MSC
Home Benessere Sport 13 luglio 1908: per la prima volta le donne competono alle Olimpiadi

13 luglio 1908: per la prima volta le donne competono alle Olimpiadi

Le Olimpiadi hanno da sempre accompagnato l’emancipazione e l’affermazione delle donne nel panorama sportivo. Ad oggi può sembrare anacronistico, ma anche in campo sportivo le donne hanno dovuto lottare, per mostrare le loro insite capacità ed i loro talenti.

Il 13 luglio 1908 ai IV Giochi Olimpici di Londra competono per la prima volta anche le donne. Sono in tutto 37 e gareggiano nelle competizioni di imbarcazioni a motore, pattinaggio, tennis, tiro con l’arco e vela. 

Nell’Antica Grecia l’attività sportiva era generalmente riservata ai maschi, di rango aristocratico e fisicamente perfetti. Le donne non potevano assistere alle gare e tanto meno parteciparvi. Il Movimento olimpico moderno, nato alla fine del XIX secolo, tra i suoi ideali annoverava il carattere ecumenico dello sport, considerato un’attività aperta a tutti.  Ma De Coubertin, il barone francese principale artefice del movimento, si opponeva risolutamente all’agonismo femminile, anche per l’adesione incondizionata all’ideale olimpico greco.

Nonostante i pregiudizi, però, le donne riuscirono a partecipare già alla seconda Olimpiade; celebrata a Parigi, nel 1900, anche se in modo non ufficiale, in gare di tennis, croquet, vela e golf. Nel 1908, a Londra, parteciparono 36 donne su un totale di 2008 atleti, sempre in modo non ufficiale, in gare di tiro con l’arco, pattinaggio, vela, tennis e gare con imbarcazioni a motore.

Altro avvenimento storico per lo sport femminile è l’Olimpiade di Atlanta del 1996, dove vi partecipano le donne musulmane. Per la prima volta, dopo la rivoluzione islamica del 1979, una donna farà parte della nazionale. E’ Lida Fariman, una ragazza che gareggia nel tiro a segno, una delle poche discipline sportive che le iraniane hanno il permesso di praticare all’estero per non violare l’hejab, l’abbigliamento islamico, che impone di coprire tutto il corpo (polsi e caviglie inclusi) e i capelli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

video

Tg Ambiente – 25/7/2021

In questo numero del Tg Ambiente, prodotto dall'Italpress in collaborazione con TeleAmbiente: Waidy Wow, a Roma un'app unisce sostenibilità e turismo; L'idrogeno per...
video

Tg Giovani – 25/7/2021

In questo numero del Tg Giovani prodotto dall'agenzia Italpress in collaborazione con ScuolaZoo: MaBasta, studenti contro il bullismo; "E tu come stai?",...

Per chi vuole andare in vacanza serve anche il PLF. Ecco cos’è

In questi giorni stiamo sentendo parlare di Green Pass, ma anche di PLF. Questa sigla che indica il Passenger Locator Form, sta...
video

Sorsi di Benessere – Un modo alternativo per preparare le tisane

Nella nuova puntata di Sorsi di Benessere un’idea alternativa per preparare tisane “panciapiatta”, digestiva e diuretica e drenante. Ci dice come fare...

Brusaferro “Vaccino metodo più efficace per convincere i no vax”

“Dobbiamo affrontare la pandemia con metodo scientifico. Far vedere che il vaccino funziona e che le misure attuali – non particolarmente restrittive...

Inail, nel 2020 infortuni in calo ma crescono morti

ROMA – I dati sulle denunce di infortunio nel 2020 registrano, rispetto all’anno precedente, un calo dei casi in complesso e...

Via d’Amelio, Sassoli: “Ferita ancora aperta”

ROMA – “Le immagini dell’atroce attentato di via D’Amelio rimarranno per sempre impresse nei nostri occhi e costituiscono una ferita ancora...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

La rinascita dei borghi tra storia, cultura e design

A cura dell'Arch. Marco Minichiello - Il crescente mercato del turismo sostenibile deve e può essere il valore aggiunto, la spinta...