MSC
Home Benessere Olio di cocco, il toccasana green per denti e gengive

Olio di cocco, il toccasana green per denti e gengive

L’olio di cocco agisce come un dentifricio, ma è un prodotto totalmente naturale capace di rimuovere la placca, sfiammare le gengive, disinfettare la bocca e sbiancare i denti.

A differenza di molti dentifrici in commercio, non contiene fluoruro di sodio (che abbassa il quoziente intellettivo), né solfati o derivati del petrolio. E’ un must nell’ambito dell’igiene personale perchè efficace ed ecologico.

La scienza ufficiale riconosce all’olio di cocco degli evidenti benefici, oltre del cavo orale, anche e soprattutto nel debellare la Candida Albicans e rigenerare il cervello nell’Alzheimer. Le sue portentose proprietà sono confermate dai ricercatori dell’Athlone Institute of Technology; forti sostenitori del prodotto naturale nell’arginare i danni della Candida, responsabile di stanchezza cronica, problemi digestivi e infezioni. 

Un’ulteriore ricerca ha valutato che bastano 2 cucchiai al giorno di olio di cocco per migliorare incredibilmente i sintomi della demenza.

Una sensazionale scoperta che, in realtà, affonda le sue antiche certezze nell’Ayurveda che raccomanda l’olio di cocco per assicurare la salute e rigenerare il corpo.

Olio di cocco è un elisir di lunga vita

Approfondiamo le svariati e potenti proprietà dell’olio di cocco:

  • Antimicrobico naturale: è un potente annientatore di tutti i tipi di microbi, dai virus ai batteri di protozoi
  • Promuove e rinforza la salute del cuore
  • Sostiene il corretto funzionamento della tiroide
  • Rafforza il sistema immunitario
  • Fornisce un ottimo “carburante” per il vostro corpo promuovendo il funzionamento metabolico
  • Mantiene la pelle sana e giovane

Uno dei vantaggi principali dell’olio di cocco è che il 50% del grasso presente al suo interno è rappresentato dall’acido laurico, elemento raro in natura. Il corpo converte l’acido laurico in monolaurina, un monogliceride che può effettivamente distruggere i virus rivestiti di lipidi come l’HIV e l’herpes, l’influenza, il morbillo, e i protozoi come Giardia lamblia.

Come utilizzare l’olio di cocco per rigenerare il cavo orale

Sono svariate le testimonianze sostenenti che l’olio di cocco renda i denti più bianchi già con poche applicazioni; particolarmente efficace, inoltre, nell’arginare fastidiosi sanguinamenti gengivali e carie dentali. Bastano pochi e semplici sciacqui del cavo orale. Tutto questo grazie alla ricchezza degli acidi grassi che favoriscono la rigenerazione dei tessuti.

Per accedere ai benefici di questo dono di madre natura è possibile:

Sostituirlo al dentifricio riponendo un pò di olio di cocco sullo spazzolino per lavare i denti normalmente. Si consiglia di spazzolare leggermente anche le gengive e la lingua. L’olio di cocco è un ottimo antibatterico ed antivirale. Il risultato? Una boca disinfettata, denti sbiancati e un alito fresco per tutto il giorno.

Effettuare l’oil pulling, un’antica tecnica della medicina Ayurvedica; è uno dei metodi più efficaci per rimuovere i batteri e promuovere la salute di denti e gengive. Infatti, è stato dimostrato che l’oil pulling agisce più approfonditamente del filo interdentale, ed è uno dei modi migliori per sbiancare naturalmente i denti. Usata principalmente in medicina Ayurvedica col nome di gandusha, è una profonda procedura di disintossicazione orale che viene eseguita semplicemente succhiando un cucchiaio di olio di cocco in bocca. E’ fondamentale, affinchè si possa ottenere il massimo dei risultati, ripetere la procedura per 10 -20 minuti di seguito. 

L’olio di cocco lavora per la pulizia e disintossicazione della cavità orale intrappolando non solo i batteri ma anche le tossine dalla bocca. Si crea un ambiente antisettico e si succhiano le tossine provenienti da tutto l’organismo grazie alla comunicazione osmotica della membrana orale con il resto del corpo. L’ideale per questa procedura è svolgere i procedimenti al mattino presto appena alzati per 30 giorni di fila. Tale processo permette all’olio di eliminare i batteri, i virus e anche tossine presenti nel corpo che tramite osmosi vengono richiamate nella bocca e catturate nell’emulsione dell’olio. E’ importante sputare in un cestino o in un sacchetto e non nel lavandino perché è carico di tossine e poiché l’olio di cocco tende a solidificare otturando la tubazione.

Must Read

Coronavirus: arriva la conferma del primo caso in Campania

La conferma del primo caso di coronavirus in Campania arriva oggi e ad annunciarla è il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De...

Torta al miele – Ricetta

La torta al miele è una soffice e golosa ondata di tenerezza.La sua delicata tinta bruna la rende unica e ci rivela...

Grande battesimo per Costa Smeralda, madrina d’eccezione Penelope Cruz

La nuova arrivata tra le navi da crociera, Costa Smeralda, è pronta ad iniziare il suo viaggio ed è stata ufficialmente battezzata...

Motomondiale: la startup Vivoqui diventa sponsor dell’MV Agusta

Vivoqui, la startup proptech che ha appena lanciato il portale dove è possibile cercare “La casa che vuoi con la rata che...

Miu Miu: nuova capsule collection di jeans dedicata a donne celebri

Miu Miu, marchio di abbigliamento del Gruppo Prada, celebra il capo più rivoluzionario ed intramontabile di sempre e lo fa con la...