MSC
Home Food e Drink Gustare un buon caffè al bar: le 4 regole da osservare

Gustare un buon caffè al bar: le 4 regole da osservare

La pausa caffè in Italia è un vero e proprio rituale al quale in tantissimi non possono rinunciare. Quel miscuglio di aromi e dolcezza che ci offre la giusta carica è un vero e proprio toccasana. Colazione, metà mattinata, dopo pranzo o durante il pomeriggio ogni momento è quello giusto per un buon caffè.

La meta preferita dove consumare il caffè rimane il bar. Ognuno ha il suo posto preferito e delle volte nascono vere e proprie sfide tra chi conosce il luogo migliore per consumare un buon caffè.

In realtà molto dipende dai gusti ma ci sono alcune regole da osservare che consentono di gustare un buon caffè al bar. Alcuni punti sono legati proprio al bar dove ci rechiamo e alle abitudini di chi prepara il caffè. Altre invece dipendono dal comportamento del consumatore. Ma andiamo a vederle nello specifico.

Pulizia

Per offrire un buon espresso è necessaria una accurata pulizia della stazione bar. Lancia vapore latte e filtro devono essere pulite ad ogni caffè con straccetti o pennellini usati solo per questa operazione. Importante far scorrere l’acqua dalla doccetta prima di inserire la nuova carica, per eliminare tutti i residui dei caffè precedenti. Tazzina, cucchiaino e piattino devono essere sterilizzati dal calore.

La miscela

Inutile dire che molto dipende dalla qualità del caffè ma un’operazione che in molti sottovalutano riguarda la macinatura al momento dei chicchi e la pressatura che dovrebbe avvenire dall’alto verso il basso.

L’acqua

Una pratica molto diffusa ma che non tutti seguono è quella di precedere la degustazione del caffè da un sorso d’acqua. L’acqua consente di pulire la bocca e rinfrescarla per gustare al meglio il caffè.

La degustazione

Ora tocca al consumatore. La tazzina con il caffè è pronta con al sua schiuma che deve essere di color nocciola con striature rossicce. Non giriamo il caffè con foga ma spostiamo la crema verso un bordo della tazza con delicatezza. Quando avviciniamo la tazzina alla bocca è necessario aspirare gli aromi in modo da preparare la bocca, attraverso l’olfatto, al gusto che stiamo per percepire. Prima un piccolo sorso per percepire i primi sapori e poi a piccoli sorsetti consumeremo la tazzina dalla quale carpiremo i vari aromi a secondo della miscela.

Bere il caffè è un vero e proprio rito, dunque è giusto seguire alcune regole per gustarlo al meglio.

Must Read

Svizzera, gallo condannato dal tribunale

A causa dei rapporti di vicinato difficili alcune persone hanno fatto causa a un gallo e l'hanno vinta. Un tribunale svizzero ha...

Il regime delle agevolazioni fiscali sulla prima casa

Il momento dell'acquisto della prima casa è molto importante. Gli oneri fiscali che gravano al momento dell'acquisto di...

In ricordo dell’intramontabile Andrea Camilleri: grazie

Solo uno scrittore A cura di Monica Cecere. Se Andrea Camilleri fosse stato solo uno scrittore – di successo certo...

Il ritorno di Gossip Girl, alla scoperta del nuovo cast

"Buongiorno Upper East Side, sono Gossip Girl e devo darvi una notizia sensazionale" Da un paio di giorni si...

I 50 anni dell’uomo sulla Luna: il ricordo di un pezzo di storia

A cinquant'anni dal primo atterraggio sulla Luna. Armstrong fu il primo-grande uomo a compiere il primo-grande passo dell’umanità, posando il piede sulla...