MSC
HomeEventiUna mongolfiera con il viso di Van Gogh sovrasta il cielo di...

Una mongolfiera con il viso di Van Gogh sovrasta il cielo di Melbourne

Una mongolfiera che nessuno potrà relegare nell’oblio; lo sguardo accigliato ed impegnativo di Van Gogh si librava sulle teste degli australiani.

Piacevolmente stupiti, gli abitanti di Melbourne hanno alzato lo sguardo e si sono imbattuti in una fedele riproduzione di una delle opere più famose dell’artista, Autoritratto con cappello in feltro grigio, sospese su un soffio di elio e aria calda.

Nessun messaggio inviato dall’aldilà, solo un’originale iniziativa di una compagnia britannica, la Goldrush Ballooning, intenta nel promuovere il “King Valley Balloon Festival”.

Mongolfiere al posto delle nuvole

Il festival vedrà un cielo popolato di mongolfiere colorate e di differenti dimensioni nel periodo tra il 7 e il 10 giugno a Milawa, sempre in Australia.

Una creazione davvero stupefacente che, di certo, avrà attirato l’attenzione di chiunque abbia avuto il piacere di ammirarla; un obiettivo centrato in pieno, per una pubblicità che non ha dovuto “alzare il volume” per non essere ignorata.

Un’opera d’arte sospesa nel cielo

Il pallone aerostatico è stato realizzato da modello 3D riprodotto, a sua volta, da un’immagine ad alta risoluzione dell’opera originale.

E’ composto da più pannelli e alto 28 metri, stampato in digitale con un’unica pecca, probabilmente non dovuta a distrazione, ma ad una scelta ancora ignota.

Una mongolfiera per riscattare una feroce solitudine

L’autoritratto, realizzato a Parigi tra il settembre e l’ottobre 1887, ha entrambe le orecchie!

Quasi a sminuire il gesto estremo dell’artista sottolineando il potere evocativo del suo autoritratto. E’ lo sguardo che risalta, quell’antro intimo con cui si accede al suo mondo solitario.

A Melbourne certamente non soffrirà la solitudine e potrà, meritatamente, godere dello sguardo di ammirazione di tutti coloro che lo incontreranno.

Must Read