MSC
Home In Evidenza Bran Castle, una meta per gli amanti del conte Dracula

Bran Castle, una meta per gli amanti del conte Dracula

Il personaggio del Conte Dracula è stato sempre avvolto da un’aurea macabra di mistero. Padre del famoso e tanto discusso personaggio fu l’irlandese Bram Stoker, autore del romanzo gothic-horror “Dracula”.

Nel romanzo, la descrizione perfetta e minuziosa del castello del conte Dracula, ci riporta alla mente una dimora in Romania: il castello di Bran.

Tale castello conosciuto ai più come il Castello di Dracula, è la fortezza più famosa e visitata della Transilvania e si trova a Bran, a pochi chilometri dalla città di Brasov. Costruito nel ‘300 da Ludovico I D’Angiò come posto di guardia, è arroccato su una parete rocciosa all’interno di una stretta gola. Questo ambiente drammatico e spettacolare ha aiutato ad accrescere l’alone di mistero e di leggenda che lo avvolgono.

L’architettura del Castello di Bran si è evoluta nel corso dei secoli ma sono i caratteri gotici, le scalinate strette e tortuose, le camere a graticcio, i passaggi sotterranei e le torri che gli conferiscono un sapore misterioso e affascinante.

La leggenda

Due sono le figure più infami della storia rumena che hanno ispirato il personaggio del conte Dracula: Vlad l’Impalatore e la Contessa Elizabeth Bathory.

In primis il figlio di Vlad Dracul, Vlad Tepes Dracula o Vlad l’Impalatore così come è meglio conosciuto. Dracula, è una sorta di soprannome che significa cattivo sangue o figlio di Satana. Vlad combatté contro l’invasione ottomana nel XV secolo.

Egli, noto per la sua estrema bestialità, fu responsabile di una “foresta” fatta di paletti di legno su cui venivano impalati i suoi nemici. Rimasero lì per settimane al fine di scoraggiare gli ottomani che si avvicinavano alla Romania e apparentemente funzionò.

Tuttavia, Dracula – il personaggio principale del romanzo di Bram Stoker non ha molto in comune con Vlad (tranne che per la sua insoddisfatta sete di sangue) e Vlad, a sua volta, non ha niente a che fare con il castello di Bran. Sicuramente non ha vissuto lì ed è improbabile che l’abbia mai visitato.

Poi abbiamo la Contessa Elizabeth Bathory che è stata anche una grande fonte d’ispirazione per il personaggio del Conte.

Elizabeth Bathory fu responsabile della tortura e dell’uccisione di centinaia di giovani donne tra il 1585 e il 1610. Ella aveva atteggiamenti tipici dei vampiri:beveva e faceva il bagno nel sangue delle giovani vergini credendo di poter raggiungere l’eterna giovinezza.

La famiglia Bathory governò la Transilvania come un principato indipendente del Regno d’Ungheria, quindi non affrontò mai un processo per gli omicidi. Sebbene non siano state processate, le autorità l’hanno in seguito imprigionata fino alla morte.

“All’improvviso mi resi conto del fatto che l’autista stava infatti tirando su i cavalli nel cortile di un vasto castello in rovina, dalle cui alte finestre nere non provenivano raggi di luce, e le cui merlature rotte mostravano una linea frastagliata contro il cielo illuminato dalla luna. “

Bram Stoker, Dracula

Must Read

Svizzera, gallo condannato dal tribunale

A causa dei rapporti di vicinato difficili alcune persone hanno fatto causa a un gallo e l'hanno vinta. Un tribunale svizzero ha...

Il regime delle agevolazioni fiscali sulla prima casa

Il momento dell'acquisto della prima casa è molto importante. Gli oneri fiscali che gravano al momento dell'acquisto di...

In ricordo dell’intramontabile Andrea Camilleri: grazie

Solo uno scrittore A cura di Monica Cecere. Se Andrea Camilleri fosse stato solo uno scrittore – di successo certo...

Il ritorno di Gossip Girl, alla scoperta del nuovo cast

"Buongiorno Upper East Side, sono Gossip Girl e devo darvi una notizia sensazionale" Da un paio di giorni si...

I 50 anni dell’uomo sulla Luna: il ricordo di un pezzo di storia

A cinquant'anni dal primo atterraggio sulla Luna. Armstrong fu il primo-grande uomo a compiere il primo-grande passo dell’umanità, posando il piede sulla...