MSC
Home Food e Drink Spirulina, la super bevanda degli astronauti prodotta ad Acciaroli

Spirulina, la super bevanda degli astronauti prodotta ad Acciaroli


Spirulina è la super bevanda prodotta ad Acciaroli che la NASA ha adottato come alimento per gli astronauti e che tutti definiscono l’alimento del futuro.

Realizzata in uno stabilimento all’avanguardia, è individuata come “pasto” completo dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti d’America (USDA), in una visione più lungimirante, prevede un utilizzo della spirulina sempre più diffuso e frequente fino a definirla com “alimento del futuro”.

Spirulina al microscopio

Un“superfood” a base di un cianobatterio del genere Arthrospira, erroneamente identificato come “alga”.

E’ considerato un elisir di lunga vita dotato di straordinarie proprietà benefiche per la salute dell’uomo.

Spirulina: il superfood del futuro

Un super alimento che contiene dal 51% al 71% di proteine; viene, infatti, considerato un’alternativa proteica da proporre a soggetti con carenze nutrizionali. Comprende, inoltre, tutti gli amminoacidi essenziali oltre a vitamine B1 (tiamina), B2 (riboflavina), B3 (nicotinamide), B6 (piridossina), B9 (acido folico), vitamina C, vitamina D, vitamina A e la vitamina E.

La spirulina è, inoltre, una fonte di potassio, calcio, cromo, rame, ferro, magnesio, manganese, fosforo, selenio, sodio e zinco.

Contiene quasi tutti gli amminoacidi essenziali (che il nostro organismo non produce spontaneamente) fondamentali per la formazione di svariate molecole organiche e delle stesse proteine.

Spirulina, alleata della salute umana e ambientale

L’interesse scientifico crescente nei confronti della spirulina è, in ogni caso, dovuto anche alla sua capacità di raddoppiare, in condizioni ottimali, la sua biomassa ogni 2-5 giorni.

Una ricaduta da non sottovalutare sia sulla “salute” umana che ambientale. Una consapevolezza anche tra i ricercatori italiani che si sono organizzati per la sua produzione.

Ad Acciaroli, la startup innovativa “AlghePAM“, è nota per la “proliferazione” di microalghe e per una sensibilità per le tematiche ecosostenibili; l’atmosfera cattura circa 2 kg di CO2 per ogni kg di biomassa prodotta riducendo l’impatto dei gas sul surriscaldamento della terra.

AlghePAM, una startup italiana

Una “fortunata” iniziativa dell’appassionato biologo marino, Edoardo Leggieri, che si occupa, personalmente di assicurare la qualità del prodotto.

L’azienda si distingue per le sue metodologie innovative ed affidabili; ricorre ai fotobioreattori per la realizzazione di un sistema “chiuso” capace di massimizzare la qualità e la purezza della spirulina.

E’ una tecnica alternativa più efficace rispetto al classico sistema “aperto” basato sull’uso di vasche “open pound

I fotobioreattori promuovono una qualità del prodotto decisamente elevata; la coltura è tutelata dalla contaminazione di elementi nocivi ambientali.

Il sistema, inoltre, oltre ad occupare spazi ridotti, consente di annullare completamente l’effetto evaporazione con un ulteriore risparmio idrico di circa il 20% in meno rispetto il sistema aperto.

L’azienda, inoltre, si preoccupa di “recuperare” l’acqua depauperata dai nutrienti per l’accrescimento della spirulina, riutilizzata per irrigare ulteriori produzioni.

Il dott. Leggieri garantisce la qualità del prodotto con un controllo quotidiano della coltura affinché i valori nutrizionali siano sempre ottimali.

Costanti e puntuali analisi microbiologiche, effettuate da laboratori accreditati dal Ministero della Salute, assicurano la qualità dei lotti di produzione; questi ultimi devono risultare liberi da metalli pesanti e da qualsiasi adulterazione.

Chissà che la spirulina non diventi un piatto tradizionale della cultura italiana, magari come condimento della pizza o della pasta …

Must Read

H&M Group e Ikea si uniscono per uno studio sui materiali riciclati

Il Gruppo H&M e il gigante del mobile Ikea si sono uniti per condurre uno studio su larga scala sui tessuti riciclati....

Netflix pronta ad una task force contro la condivisione della password

La piattaforma streaming più famosa al mondo è pronta a reprimere la condivisione delle password. La pratica che su Netflix con un...

Tiffany & Co. lancia il calendario dell’avvento da 112.000 dollari

Attendere il Natale è sempre qualcosa di unico e il calendario dell'avvento è una tradizione da rispettare in tantissimi paesi. Scoprire ogni...

Juventus, ci pensa Dybala. Troppo City per la Dea

Archiviata la prima giornata del terzo turno di Champions League con due italiane in campo. Juventus e Atalanta hanno avuto destini differenti...

Monache buddiste in bici sull’Himalaya contro il traffico di anime

Monache che si spingono fino all'azione per comunicare con un mondo che ha radici marce e fragili; sono in 500 a raggiungere...