MSC
Home In Evidenza 125 anni fa, la prima Gazzetta dello Sport

125 anni fa, la prima Gazzetta dello Sport

A Milano, il 3 aprile del 1896 esce nelle edicole il primo numero della Gazzetta dello Sport. Il giornale è nato grazie a due giornalisti Eugenio Camillo Costamagna e Eliso Rivera; e vide luce grazie alla fusione di due periodici, dei quali i giornalisti erano direttori, che trattavano unicamente di ciclismo; rispettivamente il settimanale Il Ciclista e il bisettimanale La tripletta, che erano nati, entrambi, l’anno precedente. Fu così che prese vita la Gazzetta, il cui nome originario era la Gazzetta dello Sport – Il ciclista e la Tripletta.

Lo sport più seguito di fine ‘800? Il Ciclismo!

Il giornale esce il lunedì e il venerdì di ogni settimana; visto che la maggior parte delle gare si svolgono nel fine settimana e il mercoledì o il giovedì. Sulla scia dei fogli da cui nasce, anche la Gazzetta tratta maggiormente di ciclismo; lo sport più seguito a fine ‘800. l primo numero della testata uscì sul mercato con 20 mila copie e costava 5 centesimi di lire.

Arrivano le pagine rosa sulla Gazzetta…

Tuttavia, bisogna aspettare ancora tre anni per vedere le pagine rosa sugli scaffali delle edicole. Il look iniziale del giornale è, infatti, caratterizzato da pagine verdi. Questo almeno fino al 4 settembre del 1896, quando le pagine vengono colorate di giallo. Il nuovo look non è destinato a durare molto e, il 1 gennaio 1897, si ritorna al colore verde. Gazzetta dello Sport rimane di quel colore fino al 2 gennaio 1899; anno in cui viene lanciato il nuovo look a cui il quotidiano ci ha abituati.

Negli anni, la rosea ha aumentato notevolmente gli argomenti da trattare, dedicando ampio spazio al calcio. Da 124 anni ci accompagna nelle vicende sportive, dagli incredibili duelli tra Coppi e Bartali a quelli valsi uno scudetto; dai Mondiali alle Olimpiadi, dalle peggiori sconfitte alle più sensazionali vittorie di tutti gli Azzurri.

…dopo il primo numero su carta verde!

Non è chiarissimo perché il primo numero fu stampato su carta verde; Gazzetta dice che il motivo potrebbe essere stato economico, perché far “sbiancare” la carta costava più che mantenerla del colore verde chiaro. Altri fanno notare che il verde chiaro era anche il colore del Ciclista.

Ci sono un paio di eccezioni, però, nell’era moderna. La “rosa” torna a essere verde il 16 dicembre del 2004 per una bella iniziativa; quel giorno, il giornale aveva accettato la proposta di Shrek2 e del suo distributore, United International Pictures, di cambiare colore per un gesto di solidarietà; una parte del ricavato è stata devoluta al reparto pediatrico dell’Istituto dei Tumori di Milano. Il giornale svestiva per un giorno il rosa per promuovere un cartone animato che ha fatto divertire bambini di tutto il mondo; e nello stesso tempo voleva essere vicino a tanti bambini provati dalla malattia. In quell’occasione, furono raccolti e consegnati 120.000 euro.

Successivamente l’11 giugno 2014 è uscita su carta azzurra – come il colore della maglia della Nazionale – per segnalare l’inizio dei Mondiali di calcio; il 28 luglio dello stesso anno è uscita su carta gialla per festeggiare la vittoria del ciclista Vincenzo Nibali al Tour de France (il giallo è il colore della maglia che indossa il primo in classifica durante il Tour de France). Verde è stata anche la prima pagina del numero del 3 aprile 2016, per festeggiare i 120 anni dall’uscita del primo numero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Coronavirus, Letta “Su riaperture decisione unanime”

ROMA (ITALPRESS) – “Quelle di oggi sono state decisioni prese unanimemente. Sono decisioni importanti che danno fiducia al Paese”. Lo dice il segretario del...

Moda: è un omaggio a Prato la nuova collezione di Eleonora Lastrucci

È un omaggio all'arte e alla preziosità della sua città, Prato, fonte di ispirazione per la Collezione "Un ballo in foglia d'oro". Nasce...
video

Covid, Letta “Decisione unanime dà fiducia al Paese”

"Quelle di oggi sono state decisioni prese unanimemente. Sono scelte importanti che danno fiducia al Paese". Lo dice il segretario del PD Enrico...
video

Covid, Tajani “Con Draghi incontro positivo”

"Abbiamo confermato la nostra posizione assolutamente favorevole alle decisioni per quanto riguarda le riaperture, ma e' giusto che si torni, la' dove si...

Recovery, Tajani “Giusto mantenere il tetto del 40% per il Sud”

ROMA (ITALPRESS) – “Abbiamo detto al presidente Draghi di essere favorevoli al mantenimento del tetto del 40% del Pnrr dedicato al Sud”. Così il...

La Matematica dei Rami, il nuovo album di Max Gazzè

La Matematica dei Rami, un'alchimia di suoni racchiusi in un album che ne promette delle belle. E anche questa volta Max Gazzè...
video

Covid, De Meo “Migliorare il green pass”

Covid, De Meo "Migliorare il green pass". Per l'eurodeputato di Fi "il certificato non sarà da solo la soluzione per fare ripartire l'economia. Avanti con...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

La rinascita dei borghi tra storia, cultura e design

A cura dell'Arch. Marco Minichiello - Il crescente mercato del turismo sostenibile deve e può essere il valore aggiunto, la spinta...