MSC
Home LifeStyle L'app TooGoodToGo: risparmiare e non sprecare in un solo gesto

L’app TooGoodToGo: risparmiare e non sprecare in un solo gesto

Un mondo senza sprechi alimentari è possibile. E quest’ app è il modo più semplice per diventare protagonisti della lotta antispreco! Basta scaricarla gratuitamente e così salvare il cibo rimasto invenduto (ma ancora buonissimo!) nei propri negozi preferiti aderenti, nella zona in cui si vive. A un prezzo fantastico si può mangiare e, allo stesso tempo fare del bene al nostro pianeta.

Come funziona l’app

Ideata da una start-up danese, permette a chi la scarica di mettersi in contattato con attività commerciali che offrono prodotti invenduti a prezzi scontati. L’app è già un successo, visto che in questi mesi hanno superato il milione di box distribuite. Le attività aderenti ogni giorno mettono a disposizione alcune confezioni contenenti prodotti freschi rimasti invenduti – le magic-box; – che si possono prenotare tramite l’app e pagare con carta di credito. Il regolamento di questa iniziativa prevede che non ci sia la possibilità di scegliere – la magic-box è una sorpresa; – e che gli alimentari siano venduti a un terzo del prezzo intero. La maggior parte di queste confezioni costa 2,99, 3,99 o 4,99 euro.

Le attività che aderiscono sono, per la maggior parte, panetterie, pasticcerie, caffetterie, negozi di alimentari freschi e catene di supermercati. A Ferrara sono una trentina, ma in una città grande l’offerta è molto più varia e interessante. “L’attività di Too Good To Go in Italia è partita da Milano con 60 attività aderenti, nel marzo 2019 – racconta Roberto Bove, Business developer della città Metropolitana di Milano;– e adesso sono più di 600. La risposta da parte dei consumatori è molto soddisfacente, in continua crescita. Dall’inizio sono state vendute 170mila confezioni.”

La motivazione principale per gli acquirenti è chiaramente il risparmio. E per gli esercenti? “Gli esercenti aderiscono per tre ordini di motivi, – dice Bove – innanzitutto il vantaggio economico, anche se piccolo; poi, sicuramente, la leva pubblicitaria: in questo modo le attività aderenti raggiungono nuovi clienti che, se lavorano bene, possono fidelizzare. Dato poi che non si tratta di un delivery ma è necessario recarsi fisicamente nel punto vendita, è più facile creare nuovi rapporti di fiducia; contando anche sul fatto che in buona parte si tratta di negozi di prossimità. Il terzo aspetto, da non trascurare, è l’attenzione alla salvaguardia ambientale, e quindi il contrasto al problema dello spreco di cibo.”

Le box possono essere un’idea interessante anche per la pausa pranzo; perché oltre a caffetterie e bistrot aderiscono piccoli ristoranti specializzati in insalate, panini o cucina etnica. Scarichiamo tutti TooGoodToGo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Longo Borghini ancora di bronzo “Prima o poi vincerò un oro”

TOKYO (GIAPPONE) (ITALPRESS) – L’upgrade non c’è stato ma, per come si era messa la corsa, va benissimo così. Come cinque anno fa a...

Papa Francesco “Tra giovani e anziani una nuova alleanza”

ROMA (ITALPRESS) – “Una nnuova alleanza” tra giovani e anziani, per “condividere il tesoro comune della vita, sognare insieme, superare i conflitti tra generazioni...
video

Tg Ambiente – 25/7/2021

In questo numero del Tg Ambiente, prodotto dall'Italpress in collaborazione con TeleAmbiente: Waidy Wow, a Roma un'app unisce sostenibilità e turismo; L'idrogeno per...
video

Tg Giovani – 25/7/2021

In questo numero del Tg Giovani prodotto dall'agenzia Italpress in collaborazione con ScuolaZoo: MaBasta, studenti contro il bullismo; "E tu come stai?",...

Per chi vuole andare in vacanza serve anche il PLF. Ecco cos’è

In questi giorni stiamo sentendo parlare di Green Pass, ma anche di PLF. Questa sigla che indica il Passenger Locator Form, sta...
video

Il comparto dell’ortofrutta fresca vale 12 miliardi

Il comparto italiano dell’ortofrutta fresca vale 12 miliardi di euro, e l’export agroalimentare ha registrato un aumento record del 9% nella...
video

L’ultimo saluto a Libero De Rienzo, il cinema non smetterà mai di ricordarlo

L'ultimo saluto a Libero De Rienzo oggi a Paternopoli, terra Irpina, accanto alla sua mamma. Noi di StyLise eravamo presenti per salutare...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

La rinascita dei borghi tra storia, cultura e design

A cura dell'Arch. Marco Minichiello - Il crescente mercato del turismo sostenibile deve e può essere il valore aggiunto, la spinta...