“Roma World” il parco a tema sugli Antichi romani che svela la Città Eterna di 2mila anni fa

0
3165

A cura di Beatrice Nencha – “Roma World”: il nuovo Parco a tema di 5 ettari sugli Antichi Romani, tra corse con le bighe, lotte di gladiatori e il riposo nel Castrum. Alla scoperta della vita selvaggia dei nostri antenati, nella Città Eterna di 2mila anni fa…

Gladiatori, o antichi romani/e, per un giorno (e anche di più). Finalmente si potrà indossare la toga o l’armatura, all’interno del nuovo Parco a tema “Roma World” sulla via Pontina, dove è stato ricreato tutto il meglio dell’Antica Roma. Abbiamo sperimentato ieri questo nuovo “mondo”, che sorge a fianco di “Cinecittà World”, interamente dedicato alle gesta eroiche, ai giochi atletici, alle prelibatezze culinarie e agli stili di vita dei nostri illustri avi: gli Antichi Romani. Dopo il taglio del nastro ufficiale, abbiamo avuto il piacere di tornare indietro di circa duemila anni, per godere di un pomeriggio da autentici “cives” o da legionari all’interno dei 5 ettari e mezzo di parco su cui sorge “Roma World”. Dove ci si saluta solo con “Ave” ed esiste un unico motto: Cives romani sumus. All’ingresso del Parco, ad accoglierci immediatamente, tra soldati che scortano prigionieri incatenati e ancelle che si dilettano nelle danze rituali, c’è il Castrum. Una schiera di tende, l’accampamento militari dei legionari, che conduce al Villaggio, in cui è possibile rivivere una autentica giornata da cives o da soldati dell’Impero, totalmente immersi nella natura.

“A Roma World non ci sono giostre né attrazioni ma la vita reale in cui si mangia, si dorme, si combatte, si addestrano i volatini, e dove ogni visitatore si ritrova subito immerso nella Storia – spiega l’amministratore delegato, Stefano Cigarini –  l’ospite può ritrovare il vero contatto con la natura: vestire, mangiare e dormire come gli antichi Romani, diventare Gladiatore per un giorno, fare shopping tra le bancarelle dell’antico mercato, stabilire un rapporto speciale con gli animali della fattoria, ammirare il volo dell’aquila e di altri spettacolari rapaci, correre sulle Bighe di Ben Hur, immergersi nel bosco e vivere un’esperienza unica, lì dove tutto ebbe inizio..”

Del “pacchetto esperenziale” del Parco, che è anche il primo progetto turistico che Roma mette in campo dopo la fine del lockdown, fanno parte 10 attrazioni.

Nella spettacolare Arena di sabbia che ricrea il Circo di Massenzio è possibile visitare lo spettacolare set di “Ben Hur”, il kolossal del 1959 premiato con 11 Oscar, seguito dal remake del 2016, che ha reso la Corsa delle Bighe, anche per i millennials e la generazione Z, una delle scene-cult della storia del Cinema. Per i cuori più audaci, ogni 30 minuti sarà possibile non solo accedere al set ma salire sulla biga per sperimentare l’identica emozione della corsa, vissuta in una sequenza mozziafato dal protagonista Charlton Heston.

Mentre seduti sugli spalti di legno davanti al ring nell’Arena dei Gladiatori, si può assistere alle sfide e imparare le tecniche di combattimento maneggiando il Gladio o il Rudis in legno guidati da istruttori professionisti. Preceduti da spettacoli danzanti, i match tra gli impavidi lottatori sono determinati, come ai tempi degli Imperatori, dai capricci e dagli umori del pubblico: basta un pollice verso della folla per segnare la sorte del perdente.

Addentrandosi nel villaggio, lungo il sentiero si incontrano vari recenti con gli animali della fattoria: capre, pecore e mucche nane, simpatici conigli e maialini, oche, tacchini, papere, galline, galli e, per la gioia dei bambini, cavallini pony, a disposizione per portarli in giro. I visitatori potranno anche nutrire gli animali con le carrube, e imparare a prendersi cura di loro come facevano i legionari nell’antichità.

Sul bordo del villaggio si staglia una delle principali attrazioni: l’Arena dei Rapaci. Seduti sugli spalti, o entrando nell’arena stessa, è possibile ammirare gli spettacoli e interagire con alcuni degli esemplari di uccelli più rari: dal Corvo imperiale (Corvus corax), alla poiana di Harris, nota anche come Falco Lupo, fino al Falco africano.  Fanno parte dello show, che vede anche i bimbi protagonisti, le varie prodezze realizzate dai falconieri insieme ai loro amici rapaci: dal volo dell’aquila agli attacchi dei falchi sulla preda, dall’ipnotico sguardo del gufo alla singolarità del barbagianni. Per gli ospiti sarà possibile provare l’esperienza del wild walk, facendo volare i rapaci al pugno nel bosco. E sempre gli amanti della natura potranno addentrarsi nel Sentiero del bosco, accompagnati da una guida, per il tour botanico alla scoperta della biodiversità di questo scorcio di campagna Romana. Mentre i bimbi, oltre ai giri sui pony, potranno cimentarsi in varie attività ludiche: dal tiro con l’arco ai percorsi di avventura nel boschetto delle sughere, passando per i giochi all’aria aperta di una volta, tutti organizzati dagli animatori del villaggio e dal Gruppo storico Romano.

Dall’otium al negotium

Quando ci si è stancati di darsi alla pugna e si iniziano ad avvertire i primi morsi della fame? Nessun problema. Per rifocillarsi come si deve, il luogo ideale è la Taberna, il ristorante del Parco, dove si potrà provare l’esperienza esclusiva di mangiare come gli antichi romani, componendo il proprio menù a base di carni, bevande e gustosi piatti d’epocaserviti con gli utensili e le stoviglie del tempo. Mentre  nell’Accampamento dei legionari, gli amanti dell’outdoor potranno stendersi per la notte in tenda o con il proprio sacco a pelo e vivere come in un campeggio, ma di 2000 anni fa! Per chiudere con lo shopping, che riporterà i visitatori indietro nel tempo, tra i colorati banchi del Foro, dove scoprire oggetti, monili e lavorazioni artigianali di secoli fa.

Diversi tipi di biglietti consentiranno agli ospiti di vivere un’esperienza di “Roma World” ritagliata sui loro gusti e desideri. Si può scegliere la formula basic che prevede di entrare, assistere a spettacoli e prendere parte alle varie attività; si può decidere di aggiungere all’ingresso il cibo dell’antica Roma (in versione all you can eat); si può optare per il pacchetto Legionario che comprende anche il pernotto in tenda da 2 a 4 persone. A quest’ultimo si aggiunge il pacchetto Legionario Base, per campeggiatori fai-da-te, che consente di dormire nel villaggio portandosi la propria tenda o sacco a pelo da casa.

Il parco sarà visitabile tutti i giorni dalle 15 alle 10 del mattino successivo, per essere conciliabile anche con l’esperienza di Cinecittà World e per permettere agli ospiti di vivere il villaggio di notte, con il rito del fuoco e il pernottamento. Un’esperienza davvero unica da vivere da soli o condividere con gli amici o la famiglia, ma anche un modo istruttivo per riscoprire usi, leggende & costumi dell’antichità, di cui tante tracce troviamo ancora presenti nella Città Eterna. Un surplus di divertimento ed esperienza, che aggiungerà nuovo piacere e nuove conoscenze al nostro modo di guardare (anche) le innumerevoli meraviglie che ci circodano. In quella che per i Romani era, non a torto, la capitale del mondo.

“Roma World è un parco esperienziale per tornare indietro nel tempo, in un’estate che vedrà tanti romani restare a Roma e diversi italiani fare sosta nella Capitale. Noi li aspettiamo con gioia, per un tuffo nella Storia” conclude alla fine della giornata, con un tramonto di fuoco che da solo vale tutta la visita, l’amministratore Cigarini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here