MSC
Home Benessere Depilazione a luce pulsata: come funziona e quali sono le controindicazioni

Depilazione a luce pulsata: come funziona e quali sono le controindicazioni

La luce pulsata è un metodo che nell’ultimo periodo sta prendendo sempre più piede nel campo dell’epilazione perchè promette di dire addio, una volta per tutte, ai peli superflui.
Si tratta di una tecnica di fotoemolisi, cioè una terapia laser in grado di far assorbire tanta melanina al pelo, che a sua volta trasmette il calore al follicolo che in un certo senso si “brucia”, impedendo la normale ricrescita. Ma la luce pulsata può servire anche come tecnica di fotoringiovanimento, cioè per togliere qualche anno dall’epidermide.

Con “luce pulsata”, quindi, si indica un raggio di energia luminosa che, tramite un apposito apparecchio, i centri medici ed estetici utilizzano per particolari trattamenti come la depilazione definitiva (fotoepilazione), il fotoringiovanimento e la fotocoagulazione dei capillari.
L’erogazione della luce non è continua ma avviene attraverso brevissimi impulsi. Uno specifico filtro ottico, eventualmente intercambiabile, fa sì che l’utilizzo della luce pulsata prevenga ogni possibile danneggiamento della pelle da parte di raggi UV.
I trattamenti di luce pulsata possono essere utili per trattare le zone del viso, il collo, le braccia, il décolleté, il torace e le mani. In media servono dalle 4 alle 6 sedute di luce pulsata, effettuate in una ventina di minuti, a tre settimane l’una dall’altra.

L’epilazione con la luce pulsata è un trattamento non invasivo sulla pelle, che non lascia lesioni o cicatrici e che agisce progressivamente seduta dopo seduta. Il calore viene assorbito velocemente dai peli tramite un manipolo che viene appoggiato sulla cute dov’è presente l’inestetismo. Il fascio di luce viene catturato dalla pigmentazione del pelo che si trova in fase attiva e la melanina viene assorbita dall’energia che si trasforma in calore sulla pelle. Il calore penetrando in profondità raggiunge la base del pelo, ovvero il follicolo pilifero e lo annienta definitivamente. Se vi erano alcuni peli in fase non attiva, quest’ultimi non verranno distrutti, ma saranno bersaglio nella successiva seduta.

credits: pourfemme.it

Peli eliminati per sempre?

Non solo serve più di una seduta per disattivare la crescita di tutti i peli dell’area trattata, ma tale disattivazione può perdurare per molto tempo, restare così definitivamente o essere lentamente riparata dall’organismo, portando alla ricrescita del pelo: ciò dipende dalla risposta soggettiva. Va pur detto, comunque, che difficilmente si ottiene una vera e propria epilazione definitiva; ecco perché sarebbe più corretto parlare di epilazione a lungo termine.
In genere, occorre rasare i peli due giorni prima della seduta e, a seconda del tipo di epilatore, può essere richiesta l’applicazione di un gel attivatore sulla pelle prima del passaggio dell’apparecchio. Una volta finita la seduta può essere applicata una crema lenitiva.
La luce pulsata è indicata per quei soggetti con forte contrasto tra la pelle chiara e i peli scuri: infatti, quanto più i peli saranno scuri, tanto maggiore sarà la quantità di luce che viene assorbita. Inoltre, i risultati maggiori saranno ben visibili sui soggetti che presentano peli fini e sottili. Le aree di maggiore successo del trattamento sono le gambe, la schiena, l’inguine, i glutei, i baffetti del labbro superiore e del mento, il petto e il torace. Le zone ascellari invece sono più complesse da depilare con la luce pulsata, infatti i risultati non sono sempre all’altezza delle aspettative.

Controindicazioni

Non si riconoscono controindicazioni specificamente connesse al trattamento della luce pulsata.
Tuttavia, è sempre consigliato effettuare il trattamento di luce pulsata solo nei periodi invernali ed è assolutamente sconsigliato fare lampade solari almeno 1 mese prima e un mese dopo il trattamento, a causa della possibile fotosensibilità della pelle.

I trattamenti con la luce pulsata possono essere effettuati nei centri estetici, affidandosi quindi all’opera degli estetisti, ma anche in centri medici, in genere eseguiti da dermatologi o medici estetici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Roma-Juve 2-2, doppio Veretout e doppio CR7

ROMA (ITALPRESS) – Le doppiette di Veretout e Cristiano Ronaldo decidono un bel Roma-Juventus caratterizzato da tanti errori, due rigori e un’espulsione (Rabiot). All’Olimpico...

MIRABILANDIA, IL MOSTRUOSO DIVERTIMENTO DI HALLOWEEN

Zucche, streghe, zombi, creature malefiche e show a tema per terrorizzare grandi e piccini Ravenna, 21 settembre 2020 –...

Napoli tennistico, schiacciato il Genoa 6-0

NAPOLI (ITALPRESS) – Il Napoli “si diverte” e batte 6-0 il Genoa al San Paolo. L’inizio della squadra di Gattuso è il preludio alla...

Serie A. Kessie e Diaz, il Milan vince 2-0 a Crotone

CROTONE (ITALPRESS) – Il Milan vince 2-0 a Crotone nella seconda giornata di Serie A. I rossoneri vanno in vantaggio con il gol di...

Rospo del suriname, il suo modo bizzarro di riprodursi

La natura ha modi bizzarri di manifestarsi o di adattarsi ad esigenze di pura sopravvivenza. Quale sia la ragione di questo "fenomeno"...

Progressi per Zanardi ma il quadro clinico resta complesso

MILANO (ITALPRESS) – Alex Zanardi migliora ma il quadro clinico resta complesso. A oltre un mese dall’ultimo bollettino medico, ecco arrivare...

Morbidelli in pole nel Gp di Catalogna davanti a Quartararo e Rossi

MONTMELO’ (SPAGNA) (ITALPRESS) – Franco Morbidelli scatterà dalla pole position nel Gran Premio di Catalogna, ottavo appuntamento del Mondiale di MotoGP...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

Bonus Tiroide 2019, ecco come richiederlo

E' di 500 euro il bonus tiroide 2019 con l'esenzione ticket. Possono richiederlo gli invalidi civili almeno al 33% e si ha...