tutela e di crescita.

I processi migratori degli anni sessanta e settanta del XX secolo avevano desertificato campagne e paesi, nel Mezzogiorno d’Italia; lasciando in eredità disperazione e lacrime che nemmeno una discussa industrializzazione era riuscita a mitigare.

Il sogno e la speranza hanno alimentato la volontà e la tenacia di una generazione; che guardano alla crescita delle aziende; e alla nascita di nuovi lavori come aghi di una bussola per restare in una terra; che, invece, ha avuto sempre bisogno di essere irrorata di nuove volontà e di nuove energie.

Creare regole chiare che facessero convivere e coniugare gli interessi delle imprese con le necessità dei lavoratori; fondare strutture ed associazioni per offrire approdi più sicuri ad un mondo in cerca di una via di riscatto è stato il sogno di ragazzo perseguito in età matura.

La sede di Passo di Mirabella (Av) in Via Nazionale, 183

Sogno e speranza diventate realtà al servizio del mondo delle imprese e di quello dei lavoratori

Dott. Basilio Minichiello

Il sogno di Basilio

Basilio è cresciuto sul crinale dei sogni e delle speranze diventate certezze dopo aver messo sullo stesso terreno, in tutta Italia, intelligenze e capacità di una umanità variegata e ricercata; come un novello Diogene.

La sede di Napoli, Centro Direzionale Isola A3

Il perimetro dei sogni e delle speranze è stato riempito da personalità di valore, di ingegno; e dalle spiccate qualità umane che, nella diversità, hanno conferito forza e solidità al progetto condiviso. Le orme che Basilio e l’intero mondo della Confederazione hanno impresso sul terreno della rappresentanza, all’interno del mondo del lavoro e delle relazioni sindacali, sono ormai molto profonde; al punto che l’incedere si mostra qualche volta difficoltoso e anche doloroso, ma anche più solido, più duraturo e più capace di centrare gli obiettivi. Forza, coraggio, sensibilità, professionalità e visione del futuro non servono a combattere una battaglia di provincia; ma servono per offrire un porto sicuro ad una comunità imprenditoriale nazionale; angustiata da una economia e scelte che molto spesso generano difficoltà, preoccupazioni e paure.

Il riconoscimento di “Confederazione Datoriale”

Il primo obiettivo che la Confederazione ha conseguito è stato quello di del riconoscimento quale Confederazione Datoriale; avente carattere nazionale qualificata come “maggiormente rappresentativo” dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali in data 28/10/2010 prot.5/IV/0022123/MA002A003 ai sensi della legge 11/1973. La Confederazione Nazionale Artigiani e Piccoli Imprenditori (Co.N.A.P.I.) è stata costituita nel 2010 a seguito della trasformazione dell’Associazione Panettieri Italiani (A.P.I.), a sua volta costituita nel 1994.

L’Ente Bilaterale Nazionale per il settore Artigianato e Terziario (E.Bi.N.Ar.T.)

Co.N.A.P.I., in accordo con l’Unione Generale del Lavoro (UGL) e l’Associazione Cristiana Artigiani Italiani (A.C.A.I.), il 17 luglio 2012 ha costituito l’Ente Bilaterale Nazionale per il settore Artigianato e Terziario (E.Bi.N.Ar.T.) autorizzato ad operare il 21/01/2013.

Un accordo importante che ha dato vita ad importanti strumenti per intervenire a sostegno della corretta vita all’interno delle aziende

L’ accordo è stato importante non solo perché ha dato vita ad importanti strumenti per intervenire a sostegno della corretta vita all’interno delle aziende; ma soprattutto perché si è registrato la convergenza di più associazioni in una politica sindacale comune; finalizzata a creare il contesto giuridico idoneo per implementare attività formative professionali; da cui è scaturita la costituzione in data 17/01/2013 del fondo interprofessionale denominato “EuroFondo”.

Il 26/10/2015 l’assemblea dei soci di Co.N.A.P.I. ha approvato il nuovo statuto nel quale oltre a far emergere come la Confederazione non si prefigga alcun fine di lucro; vengono in evidenza soprattutto le esigenze e le aspettative del mondo imprenditoriale e pertanto la Confederazione ha scelto di “valorizzare, diffondere e tutelare le attività economiche nell’interesse delle categorie imprenditoriali – professionali e dei consumatori”; nonché “di curare gli interessi collettivi degli associati e delle categorie rappresentate nel preciso intento di : a) stipulare accordi nazionali di lavoro…b) intervenire nelle attività vertenziali per promuovere le composizioni delle liti rispetto a soggetti sia pubblici che privati…”.

La formazione professionale

Un’attenzione del tutto particolare la Confederazione ha voluto dedicarla alle attività legate alla formazione professionale; al fine di far crescere la cultura aziendale e consentire; attraverso una migliore qualificazione delle maestranze, del management e delle proprietà una crescita del valore delle stesse imprese.

 Il 10 maggio 2016 la Confederazione ha costituito l’Ente Bilaterale Confederale (E.Bi.Conf.) con il sindacato del lavoratori Confintesa e nel maggio 2017 con C.Na.L. l’Ente Bilaterale Nazionale Confederale (E.Bi.N.Conf.) e l’Ente Bilaterale dei Lavoratori (E.Lav.). Attualmente sono ben nove gli Enti Bilaterali autorizzati dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (i 4 di cui sopra hanno già il codice per la riscossione dei contributi al Sistema della Bilateralità); ai quali la Confederazione partecipa come costituente in qualità di soggetto datoriale.

Basilio Minichiello
Ingegner Sandro Vestita
Dott.ssa Italia Speranza
Giornalista Elisa Forti
Responsabile sicurezza Antonio Annichiarico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Bookolica 2021: il festival dei lettori creativi torna in Sardegna

Dal 10 al 12 settembre 2021 torna a Tempio Pausania in Sardegna “Bookolica – il festival dei lettori creativi” con un ricco calendario di eventi...

Mattarella “Grato a tutti gli italiani per gli auguri e l’affetto”

ROMA (ITALPRESS) – “Sono molto grato alle concittadine e aiconcittadini che oggi hanno voluto cortesemente rivolgermi – conlettere, mail e sui social – gli...
video

Unpli “bene green pass per sagre ma chiediamo regole certe”

"Siamo favorevoli all'utilizzo del green pass per le sagre, ma alcuni punti vanno precisati. Ci voglio regole certe per evitare di avere problemi...
video

Microcredito, Raggi “aiutiamo le persone a non cadere nell’usura”

"Se la banca non dà prestiti, l'alternativa è l'usura. Non volevamo che il Covid uccidesse anche dal punto di vista economico oltre che...
video

Microcredito, Baccini “Roma passa dalle promesse ai fatti”

"Oggi Roma non celebra una promessa ma la sua realizzazione, si passa dalla poesia della promessa alla prosa dei fatti. Ad oggi siamo...
video

Amministrative Milano, Sala “Appoggio M5S al ballotaggio? Vedremo”

Amministrative Milano, Sala “Appoggio M5S al ballotaggio? Vedremo”. "Appoggio del Movimento 5 stelle ad un eventuale ballottaggio? Vedremo più avanti”. E' la risposta del sindaco...

Centrodestra, Meloni “Continuo a crederci, chiediamo rispetto”

ROMA (ITALPRESS) – “La questione Rai e quella dei rapporti con gli alleati non sono collegate. Continuo a credere nel centrodestra, quello che voglio...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

La rinascita dei borghi tra storia, cultura e design

A cura dell'Arch. Marco Minichiello - Il crescente mercato del turismo sostenibile deve e può essere il valore aggiunto, la spinta...